Ecologia

RSS logo

Mailing-list Ecologia

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Ecologia

...

Articoli correlati

  • Pecoraro: 38 centrali non sono a norma

    Pecoraro: 38 centrali non sono a norma

    Energia. Nessun rischio chiusura, manca però l'armonizzazione alla normativa Ue. La commissione Via ha concesso l'autorizzazione per il rigassificatore di Gioia Tauro progettato da Sorgenia e Iride.
    24 aprile 2008
  • Sito inquinato, finanziamenti garantiti

    Sito inquinato, finanziamenti garantiti

    La giunta Illy ha autorizzato l’assessore Moretton alla sigla dell’intesa con Roma dopo le verifiche degli uffici L’assessore Cosolini: «Adesso inizia la fase più importante per recuperare le aree» La prossima settimana la firma tra Regione e ministero dell’Ambiente.
    12 aprile 2008 - Giuseppe Palladini
  • Nasce in Puglia l'Italia ad idrogeno

    Nasce in Puglia l'Italia ad idrogeno

    Il profeta americano della rivoluzione industriale "verde" è a Roma per presentare un progetto della Regione con il ministero dell'Ambiente. Con Rifkin per l'energia pulita. Dal prossimo mese parte la costruzione di cinque distributori di idrometano
    10 aprile 2008 - Antonio Cianciullo
  • Due rigassificatori verso la Via

    Due rigassificatori verso la Via

    Venerdì valutazione ambientale per Gioia e Porto Empedocle. Via libera ambientale ai rigassificatori di Porto Empedocle e Gioia Tauro
    9 aprile 2008

Il bilancio in chiaroscuro di Pecoraro

La convegnistica di primavera sui temi dell’energia ha tenuto fede alle scadenze in agenda ma, date le circostanze politiche, ha assunto spesso le sembianze di una cerimonia degli addii.
3 maggio 2008
Fonte: Finanza&Mercati

- Tempo di bilanci, insomma. Quello del ministero dell’Ambiente in tema di rinnovabili è stato illustrato da Carmelo Spitaleri, della direzione per la Salvaguardia Ambientale, nel corso di un convegno romano del Kyoto Club sulla campagna di promozione del solare e del risparmio energetico negli enti pubblici. L’elenco delle iniziative e dei relativi stanziamenti si apre con il progetto «Il sole negli enti pubblici»:

10.334.422,17 euro assegnati per la realizzazione di impianti solari termici in edifici della Pa con un co-finanziamento fino a 50% del costo ammissibile. I progetti presentati sono stati 300 (il 17,7% in Calabria). Altri 4.700.000 euro sono stati destinati a «Il sole a scuola», benficiari i Comuni e le Province proprietari di edifici ospitanti scuole medie inferiori o superiori. Sono 485 i progetti che risultavano approvati lo scorso 24 aprile (72 in Sicilia, 31 in Lombardia), con un probabile rifinanziamento in arrivo.

L’obiettivo - in questo caso - era la realizzazione di impianti fotovoltaici connessi in rete sugli edifici scolastici, ma anche «interventi di razionalizzazione e risparmio energetico, tramite il coinvolgimento degli studenti».

Circa 2. 600.000 euro sono serviti a incentivare gli «Impianti fotovoltaici di alto pregio». Impianti solari connessi in rete e «completamente integrati in complessi edilizi secondo criteri di replicabilità». Un bando a graduatoria che ha premiato anche Università ed enti di ricerca. Sono 64 i progetti finanziati, di cui 13 in Abruzzo.
Lo stanziamento più significativo (25.822.844,95 euro) è andato alle Pmi.

Il bando prevedeva la corresponsione di contributi in conto capitale a piccole e medie imprese per progetti che prevedessero una riduzione dei consumi di energia da fonte non rinnovabile. Le tecnologie incentivate dal bando sono: solare termico, biomasse a usi termici, fotovoltaico, eolico. In questo caso il contributo massimo va dal 50% del costo per il fotovoltaico al 30% per le biomasse. Sono stati presentati 1.118 progetti, ne sono stati approvati 298. L’83% riguarda progetti per impianti fotovoltaici.

L’elenco prosegue con il bando Audit, che finanzia (1,5 milioni) le aziende distributrici di energia elettrica «per effettuare audit energetici nel settore terziario al fine di fornire un quadro dettagliato delle prestazioni energetiche». Cento le domande pervenute.

Altri 774.685,35.euro sono stati spesi per il «Programma di Solarizzazione degli Istituti Penitenziari Italiani». Il bando prevede che l’installazione dei pannelli solari sarà ad opera dei detenuti, appositamente istruiti tramite un corso di formazione. Altre iniziative (3 milioni) riguardano l’isola ecologica di Carloforte, in Sardegna, le rinnovabili nelle isole minori (3.488.636 euro) e quelle nelle aree naturali protette (1.932.167,33 euro). 10 milioni sono stati impegnati per il co-finanziamento di studi e progetti di ricerca. 40 milioni, infine, sono stati concessi a Calabria, Lazio, Puglia e Sardegna per promuovere la tecnologia solare termodinamica. Di più non c’è stato il tempo di fare.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)