Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Incontro di studio per il 6 marzo

Insediamenti militari e rischio nucleare. Un'iniziativa a Taranto.

L’incontro ha luogo presso l’Istituto Fermi, c.so Italia, 306, sabato 6 marzo, alle ore 17.30.
Intervengono di persona:
- Antonino Drago (fisico dell'Università di Napoli)
- Tonino Camuso (Osservatorio Balcani - Brindisi)
- Alessandro Marescotti (PeaceLink)

In diretta telefonica:
Falco Accame - ammiraglio, già presidente commissione Difesa
p. Alex Zanotelli - Missionari Comboniani Napoli
p. Michele Stragapede - Missionari Comboniani Bari
Pasquale Stigliano - Scanzano
Antonello Repetto - Sardegna
5 marzo 2004
Comitato per il NO al rischio nucleare e NO ad ogni altro insediamento militare a Taranto

Di certezze e non di ipotesi si discuterà nell'incontro Insediamenti Militari e Rischio Nucleare or-ganizzato dal Comitato per il NO al rischio nucleare e NO ad ogni altro insedia-mento militare a Taranto. Taranto è l'unica candidata ad ospitare la VI Flotta attualmente ancorata a Gaeta. I guasti prodotti a La Maddalena dai sottomarini americani a propulsione nucleare sono noti agli esperti che hanno riscontrato livelli di torio radioattivo nelle alghe 400, volte superiori alla norma. Quei sommergibili opereranno anche nelle acque dello Jonio e verranno con più frequenza nella nuova base Usa a Taranto. È facile prevedere un notevole incremento del rischio nucleare.
L'economia tarantina subirà una grave perdita di posti di lavoro nella mitilicoltura e nella cantieri-stica. Danni irreparabili non controbilanciati da alcun beneficio. Taranto si appresta a diventare così base militare pronta a portare guerra e lutti in tutto il Medi-terraneo e in Medio Oriente, attirando le vendette dei terroristi. La nostra città ha bisogno di sapere cosa prevedono i progetti militari Usa e quali siano i relativi rischi. E' necessario conoscere e fare informazione prima che sia troppo tardi.
Il Comitato, al fine di una maggiore chiarezza, ha organizzato un incontro di studio con:
- Antonino Drago (fisico dell'Università di Napoli)
- Tonino Camuso (Osservatorio Balcani - Brindisi)
- Alessandro Marescotti (PeaceLink)

Interverranno in diretta telefonica:
Falco Accame - Roma
p. Alex Zanotelli - Missionari Comboniani Napoli
p. Michele Stragapede - Missionari Comboniani Bari
Pasquale Stigliano - Scanzano
Antonello Repetto - La Maddalena

DICIAMO 2 NO NO al rischio nucleare
NO alla guerra e ad ogni nuovo insediamento militare a Taranto

Ci sta a cuore:
- il futuro dei giovani
- la tutela della nostra salute
- lo sviluppo economico e sociale basato sul rispetto del territorio e delle risorse naturali

Note: http://www.tarantoviva.it partecipa attivamente all'iniziativa.
Scarica il banner da http://www.tarantoviva.it/eventi/comitato_no-usa.asp ed esponilo nel tuo sito per solidarietà!
Scarica da
http://italy.peacelink.org/editoriale/articles/art_3146.html
il nuovo dossier "NATO a Taranto".

Articoli correlati

  • Emergenza nucleare, ecco l'opuscolo distribuito a Bruxelles e che andrebbe distribuito anche nei porti italiani a rischio nucleare
    Disarmo
    Saranno mostrate ai giornalisti le compresse di ioduro di potassio in caso di incidente atomico distribuite gratuitamente nelle farmacie di Bruxelles

    Emergenza nucleare, ecco l'opuscolo distribuito a Bruxelles e che andrebbe distribuito anche nei porti italiani a rischio nucleare

    Abbiamo tradotto i punti salienti dell'opuscolo belga. Domani questo opuscolo sarà presentato a Taranto in una conferenza stampa sul rischio nucleare collegato al transito di unità militari a propulsione nucleare, essendo Taranto un porto soggetto a tale eventualità.
    26 marzo 2018 - Associazione PeaceLink
  • Conferenza stampa sul rischio nucleare
    Taranto Sociale
    PeaceLink scrive al Prefetto

    Conferenza stampa sul rischio nucleare

    Richiesta l'informazione della popolazione sulla base della normativa vigente e anche la distribuzione di compresse di ioduro di potassio a protezione della tiroide in caso di emergenza nucleare, così come avviene a Bruxelles e nel Belgio
    27 marzo 2018 - Associazione PeaceLink
  • Disarmo
    Italia a rischio

    Al referendum con 2 reattori nucleari USA nel Golfo di Napoli

    Alla vigilia del referendum approda nel Golfo di Napoli la portaerei "George Bush" a propulsione nucleare: due reattori da 194 MW e un'infinità di missili cruise all'uranio impoverito. I porti italiani sempre più a rischio atomico...
    12 giugno 2011 - Antonio Mazzeo
  • Messaggio di solidarietà antinuclear dagli USA
    Ecologia
    Messaggio di Michael Mariotte, Direttore Esecutivo, Servizio di informazione e risorse sulla questione nucleare, USA

    Messaggio di solidarietà antinuclear dagli USA

    Il Nuclear Information and Resource Service (NIRS) statunitense appoggia il movimento antinucleare italiano e il referendum del 12/13 giugno per impedire la costruzione di nuovi centrali nucleari in Italia
    8 giugno, 2011
    Michael Mariotte
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.6 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)