Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Città Vecchia, bonificate intere zone del quartiere

La Città Vecchia ha davvero la possibilità di spiccare il volo, anche grazie ad alcune ultime novità. Anzitutto, in consiglio comunale è stato approvato il progetto della zona franca urbana attraverso cui si potrà rilanciare il quartiere con l’investimento privato che godrà di agevolazioni fiscali.
24 luglio 2008
Alessandra Irullo
Fonte: Corriere del Gorno

- “Chiediamo di rispettare il lavoro dell’Amiu per il nostro bene, per il bene del quartiere e di ciascun abitante. Di usare i cassonetti per gettare carta, lattine, bottiglie di plastica. Chiediamo di non buttare più alcun rifiuto per strada”.

Questo l’invito di Lino De Guido, presidente del circolo “A. Gramsci” del Partito Democratico Città Vecchia, rivolto ai pubblici esercizi e ai cittadini che abitano questa storica parte della città. “In questi giorni - ha proseguito - molte zone precedentemente ridotte a vere e proprie discariche a cielo aperto, sono state bonificate con interventi radicali di pulizia e decoro dell’ambiente urbano. L’Amiu ha svolto un eccellente lavoro”.

Tuttavia, se pulire il quartiere è dovere dell’Amiu, non sporcare le strade è dovere di ogni abitante... “Noi ci impegneremo, pur non avendo poteri sanzionatori, nell’essere vigili e rigidi nei confronti di chi non rispetta l’ambiente - ha dichiarato il presidente - Andremo casa per casa e all’interno degli esercizi commerciali al fine di effettuare una campagna informativa sulla questione della pulizia”.

L’idea del circolo è quella di distribuire dei volantini informativi e di lavorare con gruppi di cittadini per rendere tutti maggiormente responsabili. “Il fine ultimo è che vicoli e strade siano considerati come prosecuzione di casa propria, quindi sicuramente meritevoli di rispetto”. De Guido ha poi aggiunto che è stato raggiunto un accordo con il presidente dell’Amiu in merito alla collocazione, prevista nelle prossime settimane, di nuovi cassonetti nel quartiere . “Tale esigenza è stata dettata dalla carenza di luoghi giusti per buttare i rifiuti - ha precisato - Così, non ci potrà essere alcuna giustificazione per chi sporca la città”.

La Città Vecchia ha davvero la possibilità di spiccare il volo, anche grazie ad alcune ultime novità. “Anzitutto, in consiglio comunale è stato approvato il progetto della zona franca urbana, soprattutto per quanto concerne la Città Vecchia - ha spiegato - attraverso cui si potrà rilanciare il quartiere con l’investimento privato che godrà di agevolazioni fiscali”.

Secondo De Guido, l’obiettivo è quello di continuare il recupero delle costruzioni affidando circa il 70% al privato e la restante parte alla gestione comunale che potrà utilizzare gli immobili per le esigenze dei cittadini più bisognosi. Altro interessante progresso citato è la riapertura dell’ex caserma Rossarol.

“Finalmente la Città Vecchia potrà accogliere gli studenti, potrà esserci una ri-popolazione grazie a questa giovane presenza”. Tutto ciò significa anche che dovranno essere risolti altri problemi che affliggono la Città Vecchia. Tra tutti, quello della carente illuminazione. “E, oltre l’illuminazione, un’altra difficoltà per la quale rivolgiamo un appello al comando della Polizia Municipale è la sicurezza stradale”.

De Guido si è riferito alla necessità di un presidio fisso della Polizia Municipale, in particolar modo nei pressi della Scesa Vasto e di via Garibaldi, al fine di evitare lo scorrazzamento delle moto ad alta velocità che mettono a rischio l’incolumità dei cittadini. “Insomma - ha concluso - nonostante le inevitabili difficoltà, insieme si può fare davvero molto per garantire almeno le condizioni minime di vivibilità”.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)