evento

"Gli unici regali per i nostri figli? Il futuro e la vita. Buon Natale, Taranto" Affissione di un manifesto in due zone della città

15 dicembre 2016
ore 18:51

Oggi il manifesto è stato affisso in due punti diversi di Taranto: via Leonida angolo via Cugini e in viale M. Grecia, tra via Emilia e c.so Italia.

"Ci sono le sigle di tredici associazioni che da tempo si battono sul territorio in nome della salute e dell’ambiente sui due manifesti comparsi oggi in città per gli Auguri di Natale. Una formula sperimentata dai Genitori Tarantini altre volte per mandare messaggi diretti, a volte per denunciare con veemenza il “male” di Taranto. Questa volta però il messaggio è di speranza e contiene nell’appello una esortazione che siamo convinti avrebbero potuto sottoscrivere tutti i tarantini, o comunque la maggioranza.

“Gli unici regali per i nostri figli? – si legge – Il Futuro e la Vita. Buon Natale, Taranto.”

La frase è riportata sulla foto di un’altra tappa storica importante per la città di Taranto: ovvero la manifestazione del 15 dicembre del 2012 in cui in migliaia sfilarono ognuno esorcizzando il proprio dolore, la propria rabbia o il proprio desiderio di partecipazione e cambiamento al grido di “Taranto Libera“.

Oggi il manifesto a quattro anni di distanza da quella giornata però non è solo la rivendicazione di un diritto inviolabile per i bambini di Taranto, ma è anche il pro-memoria di un percorso che forse andrebbe ripreso con maggiore convinzione dopo gli anni dello sfaldamento e della polverizzazione di un fronte che un tempo unito e solido era riuscito a sgretolare il muro di omertà, omissioni e silenzi dietro al disastro ambientale che si consumava sulla nostra pelle. Pertanto oltre al messaggio è da sottolineare come quella comunicazione di oggi sia stata condivisa da ben tredici realtà territoriali: baluardi ancora dei trentamila che sfilarono il 15 dicembre di quattro anni fa.

Fu quel movimento, e prima ancora Alta Marea, a rendere possibile la discussione che oggi è in atto sul futuro della città e dell’industria che ospita da oltre un cinquantennio, ed è quella voglia di tornare a incontrarsi e dialogare anche su fronti differenti che speriamo questo manifesto sia in grado di recuperare.

Il segno di una rinascita del dialogo? Chi lo sa.

Gli ideatori del manifesto per il momento si limitano a dire che “è il frutto stesso di quella storica serata perché natale significa nascita, ma anche rinascita…. tredici gruppi, tredici anime vive della città dei due mari, remando insieme con meno sforzo verso la stessa meta, lanciano il loro messaggio d’amore comune, la loro comune rivendicazione di rispetto, la loro mai sopita voglia di lottare per Taranto”

Ma poi aggiungono alimentando la speranza che spero abbiate percepito leggendo questo breve articolo: “Purtroppo, forse non siamo riusciti a raggiungere altri gruppi ed altre associazioni che immaginiamo avrebbero volentieri condiviso con noi questo messaggio e di questo ci scusiamo perché sappiamo che Il futuro si costruisce tutti insieme e il rispetto per la vita lo si pretende tutti insieme. Solo insieme ci si può sentire “comunità”. Taranto nascerà di nuovo e sarà forte come mai prima solo grazie ai suoi figli. Tutti! Buon Natale, Taranto.

Il manifesto è firmato da:
Genitori tarantini,
TarantoRicercaFuturo,
Sei di Taranto se…,
Isde (Medici per l’ambiente)
WWF Taranto,
Taranto Respira,
Legamjonici,
Fondo Antidiossina,
Peacelink,
Cittadini e lavoratori liberi e pensanti
Hermes Academy- Arcigay,
Ammazza che Piazza
Tuttamialacittà."
Articolo di Maristella Biagiolini su Tvmed
http://www.tvmed.tv/futuro-e-vita-ecco-la-letterina-di-natale-per-i-bambini-di-taranto/#.WFLBjA_Y68w.facebook

Anche l'Ansa ha riportato la notizia
http://www.ansa.it/puglia/notizie/2016/12/15/genitori-tarantini-un-futuro-per-figli_979d16e9-6e25-4445-868a-3954a4a54f51.html

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Dal sito

  • Latina
    Honduras

    Miriam Miranda: “Affrontiamo persone potenti, ma non smetteremo mai di lottare”

    Due mesi dalla sparizione forzata di Snaider, Milton, Suami, Gerardo e Junior
    23 settembre 2020 - Giorgio Trucchi
  • Kimbau
    Intervista sulla solidarietà al tempo della pandemia

    Chiara Castellani: "Pensare al proprio prossimo"

    "O si entra in questa dimensione di voler pensare agli altri e ciascuno di noi entra in questa prospettiva anche di globalizzazione della solidarietà con gli altri, o non riusciremo a salvarci tutti assieme, in questo dovremmo imparare anche dall’Africa".
    22 settembre 2020 - Laura Tussi
  • Ecologia
    Era nato a Nova Milanese nel 1942

    E' morto Virginio Bettini

    Ha collaborato con Barry Commoner e con lui pubblicò a doppia firma "Ecologia e lotte sociali" nel 1976. Insieme andarono in Vietnam per denunciare i disastri causati dalla diossina lanciata dagli USA nella guerra chimica. E' stato europarlamentare verde.
    21 settembre 2020 - Laura Tussi
  • Disarmo
    Una novità che invita gli attuali governi ad una svolta

    Invito ad aderire al Trattato delle Nazioni Unite sulla proibizione delle armi nucleari

    Cinquantasei ex presidenti, primi ministri, ministri degli esteri e ministri della difesa di 20 stati membri della NATO, nonché Giappone e Corea del Sud, hanno appena pubblicato una lettera aperta
    21 settembre 2020 - Tim Wright (Coordinatore ICAN)
  • Cultura
    Resa popolare su TikTok

    Jerusalema

    La canzone nasce come un brano gospel nelle chiese evangeliche, prima di diventare quello che comunemente definiamo tormentone
    17 settembre 2020 - Virginia Mariani
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)