Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

La vignetta di Michele De Benedetto

Torture in Iraq: Lynndie England condannata a tre anni

15 novembre 2005
Fonte: WWW.CENTOMOVIMENTI.COM - 28 ottobre 2005

Vignetta di Michele De Benedetto

Dopotutto non è poi andata così male alla soldatessa degli Stati Uniti d'America Lynndie England, condannata ieri a 3 anni di carcere per le torture perpetrate in Iraq ai danni dei prigionieri. A causa di una fotografia nella quale è stata immortalata mentre tiene al guinzaglio un detenuto nudo, era diventata il simbolo stesso degli abusi messi in atto dai militari americani nelle carceri irachene.

Poteva andarle molto peggio, i sette capi di imputazione con i quali è stata trascinata in Tribunale potevano portare ad una condanna molto più grave, fino a diciassette anni di reclusione. Invece la Corte Marziale di Fort Hood (Texas) l'ha assolta dall'accusa di associazione a delinquere, e così la massima pena possibile si è ridotta a circa dieci anni.

I Magistrati sono però stati ancora più tolleranti, e le hanno inflitto solo tre anni di galera e la radiazione dall'esercito. Alla lettura della sentenza, la soldatessa è scoppiata in lacrime.

"Dopo che le foto sono state diffuse, ho sentito che le nostre forze hanno subito attacchi a causa di esse - aveva affermato poco prima davanti ai Giudici - chiedo scusa alle forze della coalizione e a tutte le famiglie dei caduti. Chiedo perdono ai detenuti iracheni e all'America".

Articoli correlati

  • Guantanamo e le contraddizioni dei grandi della Terra
    Pace
    Non esistono guerre giuste e la tortura è sempre un crimine

    Guantanamo e le contraddizioni dei grandi della Terra

    I venti anni di atrocità in Afghanistan e a Guantanamo provano che gli USA e l'UE non sono democrazie compiute. In nome della lotta al terrorismo hanno fatto strage di innocenti e, invece che moltiplicare soluzioni di pace stanno progressivamente aumentando i loro finanziamenti al settore militare
    7 gennaio 2022 - Maria Pastore
  • Chiudere Guantanamo: mettere fine a 20 anni di ingiustizie
    Conflitti
    Tra diritto internazionale e filosofia morale

    Chiudere Guantanamo: mettere fine a 20 anni di ingiustizie

    Al Senato USA dopo 8 anni si torna a parlare del futuro di Guantanamo. Davanti la Commissione di Giustizia la testimonianza di sei attori direttamente coinvolti nella storia del centro di detenzione, quattro favorevoli alla sua chiusura, due contrari.
    31 dicembre 2021 - Maria Pastore
  • Nobel e intellettuali partigiani della pace, ieri e oggi
    Disarmo
    Rivista.eco rilancia l'appello dei 50 Premi Nobel per la riduzione delle spese militari nel mondo

    Nobel e intellettuali partigiani della pace, ieri e oggi

    Un appello di oltre 50 premi Nobel e diversi presidenti di accademie della scienza nazionali per la riduzione della spesa militare che, a livello globale, è quasi raddoppiata dal 2000 ad oggi, arrivando a sfiorare i duemila miliardi di dollari statunitensi l’anno
    21 dicembre 2021 - Laura Tussi
  • Premio speciale per la Pace e i diritti dell'infanzia
    Sociale
    La cerimonia si è svolta presso l'auditorium "De Franchis" nella sede di Alife - Caserta

    Premio speciale per la Pace e i diritti dell'infanzia

    I figli di Stefania Formicola, vittima di femminicidio, ricevono il "Premio speciale per la Pace e i diritti dell'infanzia". Agnese Ginocchio, ha presentato un proprio brano dal titolo "E' tempo di pensare...", dedicato alla prima “Giornata Internazionale delle coscienze” indetta dall’ONU
    17 dicembre 2021 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)