Ecodidattica

Videoconferenze per l'educazione ambientale

Ecodidattica, prove tecniche di webinar

Oggi abbiamo testato la piattaforma Jitsi, con cui è possibile collegarci da casa e da scuola. La modalità webinar nasce per far fronte all'aumento delle scuole collegate in rete, spesso distanti fra loro. Jitsi è una piattaforma gratuita e open source che non pone limiti di tempo
25 febbraio 2020

Rete Ecodidattica

Prove tecniche di webinar

25 febbraio 2020


Jitsi, la piattaforma per le videoconferenze di Ecodidattica



Premessa

Il webinar (web seminar) è una modalità di audioconferenza che vogliamo sperimentare con la piattaforma Jitsi, che è gratuita e open source. Jitsi non pone limiti di tempo al webinar e co9nsente la partecipazione sia da PC che ha dispositivi mobili Android e iOS.

Cosa abbiamo fatto

Oggi 25 febbraio 2020 abbiamo svolto quattro prove tecniche (test) di 25 minuti ognuna per verificare l’efficienza della comunicazione con Jitsi, precisamente:

- Alle ore 16

- Alle ore 16.30

- Alle ore 17

- Alle ore 17.30

Ogni docente si è potuto collegare per effettuare i propri 25 minuti di test. 

Cosa abbiamo verificato nei test

Sono state messe in condivisioni delle slides. Le prove sono servite a verificare la funzionalità e l'efficienza della comunicazione, ossia se i docenti riuscivano:

  • a sentire l’audio del relatore
  • a vedere le immagini del webinar del relatore
  • a far sentire la loro voce
  • a scrivere nella messaggistica all’interno della piattaforma
  • ad attivare e disattivare la webcamera
  • ad attivare e disattivare il microfono

Come è avvenuto il collegamento

E' stato fornito il link per la connessione e ognuno è potuto entrare con il proprio computer.

I giudizi dei partecipanti su Jitsi

Questi sono i giudizi di dodici partecipanti che hanno scritto per email le loro impressioni sull'uso della piattaforma.

  • Sono entrata in piattaforma alle 17:30. Non ho avuto nessun tipo di problema nel visualizzare, né nell'ascoltare. Tutto ok, quindi. Feedback positivo.
  • Mi sono collegata alle ore 17,25 e ho trovato l'esperienza di collegamento molto agevole e intuitiva. La qualità dell'audio è stata molto buona; la qualità video ottima nei momenti di condivisione dello schermo, discreta per la camera. Grazie per l'esperienza condivisa.
  • Mi sono collegata alle 17.10 e disconnessa alle 17.50. E' andata perfettamente!
  • Come da programma, mi sono collegata alle 17,00. Tutto bene per la prova del webinar.
  • Mi sono collegato alle 17.10 circa e la comunicazione audio-video è stata perfetta. Mi sono collegato con un tablet via app Jitsi meet.
  • Mi sono collegata alle ore 16:30 del 25 febbraio 2020. Esperienza oltremodo positiva, ricca di preziosi consigli e utili informazioni sull'utilizzo di alcuni strumenti di condivisione. L'audio ottimo. Grazie.
  • Esperienza positiva, tutto perfettamente funzionante, spiegazione chiarissima, come sempre! Grazie!
  • L'applicazione Jitsi Meet Open source è davvero un'ottima risorsa per effettuare videoconferenze di alta qualità. Inoltre non è necessario scaricare alcun software sul proprio pc o dispositivo mobile. Ne avevo sentito parlare ma non l'avevo mai usata. Sono grata per questa opportunità, ho trovato Jitsi di semplice accesso e un'ottimo strumento.
  • Mi sono collegata alle 16.00. Bell'esperienza: buono l'audio e fluido il video. Semplice l'utilizzo delle funzioni della piattaforma. Sicuramente queste modalità aprono nuovi orizzonti alla didattica! Grazie.
  • Mi sono collegato alle 16 su Jitsi Meet per la prova di video conferenza. Il risultato è ampiamente soddisfacente, immagini e comunicazioni buone, utilizzo semplice, penso che possa essere uno strumento utile per le nostre attività.
  • Ho partecipato al webinar delle 16.00. Bella esperienza: piattaforma intuitiva, di facile utilizzo, audio e video buoni, ottima per la condivisione e il collegamento a distanza.
  • Alle ore 16.00 ho preso parte al web seminar su rete Ecodidattica al fine di testare la funzionalità della piattaforma Jitsi. Quest’ultima  è  altamente intuiva e ha restituito un feedback più che positivo. I partecipanti hanno potuto interloquire in videoconferenza senza alcun problema ed in maniera fluida.
    Ottima la condivisione dello schermo e dei video di YouTube con la possibilità di intervenire durante la loro riproduzione.
Note: Le prove tecniche sono state coordinate da Alessandro Marescotti con l’assistenza tecnica di Daniele Marescotti.

Articoli correlati

  • Limiti normativi, indicazioni OMS e rischi per la salute
    Ecodidattica
    I numeri del cancro in Italia (vedere file allegato)

    Limiti normativi, indicazioni OMS e rischi per la salute

    La maggior parte dei risultati degli studi che hanno valutato l’impatto dell’inquinamento atmosferico sulla salute umana provengono da studi condotti in aree (italiane o straniere) in cui tali limiti di legge erano rispettati. Questa osservazione vale anche per le valutazioni del rischio oncologico
    AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica)
  • Consumo responsabile
    Consumo Critico
    Sull'obiettivo 12 dell'Agenda ONU 2030 per la sostenibilità

    Consumo responsabile

    La società è il risultato di regole e di comportamenti e se tutti ci comportassimo in maniera consapevole, responsabile, equa, solidale, sobria, non solo daremmo un altro volto al nostro mondo, ma obbligheremmo il sistema a cambiare anche le sue regole
    Francesco Gesualdi
  • Criteri guida per il consumo critico
    Consumo Critico
    Le buone pratiche

    Criteri guida per il consumo critico

    Vi sono scelte di vita scelte che coinvolgono i criteri di acquisto e di consumo e che puntano a ridurre l'impronta ambientale. Il consumo critico attiene all'etica della responsabilità sociale, alla cittadinanza economica e alla cittadinanza globale
    26 dicembre 2020 - Redazione PeaceLink
  • Didattica a distanza: l’altro e l’altrove
    CyberCultura
    Didattica a distanza per educare alla cittadinanza

    Didattica a distanza: l’altro e l’altrove

    La scuola non può essere più rappresentata unicamente come uno spazio meramente fisico: la didattica a distanza pone in contatto con l'altro e l'altrove. La partecipazione a comunità virtuali di scuole genera motivazione tra gli studenti e nuove metodologie derivanti dall’apprendimento cooperativo.
    25 novembre 2020 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)