Sociale

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

AIFO: il Brasile ammette che la strategia contro la lebbra era sbagliata

Un nuovo documento emesso dal Ministero della Sanità brasiliano impone una svolta nella strategia di eliminazione della lebbra nel paese sudamericano
20 settembre 2007 - Davide Sacquegna

Il Ministero della Sanità brasiliano ha emesso il 20 settembre un documento in cui si riconosce che il calo del numero dei malati di lebbra in cura in Brasile negli ultimi anni era un dato non corretto. Infatti, dietro pressioni internazionali, i responsabili del programma di eliminazione della lebbra avevano adottato diversi espedienti per far risultare dati più ottimistici rispetto alla realtà, al fine di ottenere il raggiungimento dell'obiettivo dell'eliminazione della malattia nei termini fissati dall'OMS. Tra l'altro, denuncia il documento, era stato deciso di basarsi sui numeri presenti nel sistema informatico sanitario nazionale al 15 gennaio dell'anno successivo invece che prendere i dati al 31 marzo. Con questo stratagemma il numero di nuovi casi di lebbra nel 2004 era sceso a 38.423 invece degli effettivi 51.000.
Il nuovo documento è stato emesso in seguito all'insediamento dei nuovi responsabili del programma lebbra, che hanno deciso l'adozione di una nuova strategia.
La dott.ssa Maria Leide, ex consulente AIFO nello Stato di Bahia e nuova responsabile nazionale del programma lebbra, ha annunciato l'adozione di una nuova strategia, basata non più su una falsa “eliminazione della lebbra” ma piuttosto su una seria lotta alla malattia.
Un articolo pubblicato dal dott. Sunil Deepak, Responsabile per l'Attività scientifica di AIFO e consulente OMS, mette in evidenza come la strategia di "truccare" i dati epidemiologici potrebbe essere stata adottata negli ultimi anni da molti altri stati, interessati a raggiungere l'obiettivo di eliminazione della lebbra entro l'anno 2000, ed auspica che anche altrove i Ministeri competenti abbiano il coraggio di denunciare le politiche scorrette e ricorrere, finalmente, ad una strategia di lotta reale alla malattia.
L'articolo di Sunil Deepak può essere letto nel sito AIFO all'indirizzo: www.aifo.it/saperne_di_piu/lebbra/materiale1/pagina4.html

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)