Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

USA, Scuola delle Americhe

Padre Louis Vitale scrive a Denis McDonough

L'appello del francescano Louis Vitale al nuovo Capo dello Staff della Casa Bianca per la chiusura della Scuola delle Americhe, oggi Istituto dell'Emisfero Occidentale per la Cooperazione alla Sicurezza.
6 marzo 2013
Fr. Louis Vitale, OFM
Tradotto da Antonella Recchia per PeaceLink
Fonte: paceebene.org - 15 febbraio 2013

louie vitale protesta contro la tortura 11 febbraio, 2013

Denis McDonough
Capo dello Staff della Casa Bianca
The White House
1600 Pennsylvania Avenue NW
Washington, DC 20500

Egregio Capo dello Staff McDonough,

Sincere congratulazioni per il suo nuovo incarico alla Casa Bianca!
Mi unisco ai molti che ovunque, nella comunità dei fedeli, desiderano la promozione della giustizia, per esprimere la speranza che gli insegnamenti di giustizia sociale presenti nella sua formazione religiosa continuino a permeare i suoi consigli al Presidente Obama.

Le scrivo oggi come Frate Francescano, ex parroco della Chiesa di San Bonifacio a San Francisco, ed ex padre provinciale dei Frati Francescani della California. Inoltre, come Prigioniero di Coscienza, ho scontato tre condanne detentive per aver oltrepassato pacificamente la linea del WHINSEC (Istituto dell'Emisfero Occidentale per la Cooperazione alla Sicurezza, ex Scuola delle Americhe, NdT) a Ft. Benning in segno di protesta contro l’insegnamento delle tecniche di tortura lì impartito). Scrivo anche in qualità di veterano dell’Aeronautica Militare che ha abbracciato un cammino di pace dopo aver conosciuto la violenza, e come membro del Consiglio Nazionale degli Anziani.

Sono grato del fatto che alcuni di noi dell’Osservatorio sulla Scuola delle Americhe (SOAW) abbiano avuto l’opportunità di incontrarla nel novembre 2012 per discutere di un ordine esecutivo per la chiusura della Scuola delle Americhe. Solo una settimana dopo quel meeting, in migliaia abbiamo marciato pacificamente ai bordi del forte che ospita la SOA (Scuola delle Americhe) – oggi conosciuta come Istituto dell'Emisfero Occidentale per la Cooperazione alla Sicurezza (WHINSEC) – e abbiamo deposto lì i nostri fiori, le nostre croci e le nostre Stelle di Davide. Abbiamo anche espresso le nostre speranze che l’insegnamento della tortura abbia fine dovunque; non vogliamo che sia insegnato nel nostro nome, né con le nostre tasse!
Abbiamo camminato accanto ai sopravvissuti alla tortura, e a bambini di famiglie scomparse in America Latina. Abbiamo gridato per la giustizia, e pregato affinché si indaghi sulla storia della SOA e si faccia trasparenza. Stiamo ancora marciando, pregando, chiedendo.

La buona notizia è che la proposta di chiudere la SOA/WHINSEC è fiscalmente fondata; con la chiusura si potrebbe avere una riduzione del Bilancio Federale degli Stati Uniti di $ 18 milioni solo per quest’anno. Ci sono molte buone alternative che potrebbero compiere molto meglio la missione inadempiuta della SOA/WHINSEC: “Il WHINSEC favorirà la reciproca conoscenza, trasparenza, fiducia e cooperazione tra le nazioni partecipanti e promuoverà i valori democratici, il rispetto per i diritti umani, la conoscenza e la comprensione dei costumi e delle tradizioni statunitensi.”

I miei fratelli e sorelle francescani sognano che la nostra nazione finanzi buoni programmi di educazione, costruisca strade, ponti e scuole, investa nella sanità e rafforzi un sistema giudiziario sovraccarico. Sogniamo tutto questo per le persone che vivono qui negli Stati Uniti ed anche per i nostri amici in America Latina.

