Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Taranto, Ambiente: in programma due importanti riunioni

Conserva: "Abbiamo affidato anche la redazione del Piano Provinciale di Gestione dei Rifiuti urbani con il quale saranno individuate le aree idonee e quelle non idonee alla collocazione impiantistica dei rifiuti”.
28 agosto 2008
Michele Conserva

Stemma della Provincia di Taranto Intervento dell’assessore provinciale all’Ambiente, Michele Conserva, in vista della riunione del Comitato di Coordinamento ministeriale sull’Accordo di Programma “Area industriale di Taranto e Statte dell’11 aprile 2008” convocata per il prossimo 17 settembre 2008: “In primo luogo appare fondamentale sottolineare con favore la ricognizione dell’andamento degli impegni assunti con l’Atto di Intesa integrativo sull’Ilva del 23 ottobre 2006, che si terrà su convocazione della Regione Puglia il prossimo 6 settembre 2008.

L’incontro del Comitato di Coordinamento Ministeriale del prossimo 17 settembre, assume poi una particolare importanza per chiarire le diverse posizioni tra Ministero e ARPA Puglia, nonché per affrontare e rendere proceduralmente condivisi da tutti gli attori pubblici i nodi ancora irrisolti nell’ambito delle istruttorie delle singole Autorizzazioni Integrate Ambientali (IPPC); in particolar modo, gli aspetti riferiti alla problematica ILVA e al suo cronoprogramma, tra cui ad esempio gli aspetti relativi all’utilizzo del pet-coke, per il quale la Provincia di Taranto ha già provveduto a formulare un proprio parere in data 23 luglio scorso.

In questo quadro, l’incontro del 17 settembre rappresenta perciò un’occasione straordinaria per rendere armonico il rapporto tra economia produttiva del territorio con ambiente e salute. È proprio attraverso questo percorso condiviso dalle autorità competenti e dai portatori di interesse, che si può infatti raggiungere quell’equilibrio che deve necessariamente accompagnare l’Autorizzazione Integrata Ambientale.

Percorso che trova riscontro e supporto nell’Accordo di Programma ministeriale dell’11 aprile 2008, che espressamente prevede: al comma 2 dell’articolo 1 che …le AIA conterranno le misure necessarie per proseguire le attività di monitoraggio e controllo degli adeguamenti impiantistici già avviati, nonché le modalità di monitoraggio degli ulteriori adeguamenti previsti. Altresì potranno essere definite le modalità di monitoraggio e controllo ambientale anche attraverso una gestione unitaria su base consortile delle relative attività… al comma 1 dell’articolo 6 che …il Comitato di Coordinamento potrà fare ricorso a specifici e mirati studi sistemici ed indagini appropriate, con finanziamento a carico dei soggetti pubblici e possibile partecipazione dei gestori interessati.

Per queste ragioni siamo sicuri che il tavolo ministeriale e il conseguente confronto che ne scaturirà, costituirà elemento dirimente, perché il Ministero dell’Ambiente, nella persona del Direttore Generale per le AIA dott. Bruno Agricola, e l’ARPA Puglia, nella persona del Direttore Generale prof. Giorgio Assennato, risolveranno adeguatamente le interpretazioni normative del Decreto Legislativo 152/2007 e la parte di rimando all’articolo 7 del precedente D.M. 25.11.1994, riferite alle campagne di misurazioni effettuate o da effettuarsi, tra cui il benzo(a)pirene, che tanto risalto hanno avuto nell’opinione pubblica grazie alla meritoria opera dei mezzi di informazione. A tal proposito ribadiamo piena fiducia nelle istituzioni ministeriali, regionali ed in particolare nell’ARPA Puglia il cui ruolo è stato valorizzato proprio dall’Amministrazione provinciale.

Com’è noto, a favore dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale abbiamo stanziato ingenti risorse finanziarie che sono servite per acquistare nuove apparecchiature e assumere personale specializzato; all’Arpa, inoltre, abbiamo affidato anche la redazione del Piano Provinciale di Gestione dei Rifiuti urbani con il quale saranno individuate le aree idonee e quelle non idonee alla collocazione impiantistica dei rifiuti”.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)