Ecologia

RSS logo

Mailing-list Ecologia

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Ecologia

...

    Cosa fa una pala meccanica nella stiva di una nave?

    Le operazioni di scarico di minerale dalle navi che attraccano nel porto di Taranto
    10 giugno 2013 - Luciano Manna

    scarico minerale da una nave nel porto di taranto

    E' il 6 giugno 2013 e al secondo sporgente del porto di Taranto è attraccata la nave Panorama (1), nave di tipo Bulk Carrier che scarica minerale, di carbone o di ferro, per l'area industriale tarantina.

    Le gru si posizionano sulla Panorama, lo scarico è già iniziato nei giorni precedenti ed oggi, giovedì 6 giugno, terminano le operazioni che hanno portato l'approvvigionamento di 80mila tonnellate di carbone minerale.

    Tre gru sono all'opera con le loro grandi benne che pescano il minerale, ma sulla prima gru a sinistra, dal nostro punto di vista che è più o meno, dalla ringhiera, il bastione Carducci, si nota qualcosa di inconsueto. La gru non cala nella stiva una benna per estrarre minerale ma bensì cala una grossa pala meccanica.

    Ma cosa ci fa una pala meccanica di quelle dimensioni nella stiva di una nave? Tutti, certo, rimpiangiamo le storiche edizioni di "Giochi Senza Frontiere" che addirittura nel 1980 portò una serata a Martina Franca, ma in questo caso dubitiamo che si tratti dell'allenamento di una disciplina bizzarra, la corsa delle pale meccaniche sulle montagne di minerale, dentro la stiva di una nave poi, o sarà una nuova serie della gialappa's band che ci propone Mai dire Bulk?

    Ci passano per la mente supposizioni e a queste ci poniamo delle domande serie, le stesse domande le rigiriamo a chi potrebbe farci capire qualcosa in merito alle operazioni di scarico minerale nel porto di Taranto, perchè queste operazioni sono svolte da uomini e non semplicemente da macchine.

    La pala meccanica nella stiva della nave, nella fase finale di scarico, cioè quando le benne delle gru hanno quasi esaurito tutto il minerale nella stiva, servirebbe a creare delle piccole montagne di minerale per poi facilitare la presa delle benne delle gru che senza queste montagne andrebbero a toccare solo il fondo della stiva. Presumibilmente questo avviene anche perchè la gru che si sposta sulla lunghezza della nave non riesce a pescare in alcuni punti particolari ed irraggiungibili per la benna manovrata.

    Si presume anche che il minerale trasportato, durante la navigazione, sia interessato da umidità ed in alcuni casi può essere anche raggiunto da acqua di mare, questo comporta il solidificarsi del minerale in prossimità delle paratie ed in generale sulle pareti della stiva della nave, quindi la pala meccanica andrebbe a "scrostare" questi pezzi di materiale solido dalle pareti della stiva.

    Ci poniamo più di una domanda che parte dal presupposto che la pala meccanica è stata messa in stiva prima che le gru iniziassero a lavorare; una volta calata la pala meccanica in stiva, le gru hanno iniziato a pescare minerale con le benne, compresa la sezione dove era stata calata la pala meccanica

    Chi guida una pala meccanica calata nella stiva di una nave contenente carbone minerale mentre sopra la sua testa operano gru con grosse benne atte all'estrazione dello stesso minerale?

    L'operazione di manovra di una pala meccanica nella stiva di una nave contenente carbone minerale è prevista nelle pratiche operative contenute nei manuali di qualità aziendali?

    Per quale ditta o azienda lavora il manovratore della pala meccanica?

    Se l'operazione è prevista nelle pratiche operative aziendali, quali sono i DPI (dispositivo protezione individuale) forniti all'operaio.

    scarico minerale da una nave nel porto di taranto

    Se sono previsti DPI ci domandiamo se siano sufficienti ad assicurare una regolare respirazione all'operaio. Va precisato che nella stiva è presente carbone minerale che viene rimosso e che quindi rimane in parte in sospensione nell'ambiente di lavoro; inoltre la pala meccanica è alimentata a diesel e ci chiediamo: i gas combusti sono diffusi nella stessa stiva?

    Le operazioni della pala meccanica nella stiva della nave possono danneggiare la stessa nave e quindi mettere a rischio non solo l'incolumità del manovratore ma anche quella degli operai presenti sulla nave?

    Oltre alle domande che ci poniamo e che riponiamo a chi dispone queste operazioni di lavoro e a chi deve vigilare su queste operazioni, rimangono altri dubbi sullo stesso metodo di estrazione del minerale con le gru.

    Le benne delle gru rilasciano grossi quantitativi di minerale nel tempo trascorso durante la sua corsa e cioè dall'uscita della stiva al rilascio del minerale. Nelle fotografie si possono notare grossi quantitativi di minerale sulla base della gru messi alla rinfusa, questo testimonia che le benne durante la loro corsa perdono minerale che va in qualsiasi direzione, in mare, sullo sporgente ed in parte sulla stessa gru.

    Alla luce di quanto visto, ci auguriamo sempre che in ogni operazione svolta dagli operai, sia prevista la giusta dose di "sicurezza" ricordando che anche nei luoghi di lavoro dove sono previsti i massimi criteri di sicurezza, si verificano incidenti che portano alla morte di operai: figuriamoci cosa può succedere in una città dove, quando la gente muore a causa del semplice profitto economico, si applica la filosofia della "minchiata".

    Note:

    (1) http://www.marinetraffic.com/ais/shipdetails.aspx?MMSI=538004139

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)