Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Taranto, vigili in rivolta

I sindacati: «Il sindaco denuncia disservizi? Siamo pochi e malpagati». L'accusa: «È da un anno che chiediamo la riorganizzazione, Stefàno ci ha tolto il 20 per cento dello stipendio»
30 agosto 2008
Fabio Venere
Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno

- TARANTO - «Noi, per strada pochi e malpagati». I sindacati dei vigili urbani non accettano l’offensiva del sindaco di Taranto, Ezio Stefàno, che ha scritto alla Procura per segnalare un ritardo di quasi un’ora di una pattuglia da lui chiamata per sanzionare delle auto in doppia fila lungo viale Magna Grecia nei pressi di via Dalmazia.

Prima, una premessa che serve a sgomberare il campo da qualsiasi dubbio. Tutti i sindacalisti che sono intervenuti su questa vicenda ammettono che, in effetti, attendere per quasi un’ora una pattuglia rappresenta comunque «un disservizio grave, per carità».

Gino Buccarella, coordinatore delle Rsu del Comune, rilancia: «Sì - osserva - non ci sono dubbi. Se i fatti corrispondono a quanto dichiarato dal sindaco, e sino a prova contraria non possiamo dubitarne, quel che è accaduto è piuttosto grave». Buccarella provi a mettersi nei panni del sindaco o dei cittadini? «No, se mi permette, in quelli del sindaco non mi ci voglio proprio mettere. Dice solo bugie come tutti i politici.

Non c’è alcuna differenza con quelli del passato. Ma questo - si chiede ironicamente Buccarella - non è iscritto ad un partito di estrema sinistra? E i partiti di estrema sinistra non dovrebbero difendere i salari dei lavoratori? Ecco, allora mi metto volentieri nei panni dei cittadini ed, in questa veste, ammetto che attendere quasi u n’ora dopo aver telefonato al comando è un fatto, a dir poco, negativo. Anche se tutto questo - continua Buccarella - è il prodotto, il frutto di un Corpo demotivato.

In un anno, la busta paga dei vigili si è ridotta del 15-20 per cento. Per non parlare poi - aggiunge - del lavoro domenicale e nei giorni festivi. I colleghi devono lavorare ma non ci sono soldi a sufficienza, secondo il Peg, per garantire questo lavoro».

La segreteria provinciale del Silpol chiede, invece, al sindaco Stefàno «anche in qualità di assessore alla Polizia municipale di prendersi carico di quelle che sono le problematiche del Corpo e di volerle risolvere concretamente e definitivamente ». Silvano Schirosi, segretario provinciale del Siulpl, commenta: «Da un anno chiediamo al sindaco, invano, una riorganizzazione del servizio. Siamo pochi, malpagati e guidati in maniera inadeguata. Sono mesi, infatti, che chiediamo le dimissioni del comandante Loddo». Schirosi conclude: «Si parla tanto di legalità ma da luglio 800 dipendenti comunali percepiscono ugualmente l’indennità per l’orario flessibile anche se, in estate, non fanno più i rientri pomeridiani. Si tratta di 180mila euro al mese. E poi, per i vigili urbani non ci sono mai i soldi».

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)