PeaceLink

Lista News

Archivio pubblico

Vademecum per i volontari

Come diventare un traduttore di PeaceLink in 5 mosse

Contro la guerra, contro l'odio e l'intolleranza costruiamo ponti di pace. I traduttori sono fondamentali per costruire il dialogo e la collaborazione. In PeaceLink c'è un gruppo di traduttori per la pace: vuoi partecipare? Ecco cosa puoi fare!
30 giugno 2011

Traduttori per la pace, operatori di dialogo

1. Scrivi una e-mail a traduzioni@peacelink.it indicando da e verso quali lingue sei disponibile a tradurre.


2. Nessuno all’interno di PeaceLink riceve un compenso per quello che fa. Il nostro lavoro è gratuito e volontario. Sei ancora interessato? Se sì, il tuo nome viene inserito nella mailing-list dei traduttori di PeaceLink (traduttori@peacelink.it).


3. La lista è uno spazio di condivisione e di scambio (di opinioni, suggerimenti, aiuti tecnici) con gli altri traduttori. Qui puoi proporre gli articoli dalla stampa estera che ritieni interessanti e che pensi non saranno mai pubblicati in Italia e proporti per la loro traduzione. Se non hai tempo di fartene carico tu, puoi invitare qualcun altro a tradurre ciò che hai proposto. O al contrario, puoi offrirti di tradurre qualcosa che viene suggerito da altri.


4. Sembra facile ma non sai ancora bene come muoverti? Niente paura! Ci sono tantissimi siti dai quali puoi attingere informazioni. Ad esempio, chi traduce dall’inglese può consultare, oltre ai siti delle principali testate britanniche o statunitensi (The Guardian, The Independent, The NYTimes, The Washington Post…), anche:

www.nukeresister.org

e

www.wri-irg.org (resistenza nonviolenta al nucleare e alla guerra, storie di pacifisti in carcere…),

e i siti di informazione critica e indipendente come:

www.zcommunications.org/zmag

www.democracynow.org

www.truth-out.org 

www.humanrightsinvestigations.org

solo per citarne alcuni.

Inoltre, non tutti sanno che PeaceLink è presente anche in Africa, con una bella redazione locale.

Il sito è:

www.africa.peacelink.org

e può essere un’altra fonte dalla quale attingere. Sei pronto per la tua prima traduzione?


5. A questo punto, riceverai i dati necessari per accedere al software di gestione del sito di PeaceLink, il Phpeace, dove potrai inserire le tue traduzioni, se vorrai, nella tua pagina personale. Ma questa è un’altra storia (“Come diventare un redattore di PeaceLink in 5 (?) mosse”)…

Per ogni ulteriore dubbio o richiesta di informazione tecnica puoi rivolgerti a:
Giacomo Alessandroni: g.alessandroni@peacelink.it (segretario di PeaceLink)
Oppure a:
Antonella Recchia: antonellarecchia74@gmail.com  cell: 349 1952892 (coordinatrice dei traduttori)

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.24 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)