Schede

Una guerra la vince chi la sa raccontare bene

Cosa sono le Psyops

Le operazioni psicologiche e il loro ruolo nei conflitti strategici e militari
13 aprile 2020

"Ci sono essenzialmente due grandi forze in guerra: quella fisica e quella morale. Queste due forze suggeriscono due distinti approcci alla guerra. Uno un approccio "diretto", che si concentra sulle forze fisiche dell'avversario, e l'altro un approccio "indiretto", incentrato sulle forze morali. Entrambi questi approcci sono stati provati nel corso della storia, con una nota mancanza di enfasi sull'approccio indiretto fino a tempi più recenti. Questo sito Web cercherà di dare nuova enfasi all'approccio indiretto trasmettendo un migliore apprezzamento per l'applicazione di operazioni psicologiche. Quindi siediti e unisciti a me in un tour della storia delle operazioni psicologiche e di ciò che PSYOP è oggi".

Dal sito http://www.psywarrior.com/

Vedere anche:

Lo story telling fa parte delle psysop, specie per l'aspetto emozionale.

Articoli correlati

  • Schede
    Video

    Il centrismo (1947-1953)

  • Psyop e cellule PI
    MediaWatch
    Le operazioni psicologiche (Psyops) e la Public Information (PI)

    Psyop e cellule PI

    In seno alla Nato si sono formate unità di Psyops che si occupano di propaganda, disinformazione e manipolazione dell'informazione. Molto importanti sono le cellule PI che informano il pubblico, per mezzo dei media, sulle attività che i militari intendono condurre
    Redazione PeaceLink
  • Schede
    Guerra fredda

    Psychological Strategy Board

    Truman creò il Consiglio di strategia psicologica nel 1951 per migliorare e razionalizzare la tentacolare campagna di guerra psicologica.
    13 aprile 2020 - Alessandro Marescotti
  • I golpisti della lingua
    Editoriale
    Perché si è persa la memoria storica

    I golpisti della lingua

    Il fatto che - dopo il crollo del Muro di Berlino - il termine "rivoluzione" venga riutilizzato per la Siria è una evidente operazione di modifica delle percezioni. Con la guerra si può decidere di dare a gruppi di terroristi tagliagole la patente di rivoluzionari. Questo è un golpe linguistico.
    23 luglio 2012 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)