Disarmo

Lista Disarmo

Archivio pubblico

Il governo italiano ritiene legittimo vendere armi all'Arabia Saudita

Dopo la Germania, Finlandia, Danimarca e Paesi Bassi annunciano stop armi all'Arabia Saudita

Alla guerra condotta dall'Arabia Saudita nello Yemen si associa la peggiore carestia mondiale degli ultimi cento anni: 85.000 bambini nello Yemen potrebbero essere morti per fame o malattie dall'inizio della guerra nel 2015.
27 novembre 2018
Redazione PeaceLink

Stop armi all'Arabia Saudita

Alla Germania si sono aggiunte Finlandia, Paesi Bassi e Danimarca nella sospensione delle vendite di armi in Arabia Saudita. Le decisioni seguono l'assassinio del giornalista Jamal Khashoggi e l'annuncio delle Nazioni Unite secondo cui lo Yemen sta vivendo la peggiore carestia mondiale degli ultimi 100 anni. Save the Children, utilizzando i dati raccolti dalle Nazioni Unite, ha stimato che 85.000 bambini nello Yemen potrebbero essere morti per fame o malattie dall'inizio della guerra nel 2015.

Come il governo Trump, del resto, la cui dottrina recentemente ha ribadito l'assoluta indipendenza della sfera degli affari da quella dell'etica e della tutela dei diritti umani.

Articoli correlati

  • BASTA! L'Italia non venda più armi all'Arabia Saudita
    Disarmo
    Guerra in Yemen

    BASTA! L'Italia non venda più armi all'Arabia Saudita

    La vita di un bambino in Yemen vale 1675 euro in armi italiane. PeaceLink si unisce all'appello lanciato da Nigrizia per vietare la vendita di armi italiane all'Arabia Saudita.
    15 dicembre 2018 - Redazione PeaceLink
  • La CGIL, Mediterranea e lo Yemen
    Disarmo
    Guerre, traffico d’armi, emergenze umanitarie

    La CGIL, Mediterranea e lo Yemen

    Ma allora sorge spontanea una domanda: l’intervento umanitario e “la difesa dell’umanità” sono un fatto universale o un orpello etico da esibire ad intermittenza?
    28 novembre 2018 - Rossana De Simone
  • Siria, cercasi un nuovo Stanislav Petrov
    Pace

    Siria, cercasi un nuovo Stanislav Petrov

    “Sono convinto che oggi il settore R&S (ricerca e sviluppo) della nonviolenza debba fare grandi passi avanti” (Alexander Langer 1991)
    13 aprile 2018 - Alessio Di Florio
  • Nel mondo di Trump dove comanda il denaro, l'Arabia Saudita commette crimini e rimane impunita
    Pace
    Il padrino dell'ISIS la fa franca, grazie alle complicità

    Nel mondo di Trump dove comanda il denaro, l'Arabia Saudita commette crimini e rimane impunita

    Che l'Arabia Saudita sia il co-creatore e il principale finanziatore dell'ISIS, usato per imporre l'egemonia sunnita/saudita sull'intero Medio Oriente e Nord Africa, è da tempo un segreto di Pulcinella. Ora Medea Benjamin rompe il silenzio e denuncia le connivenze, con la Casa Saud, del governo e dell'imprenditoria statunitensi.
    18 febbraio 2017 - Medea Benjamin
    Traduzione a cura di PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.10 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)