Ecologia

RSS logo

Mailing-list Ecologia

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Ecologia

...

    1 gennaio 2014, cosa c'è nel vapore acqueo dell'Ilva di Taranto

    Numerose fotografie pubblicate sui social network dimostrano le spaventose emissioni del siderurgico tarantino
    1 gennaio 2014 - Luciano Manna

    ore 20 30 foto di nico gigas

    Sono numerose le fotografie che per tutta la giornata sono state pubblicate sui social network dai vari internauti e che ritraggono le impressionanti emissioni dello stabilimento Ilva di Taranto. Le condizioni climatiche hanno accentuato l'impatto visivo dimostrando come le nuvole in sosta sul quartiere Tamburi di Taranto sono prodotte dai vapori emessi dalla zona cokeria dello stabilimento tarantino. La quasi totalità di assenza di vento e la bassa pressione creano uno scenario apocalittico che crea un netto distinguo tra le nuvole dovute a perturbazione metereologica e le emissioni di vapore.

    Ma se è solo vapore acqueo sarà anche innocuo penseranno in tanti, quindi inutile allarmarsi per niente e forse non è neanche il caso di creare allarmismi fuorvianti, aggettivi che abbiamo sentito molto spesso a seguito di alcune denunce.

    Infatti non è proprio così, perchè se è vero che con semplici fotografie non possiamo dimostrare uno sforamento di emissioni nocive è anche vero che osservando le fotografie e consultando le documentazioni ufficiali prodotte da ISPRA in relazione all'AIA possiamo capire che proprio con alcune emissioni di vapore acqueo l'Ilva di Taranto infrange le prescrizioni AIA. 

    Ad ottobre 2012 Ilva riceve l'ultima diffida per inosservanza delle prescrizioni a seguito della nota che ISPRA aveva comunicato al Ministero dell'Ambiente e in relazione alle attività di controllo per il terzo trimestre del decreto di riesame dell'AIA. Nelle violazioni notificate si parla nello specifico di queste emissioni di vapore, a scanso di equivoci riportiamo quanto scritto da ISPRA. ore 19.47 foto di gianfranco curto

    "Superamento del valore di 25 g/t coke nell'emissione di particolato con il flusso di vapore acqueo in uscita dalle torri di spegnimento nr 4, 5, 6, 7 asservite alle batterie 7-8 e alle batterie 11-12 attualmente in funzione, contrariamente a quanto previsto dalla prescrizione 49, paragrafo 3.5.9 "spegnimento coke"

    omesse comunicazioni con dettagliate informative all'Autorità Competente ed agli enti di controllo previste dal paragrafo 13 del Parere Istruttorio Conclusivo, come integrata all prescrizione 89 e dal paragrafo 9.3 del Piano di Monitoraggio e Controllo relativamente alle non conformità ai limiti emissivi di cui al precedente punto per la inosservanza della prescrizione 49"

    Le fotografie pubblicate in questo articolo sono solo alcune di quelle segnalateci. Tutte le altre sono state raccolte e saranno inviate alla Commissione Ambriente UE, pertanto vi invitiamo a continuare ad inviarcele o segnalarcele sui social network.

    foto di daniela casavola

    ore 15 foto di anna svelto

    ore 17 foto di gianfranco carriglio

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.7 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)