Disarmo

Lista Disarmo

Archivio pubblico

Intimidazioni per il Movimento NO MUOS

Scateniamo tempeste ma preferiamo il Sole

I fogli di via notificati in questi ultimi giorni ai due attivisti No Muos, “colpevoli” di aver ostacolato in maniera nonviolenta il passaggio di mezzi, operai e militari diretti alla base americana del Muos di Niscemi, rappresentano un atto intimidatorio che mira a soffocare l’ampia resistenza contro l’installazione delle parabole militari americane.
6 maggio 2013
Coordinamento regionale dei comitati No MUOS

Il MUOS raccontato da Antonio Mazzeo

Registriamo in queste settimane da parte delle Forze dell’Ordine azioni sempre più aggressive nei confronti degli attivisti No Muos che utilizzano i loro corpi e praticano azioni nonviolente di blocco agli ingressi della base. Si intende chiaramente intimidire l’intero movimento “colpendo” singoli attivisti, allontanandoli da Niscemi con atti sommari e basati su presunte condotte “delinquenziali” ridicole e assolutamente inventate: noi non ci stiamo e i fogli di via notificati a Bepi e Nicola, e altri forse in arrivo, sono fogli che noi consideriamo notificati a tutti gli attivisti No Muos. Esprimiamo solidarietà a tutti coloro i quali, dall’inizio della lotta all’installazione del radar, sono stati destinatari di fogli di via, di denunce penali, di sommarie e arbitrarie perquisizioni, di ripetute identificazioni e anche di arresti. Ci opporremo sin da domani nelle sedi legali competenti, e continuando a portare avanti le pratiche attive di movimento, al tentativo sempre più palese di soffocare e criminalizzare il creativo, gioioso e intransigente movimento No Muos.

Stiamo toccando interessi militari ed economici “pericolosi” e più grandi di noi e intendono ostacolarci e farci paura con ogni mezzo. Non ci fermiamo e proprio per questo potremmo essere costretti a scatenare tempeste, anche se preferiamo il sole.

Per affrontare le spese legali vive c’è bisogno di fondi. Bastano dieci euro, ma dobbiamo essere veramente in tanti!

c/c Banca Etica

IBAN: IT 47 F 05018 04600 000009000673

BIC: CCRTIT2T84A (per versamenti dall’estero)

Causale: Spese Legali

Articoli correlati

  • Ogni stupro è una bomba atomica che devasta l’anima
    Sociale
    Si sopravvive ma si continua a morire, non può essere un lavoro

    Ogni stupro è una bomba atomica che devasta l’anima

    Anni di impegno, denuncia e testimonianza di sopravvissuta allo stupro a pagamento e al fianco di ogni vittima, Liliam Altuntas è attivista preziosa. Ha donato tantissimo e ora la generosità umana e civile è doverosa.
    15 maggio 2022 - Alessio Di Florio
  • Supportiamo i girasoli di Liliam, non lasciamoli sfiorire
    Sociale
    Ha donato tantissimo e ora la generosità umana e civile è doverosa.

    Supportiamo i girasoli di Liliam, non lasciamoli sfiorire

    Anni di impegno, denuncia e testimonianza di sopravvissuta allo stupro a pagamento e al fianco di ogni vittima, Liliam Altuntas è attivista preziosa.
    15 maggio 2022 - Alessio Di Florio
  • A Taranto si raccolgono viveri, medicinali e vestiti per l'Ucraina
    Taranto Sociale
    Comunicato stampa della Caritas Diocesana e di Migrantes diocesana di Taranto

    A Taranto si raccolgono viveri, medicinali e vestiti per l'Ucraina

    Iniziativa di solidarietà della Caritas Diocesana e di Migrantes diocesana di Taranto in collaborazione con la comunità Ucraina e la Parrocchia di San Pasquale.
    28 febbraio 2022 - Fulvia Gravame
  • EquAgenda 2022: "La Terra è di tutti"
    Sociale
    L’associazione ITA-NICA di Livorno si occupa di cooperazione e di scambi culturali con il Nicaragua

    EquAgenda 2022: "La Terra è di tutti"

    EquAgenda 2022 nasce da una consolidata abitudine a lavorare insieme su progetti di solidarietà, scambi internazionali, inserimenti lavorativi, commercio alternativo e solidale e promozione di una finanza etica, interventi nelle scuole e itinerari didattici
    4 dicembre 2021 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)