conferenza

"ISTRUZIONI PER UN GENOCIDIO RWANDA: CRONACHE DI UN MASSACRO EVITABILE"

5 giugno 2004
ore 16:00

AMNESTY INTERNATIONAL
Gruppo Italia 108 - Vimercate

in collaborazione con

la Biblioteca Civica "Lino Penati"
di Cernusco sul Naviglio

Sabato, 5 giugno
alle ore 16.30
presso la Biblioteca Civica, in Via Cavour 51

invita alla presentazione del libro

"ISTRUZIONI PER UN GENOCIDIO
RWANDA: CRONACHE DI UN MASSACRO EVITABILE"

sarà presente l'autore

DANIELE SCAGLIONE
(ex-presidente della sezione nazionale di Amnesty International)

Rwanda, aprile 1994:si compiva uno dei più feroci genocidi del XX secolo.
In poco più di tre mesi, dall'aprile al luglio 1994 furono uccise oltre 800 mila persone.
A partire da una puntuale cronaca dei massacri che hanno insanguinato il paese
Daniele Scaglione affronta alcune delle contraddizioni più
evidenti del conflitto: dall'ignorare le richieste di sforzi del capo dei caschi blu Romeo Dallaire,
al negare l'esistenza del genocidio; dalla gestione degli enormi accampamenti dei
rifugiati, alla guerra con la Repubblica Democratica del Congo; dalle sentenze del Tribunale
penale internazionale che avrebbe dovuto punire i responsabili del genocidio,
ai tentativi falliti di dare vita a un processo di riconcializione.
Un libro di denuncia per quello che non si è fatto e si poteva fare
"Le montagne di cadaveri hanno evidenziato come i paesi occidentali più sviluppati
siano ancora legati a una politica estera meschina, incentrata sui propri interessi personali".
Un libro di forte tensione morale scritto
PERCHE' TUTTI SAPPIANO E PERCHE' TRAGICI ERRORI NON SI ABBIANO A RIPETERE.


per info gr108@amnesty.it http://web.tiscali.it/amnestygr108
Biblioteca Cernusco S/N tel 029278300
(vicino alla fermata Metro linea verde Cernusco S/N - ingresso libero)

Per maggiori informazioni:
amnesty international
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Disarmo
    Iniziativa di NoFirstUse Global

    Armi nucleari: no al "primo uso"

    In una lettera aperta, eminenti leader sollecitano le nazioni ad adottare politiche per ridurre i pericoli nucleari ed eliminare le armi nucleari. L'adozione di politiche di non-primo uso potrebbero aprire la porta a negoziati per la completa eliminazione delle armi nucleari.
    NoFirstUse Global
  • Latina
    14 donne e 10 uomini nel governo di Boric che entrerà in carica l’11 marzo

    Cile: i ministri che guardano al cambiamento

    Alla Difesa Maya Fernandez, la nipote di Salvador Allende, ma al Bilancio e in altri ministeri sono diversi gli esponenti della vecchia Concertación
    24 gennaio 2022 - David Lifodi
  • Pace
    Kant e la guerra

    Solo il disarmo è razionale. La pace armata è guerra

    «Gli eserciti ed armamenti permanenti devono essere soppressi, perché sono già, con la loro sola esistenza, minaccia agli altri popoli, perciò violazione della pace, causa di insicurezza e quindi di corsa agli armamenti» (Kant)
    Enrico Peyretti (Centro Studi Sereno Regis, Torino)
  • Conflitti
    Un forum per promuovere un appello contro la guerra

    Il conflitto in Ucraina e il ruolo del movimento per la pace

    In questa pagina web riportiamo le voci di tutti coloro che stanno partecipando ai webinar di PeaceLink con lo scopo di definire una piattaforma comune di obiettivi finalizzati a evitare una degenerazione dell'aspro confronto in atto fra la Russia e la Nato
    22 gennaio 2022 - Redazione PeaceLink
  • Taranto Sociale
    Lo conferma lo studio dell'OMS

    Le emissioni dello stabilimento ILVA continuano ad essere incompatibili con la salute pubblica

    Da ora in poi, con i dati OMS che vanno a confermare le precedenti Valutazioni Danno Sanitario, non si può più considerare normale una situazione anomala. Questo rapporto dell'OMS a nostro parere costituisce notizia di reato.
    22 gennaio 2022 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)