Migranti

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • E lo Stato Italiano disse: "NO MUOS"
    Il sistema di comunicazione satellitare militare statunitense MUOS posto sotto sequestro

    E lo Stato Italiano disse: "NO MUOS"

    A Niscemi, a sud della Sicilia, la magistratura ha sequestrato l'impianto militare che sorge in violazione delle leggi dello Stato. E' la straordinaria vittoria di un movimento che ha saputo tenere assieme la tutela della legalità e la visione della nonviolenza.
    14 marzo 2016 - Alessandro Marescotti
  • Niscemi - agosto No Mous. Campeggio al presidio e manifestazione

    Niscemi - agosto No Mous. Campeggio al presidio e manifestazione

    Dal‭ 6‭ al‭ 9‭ agosto‭ 2015‭ Campeggio Estivo Antimilitarista,‭ Antimperialista, Pacifista presso il Presidio Permanente No MUOS in Contrada Ulmo a Niscemi
    8 agosto 2015 - Rossana De Simone
  • Questa volta vogliamo tutto il diritto di vivere in Pace
    Campeggio Resistente No Muos

    Questa volta vogliamo tutto il diritto di vivere in Pace

    E' iniziato il 6 agosto, e durerà una settimana, il campeggio resistente No Muos a Niscemi. Il 9 Agosto nuova manifestazione. 7 attivisti sono saliti sulle antenne, da dove hanno scritto questa lettera aperta.
    8 agosto 2014 - Coordinamento regionale dei Comitati No MUOS
  • Ora liberateci dal MUOS

    Ora liberateci dal MUOS

    8/14 luglio:prima settimana dell'estate di lotta contro la militarizzazione della Sicilia
    8 luglio 2013 - Coordinamento regionale dei comitati No MUOS
Campeggio fra il 24 luglio e il 6 agosto.

Appello della Rete Antirazzista Siciliana

Per un’estate di lotta in Sicilia per i diritti dei migranti

24 luglio 2005

Manifesto Campeggio


La Sicilia è stata negli ultimi anni il luogo in cui, più di ogni altro in Italia, il governo ha perpetrato politiche e pratiche di violazione dei diritti umani fondamentali nei confronti dei migranti appena arrivati sulle nostre coste, ma anche di quelli già presenti da anni sul territorio.

Ormai la nostra isola è diventata un lager a cielo aperto, frontiera fuori dallo stato di diritto, luogo da cui partono le deportazioni verso paesi come la Libia, in cui i migranti respinti dall’Italia hanno trovato la morte. La Sicilia è di nuovo, più che mai in questo periodo estivo che si avvicina, scenario di emergenza. Ricordiamo quanto avvenuto lo scorso luglio con la nave Cap Anamur ed i suoi 37 naufraghi deportati in un paese non loro; i tragici episodi consumati a Lampedusa, nell’ottobre 2004 e nel marzo 2005, condannati dal Parlamento europeo e dalla Corte europea per i diritti umani anche grazie ai video girati dalla R.A.S.; le continue violenze subite dai migranti detenuti all’interno dei CPT e la recente apertura dei cosiddetti "Centri d’Identificazione", luoghi di
detenzione per i richiedenti asilo, nuova categoria criminalizzata.

Le modalità che questo governo sta scegliendo per gestire le vite delle persone che arriveranno e stanno già arrivando nel nostro paese, sono in conformità con la linea di pensiero che sta a presupposto della "Fortezza Europa" e che si basano su quella stessa mentalità razzista che porta un Ministro dell’Interno ad affermare impunemente l’equivalenza tra tutti i migranti non in regola con il permesso di soggiorno e la criminalità organizzata.

Per tutte queste ragioni la R.A.S., che ha eletto a principio fondamentale il fatto di
"ESSERE LADDOVE LE COSE ACCADONO" a fianco delle persone che subiscono abusi e violazioni, per denunciarli, informare e proporre che si contrappongono realmente alla violenza
ed all’arroganza istituzionali,

CHIEDE:

A tutte le realtà, i movimenti, le Associazioni, i gruppi, i partiti, i singoli cittadini e cittadine di essere insieme in Sicilia (preferibilmente automuniti), all’interno di un campeggio, che sia base logistica da cui spostarsi per essere immediatamente presenti laddove sarà necessario e che sia anche un momento di analisi, informazione e incontro aperto al territorio.

