Disarmo

Lista Disarmo

Archivio pubblico

La base satellitare USA di Niscemi

Sul MUOS ci attendiamo coerenza dal M5s

Il M5S presentò mozioni parlamentari sulla costituzionalità dei trattati militari, respinte per l'opposizione congiunta di PD e NCD. La questione, quindi, è rimasta irrisolta e ci aspettiamo che il M5S, oggi maggioranza di governo, si muova in coerenza con quanto sempre dichiarato
14 gennaio 2019
No Muos (Avvocati del Coordinamento Regionale)

Comunicato legali NoMuos sulle sentenze del CGA

Protesta No Muos

Come Avvocati del Coordinamento Regionale di Comitati No MUOS, non possiamo che prendere atto che con Sentenze nn. 21 e 23 pubblicate il 14/1/2019 il C.G.A. ha rigettato i ricorsi per revocazione proposti da Legambiente, dal coordinamento dei comitati No MUOS e WWF con i quali erano state impugnate le sentenze dello stesso C.G.A. riguardanti le autorizzazioni per il MUOS di Niscemi. In proposito va chiarito che ancora una volta il C.G.A. si è limitato ad esaminare problematiche formali e procedurali senza entrare nel merito della spinosa questione riguardante la violazione del divieto di inedificabilità assoluta che grava sulla Zona "A" di massima protezione della Sughereta di Niscemi nella quale il MUOS è stato realizzato.

La decisione del C.G.A. non vale, quindi, a stabilire la piena legittimità delle autorizzazioni e non può influire sul giudizio penale ancora pendente nel quale il Giudice è chiamato a verificare se il vincolo di inedificabilità sia stato violato e, in tal caso, disapplicare le autorizzazioni illegittime. In ogni caso resta aperta la questione forse più rilevante riguardante l'illegittimità per violazione degli artt. 80 e 87 della Costituzione degli accordi del 1954, 1995, 2006 che hanno concesso agli USA delle basi di uso esclusivo sul nostro territorio.

Occorre ricordare che tali basi, soggette solo al comando dello stato d'origine, sono in atto utilizzate per conflitti di dubbia legittimità per il diritto internazionale che coinvolgono l'Italia per la responsabilità del paese che consente l'utilizzo del proprio territorio in violazione anche dei principi di cui all'Art. 11 della Costituzione.

Già nel 2014 M5S e SEL presentarono delle mozioni parlamentari aventi ad oggetto proprio l'illegittimità per contrasto con la costituzione di quei trattati che vennero respinte per l'opposizione congiunta di PD e NCD. La questione, quindi, è rimasta irrisolta e ci aspettiamo che il M5S, oggi maggioranza di governo, si muova in coerenza con quanto sempre dichiarato facendo pronunciare il Parlamento su tale questione. In ogni caso, attendiamo le pronunce della Magistratura Penale e la mobilitazione da parte dei comitati e movimenti territoriali continua!

Avv. Paola Ottaviano

Avv. Sebastiano Papandrea

https://www.nomuos.info/comunicato-legali-nomuos-sulle-sentenze-del-cga/

Articoli correlati

  • Aiuti di Stato, Alitalia e ILVA
    Economia
    Il Trattato di funzionamento dell'UE vieta gli aiuti di Stato

    Aiuti di Stato, Alitalia e ILVA

    Per il Financial Times l'Antitrust Ue avrebbe deciso di ritenere aiuti illegali i 900 milioni incassati nel 2017 da Alitalia. Per i restanti 400 del 2019 bisognerà attendere. La questione riguarda anche la più grande acciaieria italiana e il M5S per il finanziamento da 705 milioni di euro all'ILVA.
    10 settembre 2021 - Alessandro Marescotti
  • Stop armi alla Turchia
    Disarmo
    Autoritarismo del governo turco, gravi violazioni dei diritti umani e ingerenze in vari conflitti

    Stop armi alla Turchia

    La Rete Italiana Pace e Disarmo, nel contesto dell'iniziativa europea, rilancia in questo contesto la richiesta di blocco completo del flusso di armamenti verso la Turchia e il regime di Erdogan.
    23 ottobre 2020
  • Decreti salva-ILVA: il M5S ha fatto peggio del PD
    Ecologia
    Il decreto del ministro Costa fa come gli altri e in più esautora di fatto il Parlamento

    Decreti salva-ILVA: il M5S ha fatto peggio del PD

    L'onorevole pentastellato Giovanni Vianello, tarantino e della Commissione Ambiente, su Facebook ribatte scrivendo che il decreto di Costa sui nastri trasportatori non è un decreto salva-ILVA perché è un decreto ministeriale e non un decreto legge. Ecco che cosa gli rispondo.
    5 ottobre 2020 - Alessandro Marescotti
  • Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa ha firmato due nuovi decreti salva-ILVA
    Ecologia
    I decreti salva-ILVA passano così da 12 a 14

    Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa ha firmato due nuovi decreti salva-ILVA

    Il Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto scrive in un comunicato: "Eravamo ansiosi di vedere che lei cambiasse la situazione. E invece no. Lei continua, come i suoi predecessori, nel solco dei decreti salva-ILVA".
    2 ottobre 2020 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)