CyberCultura

Aggiornare i PC per salvare l'ambiente

8 aprile 2004
Programmazione.It
Da uno studio pubblicato dall'Università delle Nazioni Unite, circa l'impatto dei computer sull'ambiente, è emerso che per fabbricare un personal computer ed un monitor sono necessarie 1,8 tonnellate di materie prime. In particolare per fabbricare un normale desktop equipaggiato con un monitor CRT da 17 pollici sono richiesti: 240 kg di combustibili fossili, 22 kg di sostanze chimiche e 1.500 kg di acqua.
Questo ingente spreco di risorse può essere ridotto allungando la vita dei PC, ricorrendo dunque all'aggiornamento. Questa è soluzione proposta da Eric Williams, un ricercatore presso l'Università delle Nazioni Unite a Tokyo e coautore dello studio. Secondo Williams un'altra soluzione praticabile potrebbe essere quella di regalare il vecchio computer oppure venderlo, magari via internet.
I risultati dell'interessante ricerca ("Computers and the Environment: Understanding and Managing their Impacts") sono disponibili sia in edizione paperback (ISBN: 1-4020-1680-8) sia in hard cover (ISBN: 1-4020-1679-4). Per ulteriori informazioni cliccate qui. [GP]

Articoli correlati

  • Perché la tecnologia 5G e perché piace tanto al mondo militare?
    Disarmo

    Perché la tecnologia 5G e perché piace tanto al mondo militare?

    Unione Europea e NATO devono collaborare e convincere i loro stati membri a sviluppare la tecnologia 5G
    4 ottobre 2020 - Rossana De Simone
  • Punta Izzo e tutela delle coste, 6 domande agli aspiranti Sindaco
    Disarmo
    Per un'informazione civile che vada oltre spot e comizi senza contraddittorio

    Punta Izzo e tutela delle coste, 6 domande agli aspiranti Sindaco

    Sono 5 i candidati in corsa per la poltrona di Sindaco alle elezioni municipali di Augusta del 4 e 5 ottobre. A loro gli attivisti di Punta Izzo Possibile hanno rivolto 6 domande sui temi della tutela del paesaggio e del patrimonio costiero. Beni comuni primari da difendere.
    19 settembre 2020 - Gianmarco Catalano
  • E' Tempo del Creato!
    Ecologia
    Le chiese cristiane si preparano

    E' Tempo del Creato!

    In Europa e nel mondo il periodo liturgico noto come «Tempo del creato» viene celebrato dal 1° settembre al 4 ottobre. Durante il Tempo del Creato quest’anno si vuole entrare in un momento di risanamento e di speranza che richiede assolutamente modi nuovi di vivere con il creato e nel creato.
    28 agosto 2020 - Virginia Mariani
  • "L'onda nera nel Lambro"
    Cultura
    Recensione del libro di inchiesta di Marco Fraceti

    "L'onda nera nel Lambro"

    Il caso Lombarda Petroli e lo sversamento di idrocarburi del 2010 nel fiume Lambro. Prefazione di Vittorio Agnoletto. Mimesis Edizioni, collana Eterotopie.
    15 agosto 2020 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)