Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Conto alla rovescia per la partenza il 15 Luglio 2010

La pace torna a casa

Nel Caucaso del sud dopo essersi arricchita "nell'incubatrice" di Rondine (Ar)
17 giugno 2010
Marco Picinotti

Una storia fatta da un passo dietro l’altro, quella di Ventidipacesucaucaso, un passo dietro l'altro per un viaggio di amicizia di una delegazione di Rondine - Cittadella della Pace, che dall'Italia, a luglio, raggiungerà il Caucaso del Sud: una storia iniziata con la prima fase del progetto, arrivata fino alla Conferenza dei popoli del Caucaso a La Verna nel maggio del 2009, dove 150 persone, fra figure accademiche e personaggi di spicco della società civile caucasica, hanno discusso, sviluppato e approvato all'unanimità il documento ideato dagli studenti di Rondine neanche un anno prima. Il passo successivo è stata l’apertura di un secondo momento del progetto, volto a favorire la diffusione del Documento. Questo per suscitare un sentimento di simpatia internazionale, cercando in questa maniera di unire le principali anime dei popoli direttamente coinvolti. Ed ora, è notizia di pochi giorni fa, un viaggio in programma, il cuore pulsante dell’intero progetto. Un viaggio che prenderà inizio a metà luglio: direzione Caucaso del Sud, dove una delegazione di Rondine incontrerà tutti i rappresentanti istituzionali, accademici, religiosi e civili dei popoli coinvolti per consegnare i “14 punti”, ricevere l’adesione e realizzare con loro dei gesti simbolici e di impegno per la pace.

Nato con intenti “romantici”, dunque. O meglio, nato da un gruppo di giovani studenti universitari, provenienti da zone in conflitto, che imparano giorno per giorno la cultura della pace nel piccolo borgo di Rondine. Un documento generato in risposta ad una guerra, quella fra Georgia e Russia, scoppiata solamente nel 2008. Concepito per un’imprescindibile voglia di cambiare le cose, per un’esigenza di pace continua in una regione in conflitto. Sta di fatto che Ventidipacesucaucaso, sta concretizzando i suoi fini: superare il conflitto, iniziando da alcuni punti di unione, senza tifare e senza giudicare, ma in nome del dialogo e dalla convinzione che una pacifica risoluzione delle crisi è una strada sempre possibile per i popoli. E da questo momento, i “14 punti” hanno preso a far “soffiare i loro venti di pace”, venti che passano di mano in mano agli Ambasciatori, ai Capi di Stato, alle Autorità religiose. Nato con intenti "romantici", dunque. Ma cresciuto nella concretezza e nella forza diplomatica di un vero e proprio documento "politico".

Per seguire il viaggio, questo viaggio di amicizia e di pace, è disponibile il sito www.ventidipacesucaucaso.it, dove in tempo reale, viene e verrà aggiornato lo stato del lavoro, gli obiettivi raggiunti dal progetto, gli amici incontrati, o che saranno incontrati, durante il viaggio, i risultati raggiunti. Stare vicini a “Ventidipacesucaucaso” pur stando lontani. Dall’indirizzo internet è anche possibile dare un piccolo contributo alla buona riuscita del progetto: è, ad esempio, possibile firmare e sottoscrivere il documento, oppure tradurre i “14 punti” in lingue diverse (vanno benissimo tutte le lingue del mondo). Ma sono tanti e i più disparati i modi per aggiungere anche il vostro, di passi, a questa lunga marcia di pace. Basta mettersi in gioco.

Sarà un po’ come partire tutti insieme alla volta del Caucaso del Sud. E allora, che dire, buon viaggio anche a te!

Articoli correlati

  • Antonia Sani: riflessioni sul pacifismo
    Pace
    Antonia moglie del maggior documentarista e regista RAI sulla storia dell’antifascismo: Massimo Sani

    Antonia Sani: riflessioni sul pacifismo

    La cara amica Antonia Baraldi Sani, già presidente di Wilpf - Women’s International League For Peace and Freedom Italia, in una nostra conversazione telefonica, riflette sul concetto di pace e di pacifismo.
    30 maggio 2021 - Laura Tussi
  • Atlante dell’uranio
    Cultura
    Testo di riferimento sul nucleare civile e militare nel mondo

    Atlante dell’uranio

    L’Atlante dell’uranio è per tutti noi, amici della nonviolenza, della pace come lotta alle disuguaglianze sociali e del disarmo un testo di riferimento attuale, valido per comprendere che il nucleare non è assolutamente uno sbiadito ricordo del passato, ma una minaccia sempre attuale e molto dannosa
    30 maggio 2021 - Laura Tussi
  • Carla Fracci: la grande étoile era una testimonial contro il nucleare
    Pace
    Una donna per la pace

    Carla Fracci: la grande étoile era una testimonial contro il nucleare

    Ricordiamo il suo impegno civile per la messa al bando delle armi nucleari. Leggeva poesie il 6 agosto per ricordare Hiroshima e Nagasaki.
    28 maggio 2021 - Patrizia Sterpetti
  • Quando inizia il reality sulla nonviolenza? La prossima settimana?
    Cultura
    Sul programma televisivo "La Caserma"

    Quando inizia il reality sulla nonviolenza? La prossima settimana?

    Quello che propongono i media a mo' di gioco, nella realtà è molto, molto più triste. Cosa vogliamo raccontare ai nostri ragazzi, la finzione o la realtà?
    26 maggio 2021 - Maria Pastore
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)