Disarmo

Lista Disarmo

Archivio pubblico

Trump l'imperatore e le possibili azioni dirette efficaci

30 maggio 2017
Fonte: Marinella Correggia - 30 maggio 2017

attivisti a Roma contro Trump

Ci sono ragioni, per manifestare, più importanti delle aggressioni ai popoli e al pianeta? Detta altrimenti: davvero non era necessario, o non era possibile, o non era prioritario, o addirittura non era opportuno rendere visibile il 24 maggio a Roma una contestazione a Trump? E’ il miliardario capo dell'Asse della guerra Nato/Golfo, in pochi mesi di regno ha già bombardato tre paesi, ha ordinato l'esecuzione capitale del clima e abbina razzismo antimusulmano con spinto filosaudismo.
"Non c'è che la strada" (Gaber). Altro che proteste furenti sui social, dal tinello di casa. A portata di azioni dirette pacifiche c’era dappertutto quel cobra nero, il corteo di enormi auto blindate, rappresentanti simboliche di carri armati, dollari, potenza, protervia, privilegio, ricchezza e sfruttamento. Purtroppo Trump e la sua corte, ricevuti da tutti in modo bipartisan, perfino da scuolette e ospedali, hanno percorso una città inerte, senza che ai bordi si manifestasse dissenso da comunicare al mondo attraverso i media presenti e per una volta attenti.

"Trump, Nato e G7 uguale guerre ai popoli, guerra al pianeta, padri del terrorismo insieme a Saud, Qatar e Turchia", recitava in inglese un lenzuolo spennellato a tempera, che a via Nazionale si voleva affiancare visivamente ai mostruosi Suv in sfilata. Azione fallita per il solerte intervento della polizia e per l’errore di essere usciti dal marciapiede. Il corpo del reato, il lenzuolo sequestrato, lo si può vedere e leggere in un video della Polizia di Stato, retto da un poliziotto. http://video.corriere.it/ trump-roma-tre-no-war-cercano- bloccare-corteo/8e639ad8-4085- 11e7-89fb-db87d2424a4b. Gli altri cartelli si riferiscono ad azioni pacifiste - autorizzate - nei giorni precedenti. Tutto materiale sotto sequestro.

Eppure…eppure… 100, 200 persone con qualche ora a disposizione dislocate lungo il percorso osceno del corteo regale avrebbero disturbato il trionfo romano di The Donald e fatto sembrare l’Italia un po’ meno colonia. Non le abbiamo trovate, in giorni di email e sms. Forse non abbiamo cercato bene, non avendo facebook ma solo email e telefono? Non ci volevano pullman organizzati. Né i mezzi e il nome di Greenpeace. L’azione diretta pacifica di tanti bambini come quello di Andersen che dice “il re è nudo” poteva far fiorire Roma di tante scritte ficcanti, piccoli editoriali del dissenso. Tazebao animati. Lanciare contro i Suv di Trump una scarpa (l’epico gesto del cittadino iracheno contro l'occupante Bush a Baghdad) o uova o pomodori sarebbe stato pericoloso: gli americani sparano.

E' sbagliato pensare che le uniche possibilità di mobilitazione siano le manifestazioni oceaniche, ora difficili, oppure le "sfide muscolari" con la polizia.! A questo proposito va precisato che malgrado le pesanti denunce, le foto segnaletiche, le impronte, e il foglio di via, l'azione delle tre persone del lenzuolo al Quirinale è stata del tutto nonviolenta. Ci sono video, foto e testimoni.

Si potrà creare un movimento mondiale eco-paz il cui strumento, accessibile a tutti, siano i tazebao animati?

Marinella Correggia

Articoli correlati

  • "Senza dubbio aumenteremo le spese militari fino al 2%"
    Disarmo
    Parla Luca Frusone (M5S), capo della delegazione italiana all'Assemblea parlamentare della Nato

    "Senza dubbio aumenteremo le spese militari fino al 2%"

    Per Frusone la base USA di Napoli è un "hub importantissimo". E conferma l'allineamento con Trump sul caso dei cellulari Huawei: "La questione cinese esiste ed ha a che vedere con la salvaguardia delle nostre informazioni sensibili". Non è da escludere che vengano vietati ai militari italiani
    21 dicembre 2018 - Redazione PeaceLink
  • Dulce et decorum est
    Storia della Pace
    Testo in inglese con traduzione in italiano

    Dulce et decorum est

    Una poesia scritta durante la Prima Guerra Mondiale dal poeta inglese Wilfred Owen, uno degli esponenti dei cosiddetti "war poets". Nella poesia scrive: "Il gas! Il gas! Svelti ragazzi! Come in estasi annasparono, infilandosi appena in tempo le goffe maschere antigas".
    Wilfred Owen
  • Dietro l’attacco Usa agli smartphone cinesi
    CyberCultura
    L'americana Apple scavalcata come vendite dalla cinese Huawei, al primo posto la sudcoreana Samsung

    Dietro l’attacco Usa agli smartphone cinesi

    Sotto pressione del Pentagono e delle agenzie di intelligence, gli Usa hanno bandito gli smartphone e le infrastrutture di telecomunicazioni della società cinese Huawei, con l’accusa che possono essere usati per spionaggio, e premono sugli alleati perché facciano altrettanto.
    4 dicembre 2018 - Manlio Dinucci
  • MUOS, F-35 e TAP: le tre concessioni di Conte a Trump
    Disarmo
    Le scelte del "governo del cambiamento" in politica estera

    MUOS, F-35 e TAP: le tre concessioni di Conte a Trump

    Perché Trump ha avuto un occhio di riguardo per il governo Conte salvando l’Italia dalle sanzioni all’Iran? Secondo il prof. Carlo Pelandra, docente di gepolitica, il governo Conte ha dato a Trump buone garanzie su F-35, TAP e MUOS.
    20 novembre 2018 - Redazione PeaceLink

Prossimi appuntamenti

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.9 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)