Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Ad Alife, in provincia di Caserta, una Scuola di Pace

Gli studenti ricordano Gino Strada

Ad un mese dall'inaugurazione della scultura che fu realizzata dal Maestro Angelo Ciarlo di Letino, dedicata al grande Gino Strada e alla moglie Teresa, fondatori di Emergency, gli studenti dell'IPIA "M. Bosco" di Alife, ricordano il fondatore di Emergency
Laura Tussi13 novembre 2021

Alife - Caserta: una Scuola di Pace dedicata a Emergency

Alife - Caserta: una Scuola di Pace 

Ad un mese dall'inaugurazione della scultura che fu realizzata dal Maestro Angelo Ciarlo di Letino - Caserta dedicata al grande Gino Strada e alla moglie Teresa, fondatori di Emergency, gli studenti dell'IPIA "M. Bosco" di Alife che parteciparono all'importante evento formativo svoltosi presso il "Giardino della Pace, della memoria e del Creato" in Alife, in occasione dell'incontro avvenuto presso l'auditorium della sede scolastica con la Presidente del Movimento per la Pace, Agnese Ginocchio presente con il vice prof. Gino Ponsillo, hanno nuovamente ricordato il fondatore di Emergency. A fare gli onori di casa la vice Preside Angelina Palmiero che ha introdotto il Dirigente scolastico Marcellino Falcone.

Il Preside, ha sottolineato la spaventosa crisi culturale che oggi attanaglia la società ed in particolare la fascia giovanile, la più colpita, che si manifesta con lo smarrimento dei valori della condivisione, della solidarietà e del fare "comunità", con una tendenza ad appartarsi e ad isolarsi dal resto del mondo.

Tutto ciò non fa altro che danneggiare e incattivire la loro percezione delle cose, per tale motivo bisogna ricorrere ai ripari e mostrare loro esempi di vita che hanno fatto la differenza. "Siamo perciò ben lieti di aderire a iniziative come queste e come quelle della "marcia della Pace", fortemente formative ed educative per loro, dove gli si da la possibilità di fare un' esperienza forte e di fare comunità, nel conoscere esempi di vita che hanno saputo fare la differenza. "La nostra scuola da diversi anni è già impegnata sui percorsi della legalità e della solidarietà ed intende proseguire su questa linea.

Gli obiettivi della scuola sono quelli di educare i giovani alla formazione, alla conoscenza e alla consapevolezza delle proprie scelte". Ha concluso. La vice Preside Angelina Palmiero sulla stessa linea, ha evidenziato i pericoli in cui incorrono i giovani spesso vittime inconsapevoli delle violenze sociali.

"Come educatori abbiamo il dovere di intervenire ponendo un muro di difesa". La giornata è proseguita con la presentazione del lavoro realizzato dagli alunni attraverso due video da loro realizzati sotto la guida della prof. ssa Patrizia Cocchiariello, in cui è stata descritta ancora una volta la storia del fondatore di Emergency, il primo video è stato presentato dall'alunna Giuseppina Campotaro, e a seguire il secondo, una originale intervista, in cui l'alunno Valerio Fiocco ha posto delle domande a Gino Strada e a cui il fondatore di Emergency a sua volta rispondeva.

"Dovevamo consegnare solo gli attestati di ringraziamento", ha esordito Agnese Ginocchio nel prendere la parola, "ma gli alunni dell'IPIA ci stavano aspettando con questa bella sorpresa. Cos'altro aggiungere? Continuiamo su questi percorsi. Il nostro compito è quello di mostrarvi degli esempi da seguire, a voi giovani la capacità di scegliere da che parte stare. Vivere significa mettersi a servizio dell'umanità e cercare di collaborare tutti insieme per dare una mano ai senza speranza nel recuperare dignità e fiducia e per consegnare infine un mondo migliore a chi verrà dopo di noi, il nostro compito è questo: "Costuire ponti, essere atigiani di Pace e architetti di Pace come ha fatto Gino Strada. L'IPIA ha dimostrato di essere a tutti gli effetti Scuola di Pace" . Ha concluso. Quindi è seguita la consegna degli attestati (valevoli come credito formativo) agli alunni che parteciparono, come si riportava all'inizio, all'incontro del 6 Ottobre. Al vice Presidente del Movimento per la Pace prof. Gino Ponsillo quindi, il compito di chiamare e di consegnare agli alunni gli attestati. Anche lui, facendo eco agli interventi della giornata, ha ricordato l'importanza di agire sempre con sentimenti di solidarietà e di umanità.

