CyberCultura

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Apriti codice, ed è business

    I vantaggi economici dello sviluppo collettivo del softwareDalle università alle aziende, si scopre che l'open source rende. Qualità, flessibilità e comunità le parole d'ordine. E le istanze etiche, cacciate dalla porta, rientrano così dalla finestra
    22 novembre 2007 - Carola Frediani
  • Archiviazione

    Microsoft contro tutti nella lotta sui formati

    L'Iso rimanda a ottobre la patente per Open Xml, ultima possibilità per Bill Gates di mantenere la proprietà sullo standard «.doc» nell'epoca dei formati aperti
    13 settembre 2007 - Raffaele Mastrolonardo
  • OpenDocument nel mirino dei disabili

    Un'associazione statunitense di persone diversamente abili accusa OpenDocument Foundation: ottima idea, ma il formato ODF non è accessibile. Microsoft - spiega - rimane la migliore opzione per i portatori di handicap
    11 maggio 2006 - Punto Informatico
  • OpenDocument consacrato dall'ISO

    Il formato aperto dei documenti è entrato ufficialmente a far parte degli standard ISO/IEC. I suoi sostenitori sperano che questo importante riconoscimento ne acceleri l'adozione presso grandi aziende e governi di tutto il mondo
    8 maggio 2006 - Punto Informatico

Legalizzati! Prenditi OpenOffice!

Ovvero: quando si combatte il nemico con le sue armi.
4 maggio 2006 - Sergio Longoni

Get legal: get OpenOffice.Org

Microsoft ultimamente è divenuta famosa per le sue campagne pubblicitarie anti Linux basate sul FUD (Fear, uncertainty and doubt ovvero Paura, Incertezza e dubbio). In questa dottrina di marketing si cerca di minare le certezze che i potenziali acquirenti hanno verso il prodotto concorrente, spingendoli verso il proprio più sicuro prodotto.

La campagna più famosa di Microsoft cerca di convincerci del fatto che Linux costi in realtà più di Windows (mah… a me l’hanno spedito gratis Linux, mentre Windows l’ho dovuto pagare…).

Ora il mondo open risponde proprio con la stessa arma.

OpenOffice, la valida alternativa open source a MS Office, ha infatti lanciato la campagna Get Legal – Get OpenOffice che punta sul fatto che Microsoft sia in procinto di attuare una campagna repressiva contro chi utilizza il suo software senza le corrette licenze.

La campagna pone questa domanda:

"Sei certo di essere in regola con le licenze?"

e continua

"le licenze Microsoft sono molto complicate ed è facile violarle anche per errore"

Assolutamente geniale!

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)