Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Un programma di finanziamenti Europei che potrebbe aiutare Taranto

Il Comune di Taranto si attivi per non perdere i fondi LIFE+

"Non sappiamo quanta diossina entra nel corpo degli uomini, delle donne, dei bambini. Non sappiamo se nel latte materno e nel sangue ve ne sia traccia. Ecco perché è estremamente necessario disporre di nuove tecnologie di monitoraggio".
24 novembre 2007
Comitato per Taranto

Logo del Programma Life+ Il 9 giugno 2007 è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea il Regolamento n. 614/2007 del Parlamento europeo e del Consiglio per finanziare progetti per per l'ambiente. Tale programma di finaziamento europeo si chiama LIFE+.

Il Comitato per Taranto ritiene essenziale che il Comune di Taranto si attivi concretamente per avere accesso a tali finanziamenti. I progetti finanziabili da LIFE+ possono riguardare il monitoraggio ambientale, le azioni di informazione e sensibilizzazione del pubblico, l'uso di Internet per realizzare piattaforme di dati accessibili alla cittadinanza e l'adozione delle migliori pratiche ecologiche.

Il programma finanzia anche la "dimostrazione di approcci strategici, tecnologie, metodi e strumenti innovativi" in tali ambiti.

E' quindi il programma europeo tagliato su misura per i bisogni e le emergenze di Taranto.

Riteniamo che questo programma di finanziamento europeo consenta di realizzare ciò di cui Taranto ha estremo bisogno: una nuova ed efficace rete di monitoraggio ambientale.

La mancanza di informazione ambientale nella nostra città è evidente a tutti. La popolazione viene investita periodicamente da nubi maleodorati di cui non si conosce né la provenienza né la composizione chimica.
Occorre monitorare l'emergenza diossina, l'impatto del mercurio, l'esistenza di enormi quantità di IPA (idrocarburi policiclici aromatici), la dispersione in atmosfera e l'intrusione nel ciclo alimentare di sostenze potenzialmente cancerogene. Non sappiamo quanta diossina entra nel corpo degli uomini, delle donne, dei bambini. Non sappiamo se nel latte materno e nel sangue ve ne sia traccia. Ecco perché è estremamente necessario disporre di nuove tecnologie di monitoraggio e di finanziamenti europei per acquistarle, senza dover chiedere favori e offerte di beneficienza ad alcuno. La comunità viene cronicamente inquinata senza avere neppure gli strumenti per misurare in che misura e senza sapere come poter reagire in modo mirato.

E' per questo motivo che è decisivo che il Comune di Taranto si attivi fattivamente per non lasciarsi assolutamente sfuggire i fondi del programma europeo LIFE+.

Comitato per Taranto

Biagio De Marzo
Salvatore De Rosa
Paola D'Andria
Alessandro Marescotti

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)