Latina

L'ira di Ratzinger

Pronta la scomunica

3 aprile 2007
Dario Pignotti
Fonte: Il Manifesto (http://www.ilmanifesto.it)

L'ira di Joseph Ratzinger è caduta come una folgore su Asuncion alla fine di dicembre. Con la stessa severità in cui negli anni 80 castigò il teologo della liberazione brasiliano Fernando Boff, il papa - che visiterà il Sudamerica in maggio - ha rifiutato la rinuncia di monsignor Lugo alla carica di vescovo, cosa che implica impedirgli di candidarsi alla presidenza, e attraverso il cardinale Giovanni Battista Re lo ha avvertito che può essere scomunicato.

- Lei è il nuovo Boff della chiesa latinoamericana?
- Non proprio. Ho una sospensione canonica che in qualche modo mi toglie il mio ministero, che è ciò che io avevo sollecitato. E l'ho fatto perché in Paraguay la legge proibisce di candidarsi ai ministri di qualsiasi religione.

- Come giudica il papa?
- Credo che Ratzinger non sia più quello della Teologia della fede, oggi il pontefice deve accentuare il proprio carattere di pastore universale.

- Si considera un religioso della teologia della liberazione?
- Sì, credo che sia stata l'ispirazione più grande della mia formazione. E' stato l'aiuto scientifico e intellettuale fondamentale delle mie scelte. Credo che la teologia della liberazione e le comunità ecclesiastiche siano strumenti di avvicinamento al popolo e determinano un tipo di prete vicino alla vita di ogni giorno, che non soffre un divorzio tra fede e vita.

- Che cosa le ha lasciato la sua visita in Chiapas?
Ho avuto la fortuna di stare in Chiapas con tatic (padre, ndt) Samuel Ruiz nel 1995. Quel viaggio mi ha dato una nuova prospettiva della ricchezza interculturale che arriva alla chiesa quando si fa indigena. Credo che il grande sforzo di Samuel abbia lasciato il segno dimostrando che nella vita di questa gente c'è Cristo incarnato, il Cristo salvatore, liberatore.

Articoli correlati

  • Paraguay: assolti gran parte dei contadini accusati per il massacro di Curuguaty
    Latina
    A seguito di una vera e propria montatura giudiziaria sostenuta dallo Stato, dall’agronegozio e dai terratenientes

    Paraguay: assolti gran parte dei contadini accusati per il massacro di Curuguaty

    Il 15 giugno 2012 la polizia aveva sgomberato con violenza l’occupazione della finca di Marina Kue promossa dai campesinos senza terra
    31 luglio 2018 - David Lifodi
  • Paraguay: nelle urne ritorna lo stronismo
    Latina
    Mascherato sotto le spoglie di un politico conservatore, Mario Abdo Benítez conquista la presidenza del paese con soltanto il 4% in più di Efraín Alegre

    Paraguay: nelle urne ritorna lo stronismo

    Mario Abdo Benítez è esponente dell’ala filostronista del Partido Colorado. Suo padre è stato il segretario di Alfredo Stroessner
    23 aprile 2018 - David Lifodi
  • PeaceLink e le elezioni
    Editoriale
    Ogni aderente all'associazione fa le sue scelte in totale autonomia

    PeaceLink e le elezioni

    PeaceLink è un'associazione pluralistica e libera e non dà indicazioni di voto, anche perché non ne può dare per statuto.
    27 febbraio 2018 - Associazione PeaceLink
  • I sette i giovani trucidati dai nazifascisti nel 1944
    Voltana
    Lugo di Romagna

    I sette i giovani trucidati dai nazifascisti nel 1944

    Avevano tra i 15 e i 23 anni, furono catturati dalla Brigata Nera nella Rocca. Prima di loro fu ucciso Carlo Landi, ventenne il cui corpo venne esposto come monito. Gli altri furono ammazzati e buttati nel fiume Senio
    17 marzo 2018
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.19 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)