L’emergenza è già cominciata e se è difficile garantire un’unità di crisi attiva per almeno 4 mesi, ci sembra invece possibile organizzare la presenza di gruppi che garantiscano una copertura per il periodo fra domenica 24 luglio al 6 agosto.

La R.A.S. ha individuato un luogo in prossimità del mare fra Licata e Palma di Montechiaro (Ag) in un punto strategicamente importante, dove verranno garantiti i servizi fondamentali.

Per info, adesioni e contatti: campeggioras@email.it , zetalab@inventati.org , rasweb.altervista.org, www.inventati.org/zetalab
Telefoni: 3396455371, 0922802565, 0922772355 (Collettivo Resistenza, Licata)
3201788985 (Zetalab, Palermo)

RETE ANTIRAZZISTA SICILIANA
APPUNTAMENTI PROGRAMMATI

Domenica 24/07
ORE 17:30
Conferenza stampa di apertura
ORE 21:30
Assemblea plenaria

Mercoledì 27/07
ORE 19:00
A Palma di Montechiaro, teatro contro il razzismo: “Un’Estate al mare”
e Assemblea pubblica

Sabato 30/07
ORE 18:00
Manifestazione - presidio al CPT di Pian del Lago a Caltanissetta

Mercoledì 03/08
ORE 18:00
Manifestazione - corteo antirazzista a Licata

Giovedì 04/08
ORE 20:00
Dibattito pubblico a Licata sui diritti dei lavoratori migranti e locali
*****************************

Data da stabilire:
INIZIATIVA A LAMPEDUSA

*****************************

All’interno del campeggio saranno organizzate delle iniziative culturali e d’informazione,
fra le quali:

- Presentazione del libro Storie migranti di Federica Sossi

- Proiezioni:

HURRIA di Enrico Montalbano
THE TAKE di Naomi Klein
MARE NOSTRUM di Stefano Mencherini
APPRODO ITALIA di Christian Bonatesta
LAMPEDUSA SCOPPIA della Rete Antirazzista Siciliana

*****************************

COSTI ED INDICAZIONI

Il camping La Sorgente è un club, sarà necessario tesserarsi all'arrivo al costo di 1 euro.

Costi giornalieri:

4 euro x notte a persona (non 4 euro a tenda) compresi i servizi (docce, bagni, luce, spazi x assemblee)
5,50 x pasto (facoltativo).
Bar a prezzi popolari (facoltativo)
Colazione max 2 euro, (facoltativo)
Gli anticipi eventualmente versati saranno scorporati dalla quota individuale.

Come raggiungere il campeggio:

da PALERMO:
1) autostrada A19 Palermo-Catania, uscire a Caltanissetta
2) a Caltanissetta prendere la SS 191 per Gela
3) a Gela prendere la SS 115 direzione Agrigento
4) arrivati a Licata continuare ancora per circa 10 Km fino al bivio “Torre di Gaffe” dove è situato il parcheggio “Mille Stelle”
5) da qui i militanti della R.A.S. vi condurranno al campeggio

da MESSINA:
1) autostrada A18 Messina-Catania
2) a Catania prendere lo svincolo per l’autostrada A19 Catania-Caltanissetta
3) a Caltanissetta prendere la SS 191 per Gela
4) a Gela prendere la SS115 direzione Agrigento
5) arrivati a Licata continuare ancora per circa 10 Km fino al bivio “Torre di Gaffe” dove è situato il parcheggio “Mille Stelle”
6) da qui i militanti della R.A.S. vi condurranno al campeggio

Per info, adesioni e contatti: campeggioras@email.it , zetalab@inventati.org , rasweb.altervista.org, www.inventati.org/zetalab
Telefoni: 3396455371, 0922802565, 0922772355 (Collettivo Resistenza, Licata) 32017788985 (Zetalab, Palermo)

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)