CyberCultura

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • La volpe che azzanna
    Firefox vs Internet Explorer. La sfida continua

    La volpe che azzanna

    Raggiunti i quattrocento milioni di download di Firefox e in alcune nazioni europee è di gran lunga il browser più utilizzato. L'Italia però è solo al venticinquesimo posto in graduatoria. Perchè preferiamo i software proprietari a quelli opensource?
    12 settembre 2007 - Loris D'Emilio
  • I ragazzi di Flock, browser sociale

    Navigazione web, un oggetto azzurro che si dichiara aperto ai blog e ai social network. Un altro dei molti figli della Fondazione Mozilla
    26 ottobre 2006 - Carola Frediani
  • alfabeti digitali

    Pascolando tra i siti web

    «To browse» Come andare in rete. Ma il navigatore non ha mai vita facile
    26 ottobre 2006 - Sarah Tobias
  • Thurrott: IE è un cancro del Web

    Il noto giornalista, creatore di alcuni tra i più trafficati siti Web dedicati agli utenti di Windows, si è scagliato contro Internet Explorer e le strategie Microsoft nello sviluppo del browser
    9 agosto 2006 - Punto Informatico

Mozilla Firefox continua il trend ascendente

La maggioranza delle compagnie sarebbe felice di possedere oltre il 90% del mercato con il loro prodotto, ma bisogna ammettere che ciò non vale per quanto riguarda la casa di Redmond, Microsoft, che non è affatto felice del fatto che il browser Mozilla Firefox stia continuamente prendendole fette di mercato.
22 aprile 2005 - Massimo Mazza

Un minibanner di Firefox Attualmente Firefox è attorno a poco più del 5% di share, con una crescita costante, continua, valutata intorno allo 0,5% mensile; il mese di marzo 2005 appena trascorso conferma il trend.

Poco più' di 2.600.000 utenti hanno scaricato gratis da Internet il browser Firefox, dal sito ufficiale di Mozilla; Firefox, ricordiamo, promette migliori prestazioni e sicurezza rispetto al browser dominante di Microsoft, Internet Explorer, senza contare la leggerezza del pacchetto da scaricare: 10 megabyte per Firefox contro gli 80 megabyte di Internet Explorer SP2.

La percentuale di visitatori che hanno contattato il sito di Firefox per poterne effettuarne il download non è nota, ma i sondaggi e le stime della Nielsen/Net Ratings la valutano appunto in 2,6 milioni, contrapposti ai 2,2 milioni di gennaio e agli 1,6 milioni di febbraio.

In una intervista ufficiale, così si è espresso Ken Cassar, direttore di analisi strategiche alla Nielsen/Net Ratings: "Firefox offre ai navigatori del Web uno strumento semplice ed efficiente, che blocca i pop-up indesiderati, è molto meno suscettibile di IE ad attacchi virus, ed offre un mezzo invidiabile per navigare attraverso più siti contemporaneamente utilizzando sempre la stessa finiestra, grazie al suo tabbed-browsing". E la Nielsen puntualizza anche che il sito ebbe 795.000 visite nel giugno 2004, il primo mese che la Nielsen appunto iniziò a tracciarlo, dopo l'annuncio di Firefox.

Nel frattempo la nuova release di Netscape, la 8.0 Beta, si sta rivelando stabile e suscita discreti consensi, anche se non è così popolare come Firefox. Ricordiamo brevemente che lo sviluppo del browser Netscape è di competenza di AOL (America On Line) e che, anche se si basa sullo stesso motore Gecko di Mozilla/Firefox, non è open source, dato che lo sviluppo della versione 8 è stata addirittura delegata in outsourcing a una ditta canadese, la Mercurial Communications.

Le opinioni in merito a questa operazione sono tutt'ora contrastanti, anche se il maggior rimpianto per gli aficionados di Netscape resta tutt'ora la chiusura del popolare sito devedge.netscape.com, dove si potevano trovare informazioni tecniche di primissima scelta sia sulla programmazione Web sia sulle tecniche DOM sia tu tante altre questioni riguardanti il linguaggio Javascript.

Sta comunque montando un'ondata di protesta contro queste decisioni di AOL, e si spera che possa ritornare sulle sue decisioni e riaprire DevEdge Netscape alla vasta community che si era guadagnato con gli anni. Nel frattempo è comunque possibile rintracciare gli articoli e gli archivi di DevEdge Netscape per merito di appassionati che hanno reso disponibili online gli archivi, recuperandoli grazie, ad esempio, a Google che, in virtù della sua enorme cache, mantiene visibili anche siti e archivi non più esistenti da mesi.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)