Latina

L'ira di Washington

Niente truppe Usa con il presidente Lugo

3 aprile 2007
Dario Pignotti
Fonte: Il Manifesto (http://www.ilmanifesto.it)

Fernando Lugo ammette di «non essere il candidato degli Usa per le prossime elezioni». Washington ha già mostrato la sua preferenza per Luis Castiglioni, attuale vicepresidente, difensore dell'installazione di una base militare a Mariscal Estigarribia, una zona strategica per la sua prossimità con il Brasile e la convulsa Bolivia del presidente Morales. Lugo anticipa che, se eletto, non permetterà alcuna installazione di truppe nordamericane, dal momento che «non c'è alcuna prova concreta della presenza di terroristi. Non si può associare il fatto che lì viva una grande collettività araba col fatto che siano terroristi». E avverte che «l'interesse nordamericano per questa regione riguarda anche la straordinaria ricchezza di acqua e di biodiversità presente nell'Acuifero guaranì». E' una delle maggiori riserve di acqua potabile del mondo, con un'estensione di un milione e 200mila chilometri quadrati. «Credo che acqua, biodiversità e ambiente vadano salvaguardati, come una forma di sovranità. Ci sono circa 4.700 imprese multinazionali che hanno interessi nell'Acuifero guaranì per industrializzare, imbottigliare ed esportare l'acqua nell'area paraguayana. Noi difendiamo il principio che l'acqua è un bene per l'umanità, non privatizzabile».

Articoli correlati

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)