Migranti

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Qualcosa di più di una catena umana
    Il disastro ambientale a Taranto

    Qualcosa di più di una catena umana

    Le associazioni avevano chiesto ai cittadini di stringersi intorno al Tribunale, il 17 febbraio. Era lì anche un giornalista britannico che ne ha potuti contare tanti. E le prossime volte...
    18 febbraio 2012 - Lidia Giannotti
  • Un fattore di pericolo oppure una reale opportunità economica?
    Il rigassificatore on-shore di Trieste

    Un fattore di pericolo oppure una reale opportunità economica?

    Tavolo Tecnico UIL-VVF "Rigassificatore Trieste"
  • Il ministro Scajola: sì ai rigassificatori

    Il ministro Scajola: sì ai rigassificatori

    «I rigassificatori sono fondamentali perchè consentono di scegliere da dove rifornirci di gas, ai prezzi più convenienti, e al riparo da turbolenze politiche o economiche». È d’accordo anche il neoassessore regionale all’Ambiente «Problema energetico troppo importante».
    10 maggio 2008
  • Ferriera: non servono parole ma concretezza

    Ferriera: non servono parole ma concretezza

    Cautela dal mondo del lavoro per le dichiarazioni del neopresidente della Regione. L’azienda: per valutare i messaggi lanciati abbiamo bisogno di un tavolo. I Sindacati si rivolgono al nuovo Presidente della Regione Friuli.
    25 aprile 2008 - Tiziana Carpinelli

“Cuori migranti”

22 settembre 2006

Trieste, 22 settembre 2006
COMUNICATO STAMPA

Il Coordinamento delle Associazioni e delle Comunità degli Immigrati della provincia di Trieste (CACIT) lancia un appello alla scrittura in vista di una pubblicazione antologica dal titolo “Cuori migranti”.
Negli ultimi anni la società italiana ha subito numerosi cambiamenti non solo sul piano economico ma anche e soprattutto sul piano sociale. Se del riconoscimento delle coppie di fatto si dibatte, l’esistenza delle “coppie miste” passa sotto silenzio a causa di un razzismo latente che impedisce a tutti noi di sentirci noi stessi nell’esprimere sentimenti affettivi nei confronti di qualcuno che viene considerato “altro”/“estraneo” o “straniero”. Tuttavia, il numero delle “coppie miste”, ossia dei matrimoni tra persone di nazionalità e cultura diverse, è in costante aumento. Pertanto, questo appello alla scrittura è rivolto a tutte le persone che si sentono ispirate a condividere i loro sentimenti, esperienze, idee o opinioni sugli amori “non convenzionali” tra persone diverse per provenienza, età, lingua, orientamento o religione.
Il tema delle “coppie miste” può essere affrontato sotto forma di prosa, componimento poetico o saggio breve da diversi punti di vista come per esempio, senza escludere altri approcci: esperienze d’amori interculturali, discriminazioni in amore, figli delle “coppie miste”, riti e tradizioni, sogni e desideri, identità meticce, amori contrastati. Tutti coloro che fossero interessati a partecipare a questa pubblicazione sono pregati di inviare il loro contributo di massimo cinque cartelle dattiloscritte al CACIT entro il 30 novembre 2006 all’indirizzo email: coord-immig-trieste@libero.it .

« Questo appello alla scrittura si inserisce – sottolinea la presidente Sofia Quintero Romero – nel progetto editoriale del CACIT, che è la prima associazione di immigrati a operare come casa editrice in Italia ». Il CACIT, infatti, ha già pubblicato due antologie dedicate al tema delle migrazioni a Trieste e in Italia. Nella prima antologia, « Sguardi e parole migranti » (2005, « Premio Multietnicità 2006 »), una ventina di autori riflettevano su Trieste città ospitale/inospitale, mentre la seconda antologia, « Sapori Incontri Fragranze » (2006, edita con il contributo dell’Assessorato alla cultura e ai migranti della Regione Autonoma F.-V.G. e curata da Lorenzo Dugulin e Melita Richter), propone un viaggio attraverso i sapori e i profumi di terre e genti diverse che si incontrano in un “appetitoso” dialogo che si rinnova all’infinito nella regione di frontiera per antonomasia, il Friuli Venezia-Giulia, grazie ai contributi in prosa e poesia di 47 autori.

Note:

er ulteriori informazioni: coord-immig-trieste@libero.it

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)