Un grande messaggio di speranza è emerso da quest'incontro e dove gli alunni partecipanti sono stati attentissimi. Un plauso infine alle e ai docenti che hanno lavorato insieme ai ragazzi, tra i presenti: la prof.ssa Domenica Pelosi, il prof. Luigi Di Rienzo che accompagnarono gli alunni all'incontro del 6 Ottobre, la prof.ssa Filomena Farina e il prof Pasquale Farina che in questo periodo ha fatto da tramite. La Presidente del Movimento per la Pace ha infine annunciato che a breve in occasione della "Giornata internazionale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza" e della "Giornata dell'Albero", presso il "Giardino della Pace e della memoria di Alife - Presidio di Pace e di Legalità" intitolato a Gino Strada, alla moglie Teresa e ai giudici Falcone - Borsellino", in prosieguo al messaggio dello scorso 6 Ottobre, ci sarà l'incontro di testimonianza con "Yancuba Darboe", giovane immigrato del Gambia da poco laureatosi, scampato all'inferno dei lager libici e arrivato in Italia su un barcone a soli 18 anni. Quindi ha invitato gli alunni e i docenti della scuola a partecipare a questo importante incontro formativo.

La giornata è terminata con un bellissimo omaggio floreale da parte della scuola attraverso gli alunni, portato e deposto poi ai piedi della scultura dedicata a G.Strada e T.Sarti, accanto all'Albero della Pace nel Giardino della Pace di Alife, in ricordo anche di tutti i caduti delle guerre dai 100 anni ad oggi, in collegamento alle Commemorazioni del 4 Novembre a cui l'Albero della Pace è dedicato.

Articoli correlati

  • Dolci, terribili scivolamenti del discorso pubblico sulla guerra in Ucraina
    Conflitti
    Scomparsi i negoziati e la parola "pace"

    Dolci, terribili scivolamenti del discorso pubblico sulla guerra in Ucraina

    Il discorso pubblico sulla guerra in corso si va modificando in modo rapido e sostanziale ma, al contempo, poco visibile e perciò “indolore”. Questi cambiamenti così rilevanti raramente sono oggetto di discussione in quanto tali e questo può contribuire a renderli invisibili ai nostri occhi.
    1 maggio 2022 - Daniela Calzolaio
  • Pace proibita? Esponenti della cultura, del giornalismo e dello spettacolo protestano
    Pace
    Un evento di Santoro e Vauro, dal vivo e in streaming

    Pace proibita? Esponenti della cultura, del giornalismo e dello spettacolo protestano

    Michele Santoro e Vauro Senesi riuniscono in nome della pace, lunedì prossimo (2 maggio) alle ore 21, esponenti della cultura, del giornalismo e dello spettacolo per "opporsi alla deriva verso il pensiero unico e la resa dell’intelligenza" davanti agli orrori della guerra in corso in Ucraina.
    28 aprile 2022 - Patrick Boylan
  • Lettera a Kiev
    Pace
    Per la pace

    Lettera a Kiev

    Ho creduto giusto focalizzare l'attenzione dei miei studenti sulla terribile realtà della guerra rendendoli partecipi di un semplice gesto di pace: scrivere una lettera a Kiev. In Ucraina la Pasqua verrà celebrata, per gli ortodossi il prossimo 24 aprile. I cattolici l'hanno celebrata ieri.
    18 aprile 2022 - Alessandro Marescotti
  • L'Europa ripudia la guerra e promuove il rafforzamento e la democratizzazione delle Nazioni unite
    Editoriale
    Sottoscrivi la proposta

    L'Europa ripudia la guerra e promuove il rafforzamento e la democratizzazione delle Nazioni unite

    Proposta inserita nella piattaforma della Conferenza sul futuro dell'Europa nella categoria "L'UE nel mondo".
    12 aprile 2022 - Nicola Vallinoto
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)