Latina

Il Vaticano condanna il teologo della liberazione

12.03.07 - EL SALVADOR

L'arcivescovo di San Salvador, Fernando Saenz Lacalle, ha confermato che la Congregazione per la Dottrina della Fede ha notificato a Sobrino il divieto all'insegnamento in qualunque centro cattolico "fino a che non riveda le proprie posizioni".

Saenz Lacalle ha affermato che in Vaticano "si studiano da tempo i suoi scritti e gli erano già stati dati degli avvertimenti".

Ha spiegato che "cio' che la Santa Sede afferma e' che le conclusioni degli studi teologici su Cristo che padre Sobrino ha pubblicato non sono concordi con la dottrina della Chiesa e che egli non potra' insegnare teologia in nessun centro cattolico fino a che non riveda le proprie posizioni".

Da parte sua, Sobrino ha rifiutato per il momento di commentare con la stampa circa il provvedimento del Vaticano, che secondo altre fonti ecclesiastiche sara' reso pubblico giovedi' prossimo.

Chi e' Jon Sobrino

Nato a Bilbao (Spagna) il 27 dicembre 1938, Jon Sobrino vive in Salvador da cinquant'anni, dedito soprattutto all'insegnamento presso la UCA [Universita' Centroamericana del Salvador] e alla stesura di numerose opere, relative principalmente alla Teologia della Liberazione.

E' stato uno dei fondatori dell'Universita' Centroamericana del Salvador e uno dei maggiori fautori della Teologia della Liberazione, su cui ha scritto una decina di libri.

Eresia

L'organo ecclesiastico che ha elaborato la condanna - diretto dal cardinale Ratzinger e, a partire dalla nomina di questi a Papa Benedetto XVI, nell'aprile del 2005, dal cardinale Joseph Levada - accusa Sobrino di "falsare la figura di Gesu'", e piu' concretamente di "non affermare apertamente la sua natura divina"; in altri termini, la Congregazione per la Dottrina della Fede - erede dell'Inquisizione - assicura che il gesuita basco-salvadoregno e' caduto nella "vecchia eresia" che sottolinea in maniera eccessiva il lato umano della figura di Gesu' di Nazareth e che, in tal modo, ne "occulta la divinita'". Percio', il Vaticano ha approvato un documento mediante il quale gli sara' proibito, a mo' di "penitenza", di insegnare presso i centri ecclesiastici o di pubblicare libri con il nulla osta dell'autorita' ecclesiastica, pretendendo cosi' di condannarlo al "silenzio piu' assoluto".

A quanto pare, tanto la Compagnia di Gesu' - a cui Sobrino appartiene - quanto lo stesso teologo erano gia' a conoscenza della notizia, dato che, seguendo la prassi abituale per questi casi, il Vaticano aveva in precedenza chiesto a Sobrino che rettificasse per iscritto il proprio comportamento. Tuttavia, dopo aver riflettuto ed essersi addirittura consultato con il preposto generale della Compagnia di Gesu', Sobrino si e' rifiutato di attuare tale rettifica.

Teologia della Liberazione

Tutta questa situazione ha creato un grande turbamento sia all'interno della Compagnia di Gesu', sia nel resto della classe ecclesiastica, dato che Jon Sobrino e' attualmente uno dei massimi esponenti della dottrina nota come Teologia della Liberazione, un movimento di carattere religioso, politico e sociale nato all'epoca del Concilio Vaticano del 1962-1965 e che, alla fin fine, non e' altro che un movimento a favore delle persone povere ed emarginate e che persegue la giustizia sociale.

La Teologia della Liberazione si e' sviluppata rapidamente in tutto il Sudamerica, nonostante il fatto che la gerarchia della Chiesa Cattolica vi si sia opposta da subito.

Note: Tradotto da Silvia Corbatto per www.peacelink.it
Il testo e' liberamente utilizzabile a scopi non commerciali citando le fonti, l'autore e il traduttore.

Articolo originale in spagnolo:
http://www.adital.com.br/site/noticia.asp?lang=ES&cod=26675

Articoli correlati

  • Bukele e gli USA, due facce della stessa medaglia
    Latina
    El Salvador

    Bukele e gli USA, due facce della stessa medaglia

    Una crisi congiunturale e un solo obiettivo: affossare qualsiasi progetto politico progressista
    4 giugno 2021 - Giorgio Trucchi
  • Cosa succede in America Centrale?
    Latina

    Cosa succede in America Centrale?

    Registrazione della trasmissione sulla situazione delle lotte sociali e popolari in El Salvador, Honduras e Guatemala
    21 maggio 2021 - Giorgio Trucchi
  • Bukele, potere assoluto
    Latina
    El Salvador

    Bukele, potere assoluto

    Destituiti i magistrati della Sala costituzionale della Corte suprema di giustizia, i loro supplenti e il procuratore generale, rimpiazzati con persone di fiducia del presidente Nayib Bukele. Il relatore speciale dell'ONU per l'indipendenza dei giudici e avvocati ha condannato il provvedimento.
    5 maggio 2021 - Giorgio Trucchi
  • El Salvador, tra elezioni e crisi economica e istituzionale
    Latina
    Un anno dopo il tentativo (fallito) di golpe, Bukele si prepara a fagocitare il Parlamento

    El Salvador, tra elezioni e crisi economica e istituzionale

    Secondo i principali sondaggi effettuati dopo l'inizio della campagna elettorale, il partito del presidente Nayib Bukele, Nuove Idee (Ni), non solo starebbe per stravincere le elezioni, ma si appresterebbe addirittura a ottenere la maggioranza qualificata dei due terzi (56 seggi).
    23 febbraio 2021 - Giorgio Trucchi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)