Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Cerchiamo di collaborare

Da dove partire

Conoscendo le regole degli atomi
renderemo scientifico anche il comportamento umano
(oggi emotivo e irrazionale)
5 settembre 2007

www.marioragagnin.net

Non saremo più prodotti passivi della natura e subordinati ad essa,
ma la controlleremo razionalmente,
divenendo padroni di essa e di noi stessi

LA GRANDE STRUTTURA,
COI SUOI RAPPORTI FRA L’INTERNO E L’ESTERNO
DELLE ENTITÀ INDIVIDUALI E COLLETTIVE,
È LA STESSA DAGLI ATOMI ALL’UOMO

Al livello umano opereremo scientificamente,
applicando le regole universali
che andremo scoprendo nel mondo naturale

L’ARTE DELL’ ORGANIZZAZIONE

Nel mondo ci sono tante associazioni, che coprono l'intera gamma delle attività umane. Tutte operano con impegno e convinzione, però esclusivamente in settori e campi unilaterali.
Sappiamo che questo è il limite dell'uomo: di riuscire a fare solo un passo alla volta. Ma ora che lo sappiamo, dobbiamo superare tale limite.
Unendo le associazioni tramite i rappresentanti di ognuna che conoscono altri o hanno comunanza di finalità e interessi, integreremo i gruppi e permetteremo a ognuno di realizzare i suoi particolari obiettivi; che altrimenti rimangono una lodevole intenzione e si riducono a enunciazioni di intenti.
Gli animatori dei gruppi, nel proprio campo e dal versante di cui sono esponenti, interverranno con il loro impegno e le idee affinché le associazioni coordinino le attività e integrino in unità sostanziale i valori comportati da ciascuna.
Si formeranno anche le Consulte delle Associazioni, dal basso: a cui le Amministrazioni forniranno le strutture e i mezzi tecnici per operare.
L'attività dei circoli creerà una coscienza popolare, che favorirà gli incontri fra le diverse realtà religiose, sociali ed economiche.
C'è un'arte dell'organizzare, di importanza superiore all'arte tradizionale. È il tentativo di armonizzare il mondo, di riordinare questo mondo disordinato.
I due filoni, della cultura e della vita pratica, oggi viaggiano separati, mentre dovranno completarsi a vicenda. La vita di ogni giorno non deve credere di potere andare avanti senza l'arte e la cultura. Sarebbe senza testa.
La funzione di ogni gruppo all'interno della comunità è di organizzare incontri, offrire sedi e spazi alle iniziative individuali, aprire relazioni fra le persone e le associazioni, favorire la partecipazione attiva di chiunque abbia qualcosa da dire e da fare, in modo che la comunità diventi un laboratorio di sperimentazione e un modello per le collettività circostanti.
Quelli che oggi sono problemi diverranno elementi di soluzione, a cominciare dagli immigrati, portatori di diverse culture e idee.
La reciprocità arricchisce. Non dovremo “tollerare” le diversità, ma accogliere come un'opportunità i punti di vista differenti, a cominciare da quelli religiosi.
Ci si collegherà con coloro che già cercano di dare vita agli incontri ecumenici, ma non hanno a monte la forza dell'opinione pubblica che li sorregge, e non hanno a valle l'inquadratura delle nuove strategie: del come trasformare le ideologie, oggi fattori esclusivamente di conflitti, in vie e forme di soluzione dei rapporti di potere, da cui le ideologie derivano e di cui sono i paraventi.

Mario Ragagnin

Si ricorda che sul sito www.marioragagnin.net
è pubblicato il libro “I Volontari e il Potere”,
composto da tre parti:
Il potere ai Volontari;
Il nuovo ordine umano partirà da Israele;
L’autogestione dal basso unificherà e libererà l’umanità.

www.marioragagnin.net

Articoli correlati

  • Dialoghi con Moni Ovadia
    Pace
    Riflessioni sulle minacce alla pace

    Dialoghi con Moni Ovadia

    Su Israele parla di "politica del totale dispregio per le risoluzioni internazionali e, conseguentemente, per le istituzioni internazionali preposte alla pace". E sulla situazione internazionale dice: "Bisogna che la smettiamo per prima cosa di concedere cittadinanza ai linguaggi dell’odio".
    15 aprile 2020 - Laura Tussi
  • Militarismo e cambiamenti climatici - The Elephant in the Living Room
    Disarmo
    il settore militare non solo inquina, ma contamina, trasfigura e rade al suolo

    Militarismo e cambiamenti climatici - The Elephant in the Living Room

    “E’ stato stimato che Il 20% di tutto il degrado ambientale nel mondo è dovuto agli eserciti e alle relative attività militari”
    31 ottobre 2019 - Rossana De Simone
  • Il potere bianco
    Pace

    Il potere bianco

    I tweet di Donald Trump sulle donne politiche non bianche sono razzisti. Mostrano più che una mentalità: la white supremacy, la supremazia bianca negli Usa
    23 luglio 2019 - Adrian Daub
  • Alexander Langer e il peso dei viandanti di speranza nel deserto
    Pace

    Alexander Langer e il peso dei viandanti di speranza nel deserto

    Alexander attraversò questo mondo con il passo svelto e leggero di chi bramava sempre verso una grande meta. Danzava sui passi più umani, teneri, generosi del pentagramma umano.
    6 luglio 2019 - Alessio Di Florio
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)