AIFO: la tournée dei Tambores del Tocantins sotto l'egida di Gilberto Gil

I Tambores del Tocantins, per la prima volta in Italia, porteranno in 12 città italiane la voce dei più poveri
17 maggio 2007

AIFO lancia il 21 maggio la campagna di sensibilizzazione "Restituire l'Infanzia", per richiamare l'attenzione sulla salute dell'infanzia nel mondo, in particolare per quanto riguarda lebbra, disabilità e sanità di base. Nell'ambito della campagna, AIFO organizza la prima tournée italiana dei Tambores del Tocantins, ragazzi beneficiari del Progetto AIFO di Sviluppo Comunitario di Porto Nacional in Brasile, che riprendono l'antica tradizione delle percussioni brasiliane sotto la guida del musicista Marcio Bello. Le loro tournée hanno riscosso già ampio successo di critica e di pubblico in numerosi paesi di tutto il mondo.

La tournée dei Tambores partirà da Roma il 21 maggio, per proseguire il 22 a Caserta, il 23 a Lamezia Terme (CZ), il 25 a Ostuni (BR), il 26 a Brindisi, il 28 a S. Margherita Ligure (GE), il 29 a Torino, il 30 a Cervo (IM), il 31 a Bologna, il 1 giugno a Casalecchio di Reno (BO), il 2 giugno a Granarolo (BO) e Medicina (BO), per concludersi il 3 a Lissone (MI). L'intera tournée è sotto il patrocinio del Ministro della Cultura brasiliano, il famoso musicista Gilberto Gil.

Numerosissime sono le iniziative di piazza che i Gruppi AIFO locali organizzano a maggio in diverse città italiane a sostegno della campagna Restituire l'Infanzia: momenti di gioco, di sport e di spettacolo per bambini e adulti saranno occasione di riflessione e di informazione sulle attività dell'AIFO rivolte all'infanzia.

Ogni anno vi sono 40.000 bambini con la lebbra nel mondo e circa il 12% di tutti i nuovi casi di lebbra sono bambini con meno di 15 anni. L'intervento dell'AIFO non si limita alla terapia farmacologia, ma prevede la riabilitazione sociale del bambino attraverso l'informazione e l'educazione della comunità in cui egli vive.
La disabilità tra i bambini nei Paesi in via di sviluppo, è un'emergenza silenziosa e nascosta. L'entità del problema è resa evidente dalla differenza di percentuale delle persone disabili tra i paesi ricchi in Europa ed i paesi poveri dell'Africa subsahariana. Tra i primi, la percentuale delle persone disabili è intorno al 12-15%, mentre in Africa subsahariana la percentuale delle persone disabili si attesta intorno all'1-2%. Questa differenza è in gran parte dovuta alla mancanza di servizi e di infrastrutture ed alla malnutrizione, che causano l'elevata mortalità infantile.

AIFO sostiene 37 progetti di riabilitazione in Asia, Africa e America Latina. I progetti sono rivolti alle persone con disabilità fisiche e mentali e raggiungono più di 80.000 persone ogni anno. Tra queste, circa due terzi sono bambini con meno di 15 anni.
All'interno dei propri progetti AIFO promuove attività di sanità di base e salute comunitaria con particolare attenzione alla salute materno-infantile: vaccinazioni, integrazioni alimentari per i bambini malnutriti, cura per malattie come diarrea, infezioni respiratorie, malaria, ecc. e assistenza per i bambini sieropositivi. Nel 2006 queste attività hanno dato beneficio a circa 30.000 bambini in tutto il mondo.

Nel sito www.aifo.it informazioni, approfondimenti e lo spot dedicato alla campagna, di cui sono protagonisti i Tambores del Tocantins.

Articoli correlati

  • Jerusalema
    Cultura
    Resa popolare su TikTok

    Jerusalema

    La canzone nasce come un brano gospel nelle chiese evangeliche, prima di diventare quello che comunemente definiamo tormentone
    17 settembre 2020 - Virginia Mariani
  • Brasile: i militari saranno impiegati in conflitti con i paesi vicini
    Latina
    "Per difendere gli interessi strategici del paese"

    Brasile: i militari saranno impiegati in conflitti con i paesi vicini

    Si tratta di una provocazione contro i paesi aderenti all’Alba. Ne ha dato notizia il quotidiano Brasil de Fato
    4 settembre 2020 - David Lifodi
  • Asili nido e società “adulto-centrica”: intervista a Gabriella Falcicchio.
    Consumo Critico
    I servizi nella fascia 0-3 anni

    Asili nido e società “adulto-centrica”: intervista a Gabriella Falcicchio.

    E' necessario mandare i bambini al nido per farli essere più "preparati"? In una società arrivista, capitalista e frenetica, anche i bambini devono "stare al passo" degli adulti. La tradizione pedagogica non violenta e "illichiana" possono invece aiutarci a mettere al centro i bambini.
    15 agosto 2020 - Linda Maggiori
  • E' tempo di pensare
    Pace
    Un brano musicale in un video

    E' tempo di pensare

    Pubblicato su internet il video che accompagna il brano della cantautrice e attivista per la Pace Agnese Ginocchio dal titolo: "E' tempo di pensare". Il brano è stato composto durante il periodo di quarantena. Nel video, il fotogramma che richiama il libro "Riace. Musica per l'Umanità"
    30 luglio 2020 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)