Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Diossina, nuove tecnologie

Promesse di limitare le emissioni dall'Ilva. Il progetto: la Regione si riserva di valutare le proposte aziendali quando queste saranno formalizzate. La Uil invita a far scendere i livelli d'inquinamento L'Ilva a ridosso del rione Tamburi
2 agosto 2008
Fonte: Corriere del Mezzogiorno

- TARANTO - È stato «interlocutorio» l'incontro presso il ministero dell'Ambiente che si è svolto avantieri sulle procedure di Aia dell'Ilva e sul tema diossine. Lo rende noto in un comunicato l'assessore all'Ambiente della Regione Puglia, Michele Losappio.

«La Regione, come è noto, - è scritto nel comunicato - ha depositato con il sostegno di Arpa il proprio documento» sulle emissioni inquinanti «e Ilva ha dichiarato la propria disponibilità a presentare in tempi strettissimi un nuovo cronoprogramma per l'applicazione del procedimento teso a ridurre le emissioni delle diossine e, nel mese di settembre, una proposta integrativa relativa a nuove tecnologie che agirebbero insieme a questo procedimento per ridurne le quantità».

«La Regione - si legge nella nota - si riserva di valutare queste ulteriori proposte quando verranno formalizzate». Intanto martedì prossimo, 5 agosto, si terrà un incontro con i giornalisi presso il Comune di Taranto. Durante l'incontro - viene annunciato - Comune, Provincia e Regione spiegheranno insieme le proprie posizioni.

Su questo tema interviene la Uil. «Non ci siamo con i tempi e non ci siamo con la quantità di emissioni, e la Regione Puglia può decidere in tal senso senza ricorrere a Roma». Lo sostiene in una nota il segretario regionale di Puglia, Aldo Pugliese, prendendo le distanze dalle dichiarazioni rilasciate proprio da Losappio, sull'inquinamento ambientale prodotto dall'Ilva.

Qualche giorno fa il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, aveva anche inviato una lettera al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, chiedendogli di far modificare le norme sulle emissioni di diossina. Pugliese, premettendo che la Uil non ha firmato l'accordo di programma su questo problema, afferma che il primo passo da compiere «è far scendere le emissioni di diossina a 0,4 nanogrammi. Non solo: l'Ilva deve applicare le migliori tecnologie entro il primo semestre del 2009 e non entro il 2010, come sostiene l'assessore».

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)