Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Condotta Gennarini, il Comune assicura: controlli più accurati

L'allarme nei video del sub ambientalista Matacchiera. Palazzo di città annuncia «l'amministrazione comunale tramite l'Arpa, sta frequentemente monitorando le acque al pozzetto d'uscita del depuratore Gennarini».
28 luglio 2008
Cesare Bechis
Fonte: Corriere del Mezzogiorno

- TARANTO — Il Comune avvierà subito i controlli sulla condotta sottomarina che, in base al documento video del subacqueo Fabio Matacchiera, continua a sversare liquami in mare aperto. Nello stesso tempo l'Aqp conferma che «i reflui scaricati in mare provenienti dal depuratore Gennarini sono assolutamente a norma e l'impianto è sottoposto a continui controlli che non hanno mai evidenziato alcuna sfasatura: il depuratore funziona nel rispetto delle norme. Evidentemente c'è qualche altra causa».

Il sub ambientalista Matacchiera ripropone la questione legata alla condotta sottomarina che avrebbe dovuto risolvere tutti i problemi fognari di Taranto. Nei giorni 17 e 21 luglio scorsi il sub ha filmato fuoruscita in grande quantità di «liquame giallo bruno emanante un olezzo acido tipico dello scarico di fogna».

La notizia non poteva passare inosservata anche perché chiama in causa il Comune, l'Aqp e l'Arpa per i rispettivi ruoli, quanto meno per le funzioni di controllo sulle emissioni idriche. L'Aqp si tira fuori e sostiene il perfetto funzionamento del depuratore Gennarini.

L'assessore comunale all'Ambiente, Sebastiano Romeo, non potendo negare l'evidenza della documentazione conferma l'avvio dei controlli. Dice anche che «sarebbe stato più utile sapere subito, in quei due giorni, che si verificavano fuoruscite di presunti liquami. Avremmo effettuato subito i controlli per accertare cosa non funzionava o se c'era qualche abuso lungo la linea. Ora può anche darsi che non troviamo la causa dello sversamento».

In ogni caso Palazzo di città annuncia che «l'amministrazione comunale, avendo a cuore l'ambiente e la salute dei propri cittadini, da mesi si sta adoperando per la soluzione del problema della condotta sottomarina di Gennarini, per la quale come si sa sono in corso procedimenti legali. Si sono tenuti già svariati incontri con l'Ato Puglia, sia a Bari che a Taranto, nella sede dell'assessorato all'Ambiente. Inoltre, tramite l'Arpa, si stanno frequentemente monitorando le acque al pozzetto d'uscita del depuratore Gennarini»

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)