CyberCultura

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

Software libero: faq

Vi proponiamo una buona FAQ (Frequently Asked Questions) di Anno Zero, sito di informazione sul software libero.
24 ottobre 2003 - Anno Zero

1. La Free Software Foundation e il Progetto Gnu

1.1. Cos'è la Free Software Foundation?
1.2. Cos'è la General Public License?
1.3. Cos'è il progetto Gnu?
1.4. Chi è Richard Stallman?

2. I software liberi

2.1. Cos'è un software libero?
2.2. Che differenza passa tra software libero, freeware, shareware e public domain?
2.3. Chi sono gli sviluppatori di software libero?
2.4. Si può vendere un software libero?
2.5. Che cosa muove gli sviluppatori a produrre software libero?
2.6. Dove posso procurarmi software libero?
2.7. Esempi di software libero?

3. Un software libero celebre: Linux
3.1. Cos'è Linux?
3.2. Linux è limitato ad ambienti accademici e di ricerca?
3.3. Linux soffrità sempre di una fama di sistema operativo per addetti ai lavori?
3.4. E' così difficile installare Linux?

1. La Free Software Foundation e il Progetto Gnu

1.1. Cos'è la Free Software Foundation?

La Free Software Foundation è nata nel 1984 per opera di Richard Stallman, ricercatori ai laboratori di Intelligenza Artificiale del Mit. Lo scopo della fondazione è sviluppare software liberi. Cioè software che voi avete il diritto di copiare, utilizzare, modificare, redistribuire. La sola condizione è che i sorgenti dei software siano disponibili a chiunque.
E' importante comprendere che la parola 'free' della FSF non deve essere tradotto con gratuito, ma come libero. Questi software possono essere venduti, ma esiste sempre un mezzo legale per procurarseli senza onere finanziari.

1.2. Cos'è la General Public License?

La Gpl (General Public License) è una licenza che specifica le condizioni di distribuzione di tutti i software Gnu. Queste licenze specificano che i software Gnu possono essere copiati, modificati e redistribuiti e che i sorgenti devono essere disponibili.
Il grande vantaggio dei software distribuiti secondo queste condizioni è che se qualcuno desidera migliorarli, può farlo, distribuendo poi la nuova versione. Di questo fatto, chiunque ne può beneficiare. E questa pratica conduce ad avere eccellenti programmi scritti da sviluppatori differenti.

1.3. Cos'è il progetto Gnu?

Il progetto Gnu (Gnu is not Unix) è un progetto della FSF il cui scopo è lo sviluppo di un sistema operativo completo, distribuito secondo le condizioni della Gpl. Questo sistema riprende un certo numero di concetti da Unix, ma non è uno Unix. Richard Stallman ha iniziato questo progetto da solo appena dopo aver creato la FSF. La prima parte del progetto consisteva nello scrivere un editor con cui sviluppare questi programmi: si tratta di Gnu Emacs.
Successivamente, è stata la volta del famoso Gcc e un certo numero di persone si è aggiunto. Il kernel della Gnu, Hurd, è disponibile da poco.

1.4. Chi è Richard Stallman?

Richard Stallman è l'iniziatore del movimento del software libero. Ricercatore del laboratorio di intelligenza articiale del Mit, è il fondatore della Free Software Foundation, nel 1984, fondazione dedicata all'abolizione delle restrizioni sulla copia, la redistribuzione, la comprensione e la modifica dei programmi informatici.

2. I software liberi

2.1. Cos'è un software libero?

Il software libero si richiama alla libertà degli utilizzatori di eseguire, distribuire, studiare, modificare e migliorare il software. Più precisamente, si riferisce a tre livelli di libertà:

la libertà di studiare come funziona un programma e adattarlo alle proprie necessità

la libertà di redistribuire le copie secondo i propri bisogni

la libertà di migliorare il programma e diffondere i miglioramenti di cui beneficierà tutta la comunità

2.2. Che differenza passa tra software libero, freeware, shareware e public domain?

Il software libero è spesso gratuito, ma contrariamente ad un freeware o ad uno shareware, i suoi sorgenti sono pubblici. Freeware e Shareware sono protetti da una licenza che impedisce la sua diffusione.

2.3. Chi sono gli sviluppatori di software libero?

Non è importante chi può partecipare alla creazione e all'evoluzione di un sotfware libero. Uno sviluppatore può, per esempio, apportare il suo contributo per la programmazione del software, qualcun altro può creare la documentazione o testare il programma.

2.4. Si può vendere un software libero?

La FSF incoraggia quelli che distribuiscono software liberi a farsi corrispondere un prezzo dovuto. La sola condizione è che il sorgente di questi software debba essere disponibile gratuitamente per chiunque lo richieda.

2.5. Che cosa muove gli sviluppatori a produrre software libero?

Ci sono molteplici ragioni che possono muovere uno sviluppatore a scrivere software libero. Può voler sviluppare un software e avvalersi della comunità, o aggiungere funzioni a un programma libero esistente secondo le sue esigenze. O, semplicemente, desiderare aiuto raggruppando altri programmatori sul suo software.

2.6. Dove posso procurarmi software libero?

Molti siti Internet offrono accesso a software liberi (sorgenti, binari, documentazione). Allo stesso modo si trovano distribuzioni su cd-rom, allegati a riviste di informatica.

2.7. Esempi di software libero?

Sistemi operativi come Linux, Free Bsd, NetBsd, OpenBsd. Editor di testo come TeX, LaTeX, Lyx. Programmi per il fotoritocco come Gimp (concorrente preoccupante per Photoshop). Editor come GNU Emacs, XEmacs. Ambienti grafici multifinestra tra cui XFree86. Ambienti di sviluppo come Gcc, G++, Perl, Phyton, Scheme, Caml, Tcl/Tk, MesaGl. Database come MSQL, Postgres. L'insieme delle GNU Utils come Gawk, Gmake e molti altri. Server web come Apache, server di newsgroup come Inn. Samba, che permette di utilizzare una macchina Unix come server di una rete con macchine Apple e Microsoft accedento a risorse condivise da queste macchine.

3. Un software libero celebre: Linux

3.1. Cos'è Linux?

Linux deriva da Unix ed è stato scritto da Linus Torvalds e da migliaia di altri sviluppatori attraverso Internet. E' un sistema Posix.
Dispone di tutto quello che si può sperare di trovare su uno Unix, cioè sessioni multitasking, memoria virtuale, librerie condivise, gestione propria della memoria, supporto per protocollo TPC/IP.
Funziona principalmente su architetture Intel ed è disponibile per Sparc, PowerPc, Dec Alpha e altri ancora.

3.2. Linux è limitato ad ambienti accademici e di ricerca?

No, è utilizzato anche a livello consumer, considerando che è stato adottato da 6 o 7 milioni di utenti nel mondo. E' anche utilizzato da provider (in particolare per firewall, server web e server mail) o nelle aziende come server di lan interne o come macchine di sviluppo.

3.3. Linux soffrirà sempre di una fama di sistema operativo per addetti ai lavori?

Non più. Linux è utilizzato nelle aziende in maniera intensiva grazie alle sue qualità di molto superiori e di democratizza ad una velocità incredibile.

3.4. E' così difficile installare Linux?

L'installazione di Linux è via via sempre più facilitata, grazie all'introduzione di utility più friendly che facilitano il processo di installazione e la configurazione del sistema. Inoltre, ne permett^@h ono la comprensione dei processi di installazione.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)