Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Un veloce post-it su ciò che accade

Arrivederci Tony

30 giugno 2007

Arrivederci Tony

Tony Blair ha lasciato la sua carica di primo ministro con due anni d’anticipo rispetto alla fine del proprio mandato.

E’ un evento straordinario.

Non ricordo altri casi recenti in cui personaggi così importanti si ritirano dalla scena mondiale per fatti non direttamente collegati a vicende giudiziarie e/o scandalistiche.

Certo – come sappiamo - anche qui lo scandalo c’è.
Decidendo di partecipare a varie guerre, a partire dal 1999, ha perso credibilità e stima dei suoi cittadini, arrivando a danneggiare fortemente il proprio partito.

Il ritiro di Blair però – a mio avviso – deve essere visto solo come un primo importante passo. Importante in primo luogo dal punto di vista personale perché è prevedibile che arriverà l’imputazione per crimini di guerra e altro ancora; essendo ancora giovane (come i nostri Fini, D’Alema, Casini) verrà chiamato a rispondere delle sue responsabilità istituzionali davanti al proprio Paese e al mondo.

Sì, è un primo passo ma con forte valore storico. Direi che l’aspetto centrale è relativo al senso da attribuire agli eventi. Su questo bisognerà soffermarsi.

Per l’Impero, è una debacle da standing ovation.
Oppure, se volete, immaginiamo le 150.000 persone del 9 giugno 2007 che ondeggiano insieme a tanti altri in una 'ola', mentre intonano e dedicano una vecchia canzone: arri-vede-rci Tony, goodbye, ou revoir...

Lasciamo partire la nostra immaginazione pensando al significato e principalmente agli sviluppi della fine di Blair. E se graditi, rivolgo a chi legge i miei migliori AUGURI!

30/6/7 – Leopoldo BRUNO

Articoli correlati

  • Lettera a Virginio Bettini. A un anno dalla sua scomparsa
    Cultura
    In Memoria di Virginio Bettini

    Lettera a Virginio Bettini. A un anno dalla sua scomparsa

    È occorso parecchio tempo per preparare il tuo libro postumo perché come tu ci hai chiesto, necessitava dei contributi di due tuoi cari compagni. Il primo contributo di Maurizio Acerbo e il secondo di Paolo Ferrero
    21 settembre 2021 - Laura Tussi
  • L'evoluzione del pacifismo
    Storia della Pace
    I movimenti pacifisti dall'Ottocento al Novecento.

    L'evoluzione del pacifismo

    I movimenti pacifisti sono diventati lievito di speranza e la loro attività si è intrecciata con altri movimenti: per i diritti civili, per l’emancipazione della donna, per i diritti umani, per l’autodeterminazione dei popoli e per la difesa dell’ambiente.
    14 settembre 2021 - Laura Tussi
  • Pace e Illuminismo
    Pace
    Uno spaccato illuminista sulla pace

    Pace e Illuminismo

    La nostra matrice laica, basata sulla valorizzazione dell’ideale assoluto della pace, sulla critica delle religioni e del potere clericale e del Vaticano è alla base della nostra origine e radice illuminista
    12 settembre 2021 - Laura Tussi
  • Alife, distrutto il Giardino della Pace
    Sociale
    Giardino della Pace di Alife: distrutte targhe e rubati faretti solari

    Alife, distrutto il Giardino della Pace

    "Queste persone dovrebbero solo vergognarsi" afferma il sindaco Maria Luisa Di Tommaso. Ferme condanne di padre Alex Zanotelli, di Libera contro le mafie, della rete Pangea e del Professor Sergio Vellante e del vescovo emerito di Caserta Raffaele Nogaro
    4 settembre 2021 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)