Disarmo

Lista Disarmo

Archivio pubblico

Il governo tedesco ha detto no alla Lockheed Martin e a Donald Trump

La Germania rinuncia agli F-35: troppo costosi

Sceglierà caccia più economici: o l'Eurofighter (che costa quasi la metà dell'F-35) o il caccia F/A-18 della Boeing (che costa un terzo dell'F-35).
16 febbraio 2019
Redazione PeaceLink

La Germania non acquisterà i cacciabombardieri F-35. E si orienta sugli aerei europei.

Il governo tedesco, a differenza di quello italiano, ha detto no alla Lockheed Martin e a Donald Trump.

L'informazione è disponibile nel sito specializzato airorce-tecnology.com che aggiunge che l'aereo su cui punta il Ministero della Difesa tedesco è la nuova versione dell'Eurofighter o l'F/A-18 della Boeing. 

Quest'ultimo ha un costo a unità che varia fra i 29 milioni e i 57 milioni di dollari.

L'Eurofighter arriva a 63 milioni  di euro.

Il costo dell'F-35 varia invece dagli 89 milioni di dollari (F-35A), ai 107 milioni di dollari (F-35C) fino ad arrivare a superare i 115 milioni di dollari (F-35B).

L'F-35 prometteva costi inferiori della metà rispetto al caccia europeo Eurofighter e invece costa quasi il doppio. Ecco la storia di questo progetto a cura del Sole 24 Ore.

La Germania rinuncia agli F-35

Articoli correlati

  • La forza della nonviolenza
    Ecologia
    Come i bambini hanno cambiato la lotta all'inquinamento dell'ILVA

    La forza della nonviolenza

    Si chiude una settimana che passerà nella storia delle lotte popolari nonviolente italiane. Taranto ha scritto, con i suoi bambini e con il suo dolore, una delle pagine più luminose della resistenza nonviolenta alle ingiustizie. Adesso occorre fare altri passi avanti
    9 marzo 2019 - Alessandro Marescotti
  • Ecco tutti i dati che confermano l'aumento dell'inquinamento a Taranto
    Ecologia
    Pubblichiamo l'intera serie storica da quando ArcelorMittal ha preso possesso dell'ILVA

    Ecco tutti i dati che confermano l'aumento dell'inquinamento a Taranto

    Documentazione per la conferenza stampa. Le informazioni attestano un innegabile ed evidente aumento delle emissioni e dell'inquinamento. Si può consultare tutta la documentazione che PeaceLink ha inviato ad Arpa Puglia
    6 marzo 2019 - PeaceLink
  • Nuovo strappo fra M5s e pacifisti
    Disarmo
    Convegno a Roma su "Produzioni e commercio di armamenti: le nostre responsabilità"

    Nuovo strappo fra M5s e pacifisti

    Il sottosegretario pentastellato agli esteri Manlio Di Stefano ha dichiarato che l'export di armi italiane verso l'Arabia Saudita non si può interrompere. "E' sbagliato pensare che si possa risolvere il problema con l’interruzione dell’esportazione delle armi prodotte in Italia", ha detto.
    2 marzo 2019 - Redazione PeaceLink
  • L'aumento delle spese militari e la farsa della “sicurezza collettiva”
    Disarmo
    Le bombe nucleari in Italia e i rapporti con USA-NATO-EUROPA

    L'aumento delle spese militari e la farsa della “sicurezza collettiva”

    le Forze Armate devono mettere sempre più a disposizione le proprie competenze e capacità per compiti non militari
    19 febbraio 2019 - Rossana De Simone

Prossimi appuntamenti

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.16 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)