Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Dalla chimica alla siderurgia, la Puglia terrirorio di scorrerie di grandi imprese

Discussione Pear: e’ un punto di svolta

"Al Governo regionale, all’Assessore all’Ambiente chiedo: di utilizzare questa seduta del Consiglio regionale, assumendo gli obiettivi scaturiti da esso, per il miglioramento del Piano; il tempo per migliorare il consenso intorno al PEAR di movimenti ed autonomie locali."
30 novembre 2007
Fonte: TarantoSera

Egregio Direttore,

- La discussione del PEAR in Consiglio Regionale segna un punto di svolta per un territorio abituato da decenni a scorrerie di grandi imprese, ieri della chimica e della siderurgia, oggi dell’energia, a utilizzare il nostro territorio senza programmazione alcuna e senza controlli da parte dei soggetti istituzionali a ciò preposti: Regione, Province, Comuni.

Meglio sarebbe stato se questa discussione fosse avvenuta ancor prima nelle Commissioni di competenza (Ambiente, Attività Produttive). Il Piano contiene indicazioni strategiche.

Intanto non si prevedono altri investimenti con fonti tradizionali; si punta a ridurre drasticamente il carbone e a sostituirlo con eolico, fotovoltaico solare, biomasse e residui da combustione industriale esistenti sul territorio. Viene espresso un “altolà” al nucleare: per soddisfare i bisogni di una generazione non possiamo addossarle nei secoli a venire conseguenze irreversibili come quelle rivenienti dalle scorie nucleari.

TarantoViva - A lezione di senso civico: “Adotta la città”
Adotta la città. Il progetto presentato questa mattina dall’assessorato alla Pubblica istruzione del comune si rivolge agli alunni delle elementari , medie e superiori della città. Stamattina presso gli uffici di via Plinio l’Associazione TarantoViva ha parlato del progetto di educazione ambientale. “TarantoMia - Adotta la città” è realizzato in collaborazione con gli Assessorati alla Pubblica Istruzione, alla Cultura e all’Ambiente del Comune di Taranto, con l’Amiu e con la Protezione Civile. E’ una campagna di informazione e sensibilizzazione sulla questione ambientale rivolta alle scuole elementari , medie e superiori della città, ed è finalizzata a favorire la conoscenza, il rispetto e l’acquisizione del senso civico.
Nella direzione del risparmio energetico la Regione Puglia è impegnata a favorire le potenzialità della bio-architettura. Il governo regionale sta preparando un provvedimento legislativo sulla bio-edilizia; i Comuni, con i loro PUG e regolamenti edilizi, e le Province, con i PTCP, possono individuare indirizzi, azioni adeguate e vincoli per il risparmio energetico.

In Puglia, con la scelta della differenziazione delle fonti energetiche, si può produrre più energia e al contempo ridurre in maniera consistente le emissioni di anidride carbonica. Il CDR da utilizzare nella centrale di Cerano deve essere solo e soltanto quello prodotto a Brindisi, nella direzione della chiusura del ciclo dei rifiuti.

Al Governo regionale, all’Assessore all’Ambiente chiedo: di utilizzare questa seduta del Consiglio regionale, assumendo gli obiettivi scaturiti da esso, per il miglioramento del Piano; il tempo per migliorare il consenso intorno al PEAR di movimenti ed autonomie locali.

D’altro canto, a Brindisi e a Taranto non si potrebbero ottenere risultati concreti (penso alle convenzioni con le società elettriche) se Comune e Provincia marciassero separati dalla Regione.

Pietro Mita
Bari

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)