Editoriale

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • Conto Corrente Bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Archivio 2003

47 Articoli - pagina 1 ... 4 5
  • L'ipocrisia di una guerra breve

    Noi pacifisti siamo per una guerra quanto più breve possibile?
    Vi è molta ipocrisia in giro: "Voi pacifisti siete per una guerra breve, ovviamente".
    Ci dispiace non allinearci con gli auspici della Borsa.
    22 marzo 2003 - Alessandro Marescotti
  • L'attacco è iniziato

    Pacifisti, è stato tutto inutile?

    Al lamento “è stato tutto inutile” dovremo opporre l’orgoglio di cittadini che non si rassegnano ad un potere internazionale che ci vuole sudditi. Se Bush sogna di attribuirsi il potere di dettare le norme internazionali, di attuarle e di punire chi non le attua allora è nostro dovere dire “no” all’assolutismo internazionale del novello Re Sole.
    20 marzo 2003 - Alessandro Marescotti
  • Il solito "deprecabile incidente"
    (e un'altra vita se ne va... la vita di una di noi!)

    Il solito "deprecabile incidente"

    17 marzo 2003 - Sergio Mauri
  • Lettera ai giudici

    L'obbedienza non e' piu' una virtu'

    Nell'imminenza della guerra abbiamo deciso di non scrivere un editoriale ma di ripubblicare "L'obbedienza non è più una virtù", ossia la Lettera ai Giudici che don Lorenzo Milani scrisse il 18 ottobre 1965. E' una lettera da stampare e diffondere nelle scuole, da leggere e discutere pubblicamente. Contiene infatti le ragioni ancora attuali del movimento per la pace. Don Milani fu processato per "istigazione a delinquere" e per "istigazione di militare a disubbidire alle leggi". Don Milani aveva infatti difeso le ragioni degli obiettori di coscienza - allora considerati "illegali" - e della disobbedienza alla guerra. Tale gesto bastò per processarlo. Nel presente conto alla rovescia verso l'attacco militare, facciamo nostre le ragioni per cui don Milani giudicava moralmente necessario disobbedire alle guerre d'attacco. Chiediamo ai lettori un po' di pazienza: dopo le prime pagine introduttive, il testo di don Milani arriva della storia, indicando nell'obbedienza e nella disobbedienza due criteri fondamentali di scelta e di azione del cittadino. Ai lettori chiediamo inoltre di trasformare la lettera di don Milani in un manifesto etico e politico da proporre a tutti, calandolo nelle attuali circostanze storiche. Oggi più che mai l'obbedienza non è più una virtù.

    PeaceLink
    10 marzo 2003 - Don Lorenzo Milani
  • Divieto bandiera pace: fax di PeaceLink Prefetto e Sindaco di Taranto

    16 febbraio 2003 - Alessandro Marescotti
  • Diario dal Kenya: storie maledette e cuori grandi

    Diario dal Kenya: storie maledette e cuori grandi

    Quante storie, problemi, sofferenza. Non pensi al loro passato quando li guardi correre per il cortile di Kivuli. Leggendo mi e' venuta in mente una frase di Ebano, un libro di Kapuscinski, che poi sono andato a cercare "quei ragazzi scalzi, affamati e analfabeti vantavano su di me una superiorita' etica la superiorita' che una storia maledetta conferisce alle sue vittime.". Certo, ora non sono piu' affamati ne analfabeti. Ma il pensare al prima. e quante volte in questi giorni in giro per Kibera, Korogocho, Riruta o anche in town, in centro questa sensazione. di impotenza, il sentirsi davvero piccolo.E questa gente che continua a lottare, a sorridere, a sperare.
    24 gennaio 2003 - Carlo Cassinis
  • Il Medioevo del Terzo Millennio

    4 gennaio 2003 - Ezio Margelli
pagina 5 di 5 | precedente - successiva
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.6 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)