Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Liberate Muntazer al-Zaidi. Firma la petizione!

Appello per il giornalista iracheno che ha lanciato due scarponi verso Bush

Sette anni per il lancio di due scarponi: incredibile ma vero. Ecco la "democrazia" esportata in Iraq!
18 dicembre 2008

Scarponi contro Bush lanciati da un giornalista irakeno

Sottoposto a perizia psichiatrica, senza un vero avvocato (gli hanno dato l’avvocato di Saddam Hussein, bastardi!) il giornalista che si era privato delle proprie calzature, per tirarle addosso al presidente guerrafondaio e un po’ stronzo, George W Bush, ora rischia fino a 7 anni di carcere. Cosa sono sette anni direte voi… Sette anni ad Abu Graib sono peggio del 41 bis in Italia. Liberate subito Muntazer al-Zaidi, giornalista coraggioso, come in Italia non ce ne sono.

Iracheni protestano contro l'occupazione Usa mostrando uno scarpone

Note: Ringraziamo http://blog.terrorpilot.com per questo breve ma chiaro appello.

Firma la petizione per liberare il giornalista:
http://www.ipetitions.com/petition/iwffomuntatharalzaidi/?e

Su
http://solleviamoci.wordpress.com/2008/12/15/le-scarpe-su-bush-diventano-un-gioco
troviamo queste testimonianze:

Una pattuglia Usa è stata oggetto del lancio di scarpe effettuato da una folla di seguaci di Muqatda al Sadr, il leader radicale sciita. Mentre a Tikrit, città natale dell’ex presidente iracheno Saddam Hussein, come in altre città, la gente è scesa in piazza per chiedere la liberazione del giornalista. Nella città santa sciita Najaf, decine di dimostranti sono scesi in piazza.

A Mosul, città a maggioranza sunnita e capoluogo della provincia Nineve, gli abitanti sono entusiasti dello «show» offerto dal giornalista. «Giuro su Dio - ha detto Mudhar Adeeb, un ingegnere - che questo uomo ha espresso liberamente l’opinione degli iracheni trasformando i loro desideri in realtà».

Articoli correlati

  • Lo sfondone di George W. Bush smaschera la guerra in Iraq e dà ragione a Assange
    Conflitti
    Putin: il nuovo Bush?

    Lo sfondone di George W. Bush smaschera la guerra in Iraq e dà ragione a Assange

    Commettendo ciò che molti giornali chiamano “il lapsus freudiano del secolo”, l’ex presidente degli Stati Uniti, George W. Bush, ha inavvertitamente definito la propria invasione dell’Iraq nel 2003 come “ingiustificata e brutale.” Proprio ciò che Julian Assange aveva rivelato 12 anni fa.
    23 maggio 2022 - Patrick Boylan
  • Riunite con i loro bambini “futuri terroristi”, le donne yazidi vengono ripudiate
    Pace
    Confine Iraq-Siria

    Riunite con i loro bambini “futuri terroristi”, le donne yazidi vengono ripudiate

    Gli anziani yazidi rinnegano i figli delle ex schiave dello Stato islamico, costringendole a scegliere tra i loro bambini e la loro comunità
    9 aprile 2021 - Martin Chulov e Nechirvan Mando ad Arbil
  • Un viaggio di pace
    Pace
    Nel Kurdistan iracheno il momento finale del viaggio di Papa Francesco

    Un viaggio di pace

    I Curdi e il Kurdistan, grazie alla loro accoglienza al Papa, hanno confermato, come sempre, di essere un popolo di pace e terra di accoglienza, fratellanza e convivenza tra culture, religioni ed etnie diverse, se questa terra viene lasciata e tenuta lontana dagli interessi politici ed economici.
    7 marzo 2021 - Gulala Salih
  • Iraq, la rivolta continua
    Conflitti
    La situazione attuale

    Iraq, la rivolta continua

    Dopo la pandemia, il crollo del prezzo del petrolio e la nomina, frutto del compromesso tra USA e Iran, di al-Kadhimi come primo ministro, cosa è cambiato?
    19 ottobre 2020 - Valeria Poletti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)