Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Questo libro elettronico contiene l'omonimo testo stampato dalla casa editrice Multimage (http://www.multimage.org). E' consentita la diffusione purché non a scopo di lucro

Con il mondo a scuola

Percorsi di educazione alla pace, all'intercultura e alla legalità nella scuola elementare. Un libro "careware", il cui uso è concesso gratuitamente a chi desidera impegnarsi per auitare i bambini di strada africani.
18 settembre 2003
Maria Teresa Tarallo

Volete portare a scuola i valori della pace e della solidarietà?
Questo libro contiene un percorso di educazione alla pace, alla legalità, alla mondialità e all'intercultura realizzato nella scuola elementare.
“Con il mondo a scuola” è composto da due parti. La prima riporta varie esperienze didattiche con i bambini. La seconda contiene i riferimenti pedagogici e culturali che hanno ispirato e informato tali esperienze.

In questo libro troverete i pensieri e l’entusiasmo di tanti bambini che hanno provato a sognare un futuro migliore. In appendice è stato strutturato un dettagliato elenco di riferimenti utili a chi voglia progettare percorsi di educazione alla pace e all’intercultura.

I diritti d’autore e i proventi di questo libro – detratte le spese vive – andranno alla "Casa di Anita" realizzata da Amani e da padre Kizito che a Nairobi accoglie le bambine di strada per dare loro una vita dignitosa.

Maria Teresa Tarallo è laureata in Pedagogia ed ha insegnato per 24 anni nella scuola elementare a Taranto. Attualmente insegna materie letterarie nella scuola media superiore. Le sue esperienze didattiche di educazione alla pace e alla solidarietà sono diffuse sulla rete telematica PeaceLink. Collabora con l’Aifo (Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau) nell’ambito dell’educazione interculturale.

Note: Chi scarica da Internet questa versione elettronica del libro è pregato di effettuare un versamento a sostegno del recupero delle bambine di strada della Casa di Anita promossa a Nairobi (Kenya) dal missionario comboniano padre Renato Kizito Sesana. Il versamento va effettuato mediante il conto corrente postale 37799202 intestato a Amani Onlus, via Gonin 8, Milano, (causale "per la Casa di Anita da parte di un/a lettore/lettrice di "Con il mondo a scuola").
Per informazioni: http://www.peacelink.it/amani.html

Allegati

  • Con il mondo a scuola

    400 Kb - Formato rtf
    Libro elettronico di esperienze sull'educazione alla pace e all'intercultura nella scuola elementare; è in formato universale .rtf

Articoli correlati

  • Iqbal aveva 150 milioni di fratelli
    Pace
    Chi, come, dove e quanti

    Iqbal aveva 150 milioni di fratelli

    Il lavoro infantile nel mondo: la realtà, le cause e le proposte. Le immagini di una tragedia che richiede una risposta di giustizia
    Redazione PeaceLink
  • "Ho pianto per i bambini di Taranto e per questa infanzia negata"
    Legami di ferro
    L'Unicef si schiera al fianco di Taranto e dei suoi bambini vittime dell'inquinamento

    "Ho pianto per i bambini di Taranto e per questa infanzia negata"

    Andrea Iacomini, portavoce nazionale Unicef Italia, celebra a Taranto la convenzione ONU sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza. E dichiara: "Il nostro mandato è di proteggere i bambini ovunque essi siano". E poi: "Il caso ILVA non è chiuso, i bambini qui vivono una condizione impressionante".
    24 novembre 2018 - Beatrice Ruscio
  • Inquinamento e bambini: per crescere ci vuole aria pulita
    Ecologia
    Oltre il 90% dei bambini al mondo respira aria tossica ogni giorno.

    Inquinamento e bambini: per crescere ci vuole aria pulita

    Un nuovo rapporto dell'OMS esamina il pesante bilancio dell'inquinamento atmosferico sulla salute dei bambini nel mondo.
    3 novembre 2018
    Traduzione a cura di PeaceLink
  • Il caso Charlie Gard
    Sociale
    Una riflessione critica

    Il caso Charlie Gard

    Charlie Gard è un neonato di dieci mesi ricoverato a Londra per una rara malattia che, secondo i medici inglesi, non può esser curata. Su decisione della High Court britannica Charlie morirà perché qualsiasi altro tentativo di tenerlo in vita sarebbe puro accanimento terapeutico. Sono mamma di un bambino che è stato in una situazione simile. Gemello nato troppo piccolo, complicazioni estremamente gravi. Coma. Danni che sembravano irreparabili, medici che consigliavano per mesi di non alimentarlo più, tutti tranne una neonatologa che con me ci ha creduto, che ha sperimentato una cura assolutamente nuova e che reinventava ogni giorno seguendo un protocollo che non esisteva ancora.
    1 luglio 2017 - Antonia Battaglia
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.6 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)