Kenya

Le precondizioni per l’abuso sessuale infantile

Una delle teorie più largamente discusse sull’abuso sessuale infantile è il Modello delle Quattro precondizioni dell’abuso sessuale infantile di David Finkelhor.
David Finkelhor è un professore americano di Sociologia e il direttore del Centro di Ricerca sui crimini contro i bambini. Egli sostiene che l’abuso sessuale è la conseguenza del superamento sequenziale dei quattro ostacoli che portano all’abuso sessuale da parte dell’autore.
29 dicembre 2012 - Koinonia Community
Fonte: koinoniakenya.org - 17 dicembre 2012

koinonia Perché si verifichi un atto sessuale, devono presentarsi quattro condizioni:
1. La motivazione per abusare sessualmente di un bambino: Questa può essere il risultato del bisogno di prevalere su qualcuno come compensazione per un abuso subito nell’infanzia.
Implica la visione di materiale pedo-pornografico.
Sono a rischio le persone incapaci di sfogare i loro bisogni sessuali in una maniera normale e appropriata, forse a causa della mancanza di capacità sociali che permettano lo sviluppo di relazioni intime con un adulto oppure il divieto totale di costruirne come capita a molte giovani collaboratrici domestiche in Kenia.

2. Inibitori interni prevaricanti: le inibizioni interne relative alla coscienza personale degli individui riguardo all’inappropriatezza del contatto sessuale e al desiderio e/o abilità di controllare i loro impulsi verso i bambini. Ci sono le prove che i pedofili motivano razionalmente la loro condotta e cercano di trovare una giustificazione alle attività sessuali con i bambini. Nel caso non riescano in questo, l’alcool e la droga diventano una soluzione per superare queste inibizioni.

3. Inibitori esterni prevaricanti: Un ambiente che garantisce la sicurezza del bambino priva il pedofilo dell’opportunità di commettere abuso. Questo può essere creato tanto da un’attenta supervisione dei genitori, degli assistenti medici o dei tutori quanto da strutture protette a scuola e a casa.

4. Resistenza del bambino prevaricante: Questo riguarda la fiducia. Quando un bambino inizia a fidarsi di una persona, mette le fondamenta per l’abuso sessuale.

Informare i bambini delle scuole elementari riguardo agli abusi sessuali permetterebbe loro di essere consapevoli di ciò che un eventuale pedofilo potrebbe fare e quindi dar loro il coraggio per resistere nonostante le minacce.
I genitori che sono legati ai bambini e in grado di discutere con loro di questo problema riducono le possibilità di abuso.

Qualcuno potrebbe dire che se non si verificasse la prima precondizione, ovvero il desiderio di avere una relazione sessuale con un bambino, il problema sarebbe risolto.
Mentre i ricercatori discutono su come trattare i pedofili, le durissime condanne possono fare molto per fermare i potenziali pedofili dal soddisfare i loro desideri.

In mancanza dell’ergastolo, i pedofili incarcerati e rilasciati senza alcun trattamento né terapia diventano recidivi dal momento che il desiderio non sarà stato curato.

IN SINTESI...

• I bambini maschi potrebbero non denunciare un abuso per paura di essere ritenuti omosessuali
• Potrebbero considerare l’abuso da parte di donne più anziane o di ragazze come una forma di iniziazione all’età adulta
• I maschi soffrono psicologicamente quanto le femmine per un abuso sessuale, ma ancora non si parla di servizi che li riguardino in particolare
• Come le femmine, anche i maschi sono aggrediti prevalentemente da persone che conoscono
• Gli uomini adulti sono meno portati a parlare di abusi sessuali subiti da piccoli rispetto alle donne

DOVE TROVARE AIUTO

Istituzioni che offrono supporto legale:

• L’associazione Africana per la prevenzione e la protezione contro l’abuso e l’abbandono minorile (African Network for the Prevention and Protection against Child Abuse and Neglect - ANCPPCN)
• Il centro consultivo e legale per i diritti dei bambini (Child Rights Advisory and Legal Center - Cradle), l’associazione Children Legal Action Network (Clan) e l’organizzazione per i diritti dei bambini Kenya Alliance for Advancement of Children Rights (KAACR)
• Lo sportello per l’infanzia in diverse stazioni della polizia.

Il Dipartimento per l’Infanzia attraverso i funzionari del distretto infantile sotto il Ministero dell’equità sessuale, dell’infanzia, della società e dello sviluppo.

DOVE AVERE SUPPORTO PSICO-SOCIALE...

• La comunità Koinonia ha cinque istituzioni chiamate Kivuli Center, Anita Home, Tone La Maji, Ndugu Mdogo Kibera, Kivuli Ndogo.
• Altre istituzioni attive a questo scopo sono la Undugu Society e la Shangilia Mtoto Wa Afrika.7

DOVE TROVARE AIUTO MEDICO...

• Il Centro di Recupero e per la violenza sessuale dell’Ospedale femminile di Nairobi.
• Gli ospedali specialistici governativi.

Tradotto da Francesca Benazzi.

Prossimi appuntamenti

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.2 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)