Latina

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Approvata il 4 luglio 2017

    Puglia, mozione per il disarmo nucleare

    Il Consiglio Regionale della Puglia impegnano il Presidente della Regione e la Giunta regionale a richiedere al Governo nazionale di rispettare il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari e, attenendosi a quanto da esso stabilito, a porre in essere iniziative finalizzate alla rimozione da parte degli Stati Uniti d’America di qualsiasi arma nucleare dal territorio italiano e alla loro rinuncia a installarvi i nuovi ordigni B61-12 e qualsivoglia altra arma nucleare.
  • Abruzzo, non è la 'ndrangheta che mancava, è la coscienza diffusa che manca

    Abruzzo, non è la 'ndrangheta che mancava, è la coscienza diffusa che manca

    La recente scoperta di una vera e propria rete ‘ndranghetista, che ha cercato di dominare e opprimere la città di Francavilla e il circondario, è l’ultima (in ordine di tempo) dimostrazione che l’Abruzzo “isola felice” (come già scritto mesi fa) esiste solo nelle menti ipocrite di chi non vuol vedere, di chi vuol cullarsi in una pax borghese e disinteressata alle sorti comuni. La realtà dell’Abruzzo è questa da tantissimi anni.
    4 marzo 2017 - Alessio Di Florio
  • Sanità abruzzese, uscita dal commissariamento. Scusate ma non si riesce a festeggiare ...

    Sanità abruzzese, uscita dal commissariamento. Scusate ma non si riesce a festeggiare ...

    Grande enfasi ha accompagnato nei giorni scorsi la notizia dell’uscita ufficiale dell’Abruzzo dal commissariamento sulla sanità post-sanitopoli. Dall’attuale alla precedente maggioranza quasi una corsa ad accreditarsi i meriti dell’uscita da quello che è stato definito un tunnel. Ma per i cittadini, i malati, i meno abbienti di questa Regione purtroppo non c’è nulla da festeggiare. Perché per loro dal tunnel non c’è nessun uscita, ieri, oggi, e ancora domani e in futuro resta un calvario infinito, un peso enorme quotidiano.
    20 settembre 2016 - Alessio Di Florio
  • Bioaccumulo anomalo in alcuni alimenti della Basilicata e criticità nel lago Pertusillo
    In allegato la lettera

    Bioaccumulo anomalo in alcuni alimenti della Basilicata e criticità nel lago Pertusillo

    PeaceLink e Cova Contro mandano a Bruxelles i dati attualmente disponibili. Sono tratti da tre relazioni non ancora pubblicate, alle quali abbiamo però avuto accesso in modo ufficioso.
    10 maggio 2016 - Antonia Battaglia e Giorgio Santoriello

La Carovana dell'Acqua è passata dal Nicaragua

Un evento internazionale coordinato tra Italia e America centrale per promuovere il riconoscimento dell’acqua come diritto umano e contrastarne i processi di privatizzazione.

15 novembre 2008 - Giorgio Trucchi

PER IL DIRITTO ALL'ACQUA su Radio Popolare Network

La deputata Mónica Baltodano con la Carovana dell'Acqua

Sabado 8 novembre una delegazione composta da rappresentanti dei Movimenti per il diritto all'acqua, Ong impegnate su questa tematica in Italia ed in Centroamerica, consiglieri comunali e regionali, è partita con destinazione il Centroamerica per partecipare ad una marcia che toccherà Nicaragua, Honduras, Guatemala ed il Salvador. Obiettivo della Carovana è rendere visibile e sostenere le mobilitazioni delle comunità ed organizzazioni locali che non hanno accesso all'acqua, rafforzando in questo modo il ruolo dei Movimenti sociali locali in difesa dell'acqua.
Altro obiettivo è quello di creare sinergie e relazioni di collaborazione con i movimenti italiani ed europei e con le istituzioni locali impegnate sul fronte della cooperazione decentrata.

Secondo Dolores Jarquín, membro del Movimiento Social Nicaragüense Otro Mundo es Posible (MSN), “La problematica dell'acqua che esiste nel paese, la lotta di molte organizzazioni e comunità in difesa di questa importante risorsa ed i progetti di sfruttamento delle risorse da parte delle grandi multinazionali, molte di esse europee, sono stati elementi che hanno motivato l'arrivo della Carovana in Nicaragua".

La Carovana incontra gli ex lavoratori della canna da zucchero ammalati di IRC (Foto G. Trucchi)

Durante la loro permanenza, i membri della Carovana hanno potuto conoscere la drammatica situazione delle migliaia di ex lavoratori e lavoratrici delle piantagioni di canna da zucchero e banane, che sono ammalati a causa dell'utilizzo indiscriminato dei pesticidi nelle monocolture.
"Ciò che chiediamo è che, una volta tornati in Italia ed Europa, informino e facciano conoscere quello che sta accadendo nella zona occidentale del Nicaragua, soprattutto per ciò che riguarda l'inquinamento ambientale, delle risorse idriche e degli esseri umani che hanno ucciso migliaia di persone che hanno lavorato nell'Ingenio San Antonio del Grupo Pellas", ha detto Jarquín.

La Carovana ha anche potuto conoscere la problematica della popolazione della cittadina di Mateare, la quale soffre le conseguenze dell'inquinamento idrico a causa degli scarichi delle maquilas (imprese che operano in regime di zona franca per lo più di lavorazione tessile) che sono sorte nella zona e le comunità indigene di Abangasca Sur, a León, di Matagalpa e di Totogalpa, che lottano per difendere le loro riserve idriche.
Si è riunita con il Movimento dei Consumatori di Granada ed ha potuto analizzare a fondo la situazione ambientale del paese e la Legge Nazionale dell'Acqua, durante un incontro ufficiale con la Commissione Parlamentare dell'Ambiente e Risorse
Naturali della Asamblea Nacional.

I membri della Carovana hanno chiarito alle autorità che li hanno ricevuti che "l'acqua non può essere considerata un bene commerciale e nemmeno essere regolata con le leggi del mercato. Crediamo invece che debba essere gestita attraverso un sistema pubblico, partecipato e comunitario. Questo - hanno concluso - è il solo modo per garantire l'accesso all'acqua per tutti".

Radio Popolare Network seguirà il percorso della Carovana attraverso continui collegamenti ed un apposito blog. La Carovana terminerà in Salvador il giorno 22 novembre.

Foto, interviste, collegamenti audio su: http://mir.it/servizi/radiopopolare/acqua/

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.7 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)