L’influenza destabilizzante che ha il rafforzamento dei metodi di guerra come soluzione possibile in America Latina, dove le risorse militari sono di frequente usate contro civili innocenti, non serve gli interessi degli Stati Uniti né promuove la sicurezza o i valori democratici nell’emisfero. Tutte queste opzioni sono disponibili attraverso programmi esistenti finanziati dalla legge sugli stanziamenti per le Operazioni Estere – e non dal Pentagono. Questo sarebbe il sogno e la preghiera di San Francesco e Santa Chiara d’Assisi.

La mia preghiera è che lei sia d’accordo, e parli al Presidente Obama e ai membri del Consiglio dei Ministri, e che faccia da guida in tutti i posti del potere, per la chiusura della SOA/WHINSEC. Nella condivisione degli obiettivi a lungo termine a sostegno del bene comune delle Americhe attraverso i miglioramenti ai sistemi dell’istruzione, della sanità e delle infrastrutture, avremo ancora molto di cui parlare.

Cordiali Saluti,

Fr. Louis Vitale, OFM
Chiesa di Sant’Elisabetta
Oakland, CA

Tradotto da Antonella Recchia per PeaceLink. Il testo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali citando la fonte (PeaceLink) e l'autore della traduzione.

Articoli correlati

  • Chiudere Guantanamo: mettere fine a 20 anni di ingiustizie
    Conflitti
    Tra diritto internazionale e filosofia morale

    Chiudere Guantanamo: mettere fine a 20 anni di ingiustizie

    Al Senato USA dopo 8 anni si torna a parlare del futuro di Guantanamo. Davanti la Commissione di Giustizia la testimonianza di sei attori direttamente coinvolti nella storia del centro di detenzione, quattro favorevoli alla sua chiusura, due contrari.
    31 dicembre 2021 - Maria Pastore
  • Dichiarazione ONU sul diritto alla pace del 19 dicembre 2016
    Pace
    La lista di come hanno votato tutte le nazioni su quella risoluzione delle Nazioni Unite

    Dichiarazione ONU sul diritto alla pace del 19 dicembre 2016

    L'Assemblea Generale dell'ONU in quella data ha approvato la dichiarazione sul diritto alla pace (Risoluzione A/C.3/71/L.29 "Declaration on the Right to Peace") con 131 favorevoli, 34 contrari e 19 astenuti. Gli USA hanno votato contro da dichiarazione sul diritto alla pace. L'Italia si è astenuta.
    12 dicembre 2021 - Redazione PeaceLink
  • Our Voice: "Chi perseguita Julian Assange va colpito con sanzioni, purché mirate".
    Pace
    Precisazione riguardante l’ipotesi di sanzioni UE contro gli USA e l’UK

    Our Voice: "Chi perseguita Julian Assange va colpito con sanzioni, purché mirate".

    Il movimento Our Voice (www.ourvoice.it) approva la richiesta di sanzioni contro gli USA e l’UK per i loro continui abusi contro il giornalista Julian Assange: “E’ una provocazione”, dice, “utile per evidenziare i doppi standard dell’UE”. Ma aggiunge che le sanzioni richieste devono essere mirate.
    9 ottobre 2021 - Patrick Boylan
  • Sanzionare gli USA e l’UK per le loro violazioni dei diritti umani di Julian Assange
    Pace
    Basta con la criminalizzazione dell’editore di Wikileaks!

    Sanzionare gli USA e l’UK per le loro violazioni dei diritti umani di Julian Assange

    Attivisti statunitensi e italiani residenti a Roma hanno chiesto all’UE di sanzionare gli USA e il Regno Unito per i loro atti persecutori contro Julian Assange: detenzione arbitraria, tortura psicologica, censura – misfatti regolarmente sanzionati dall'UE quando a commetterli sono regimi autoritari
    7 ottobre 2021 - Patrick Boylan
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)