Ecologia

RSS logo

Mailing-list Ecologia

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Ecologia

...

    Emergenza Xylella in Puglia: la Commissione Europea sta commettendo un grosso errore?

    Peacelink scrive al Commissario Europeo alla Salute Vytenis Andriukaitis
    23 marzo 2015 - Antonia Battaglia

    ulivi in puglia

    Peacelink ha inviato oggi una lettera al Commissario Europeo alla Salute Vytenis Andriukaitis in merito alla vicenda della Xylella Fastidiosa e al paventato abbattimento di centinaia di migliaia di ulivi del Salento. Una misura che la Commissione ha indicato come necessaria per il contenimento del contagio del batterio, considerato come causa del disseccamento rapido degli ulivi. 

    Peacelink, che parla a Bruxelles a nome delle associazioni del Salento e degli agricoltori riuniti intorno al "Comitato Spazi Popolari", ha allertato la Commissione sul fatto che l’eradicazione degli ulivi è quasi certamente la soluzione sbagliata alla questione, visto che la Xylella potrebbe non essere la causa del disseccamento rapido degli ulivi e che il rapporto sull’audit  di una missione in loco della stessa Commissione nel Febbraio 2014 afferma che alcune specie di funghi di tipo tracheomicotico possono causare singolarmente il disseccamento degli alberi. Test di patogenicità della Xylella sono ancora in corso, quindi non esiste una risposta scientifica alla domanda se la Xylella sia o meno la prima responsabile del disseccamento rapido degli ulivi.  Sembra, invece, che la malattia sia da attribuire innanzitutto alla proliferazione di questo tipo di funghi. Cosa tra l’altro verificata da centinaia di agricoltori ed esperti in loco. I funghi non hanno la stessa dinamica di diffusione della Xylella e quindi lo sradicamento degli alberi potrebbe essere inutile.

    Peacelink ha invitato il Commissario Andriukaitis a recarsi a visitare gli ulivi che sono guariti in vari punti della zona indicata come focolaio della Xylella, e ha chiesto che la politica europea in materia venga rivista alla luce di studi dell’Università di Foggia, dei riscontri negativi sulla presenza di Xylella avuti su molti alberi affetti dal disseccamento rapido e alla luce del successo che ha avuto la terapia applicata agli ulivi malati, terapia che mira alla eliminazione dei funghi con procedure di disinfezione tradizionale e non aggressiva. 

     

    Per Peacelink

    Antonia Battaglia

     


    Note:

    Intervista a RaiRadio3 a Antonia Battaglia su questione Xylella https://youtu.be/DRqqb5tl0Ig

    17 marzo 2015 http://www.peacelink.it/ecologia/a/41449.html
    (dossier xylella in commissione)
    20 marzo 2015 http://www.peacelink.it/ecologia/a/41455.html
    (incontro con direzione Generale Salute e Tutela dei Consumatori della Commissione Europea)
    23 marzo 2015 http://www.peacelink.it/ecologia/a/41460.html
    (lettera al Commissario Europeo alla Salute Vytenis Andriukaitis)
    24 marzo 2015 http://www.peacelink.it/ecologia/a/41469.html
    (incontro con il Capo di Gabinetto del Commissario Andriukaitis)

    Allegati

    • Antonia Battaglia - Fonte: peacelink
      Letter to Commissioner Andriukaitis

      Tutti i diritti riservati

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.7 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)