Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Inquinamento, uno studio sui bambini

I pediatri di famiglia si aggiornano e progettano una ricerca scientifica, attraverso l'esame di spirometria ai ragazzini tra gli 11 ed i 13 anni di età. La proposta lanciata durante un corso. Asl e Regione appoggeranno l'iniziativa
18 novembre 2008
Fonte: Corriere del Giorno

- Uno screening per studiare e monitorare la funzione respiratoria dei bambini tarantini. E' stata la proposta di ricerca lanciata, sabato 8 novembre, dai pediatri di famiglia di Taranto e provincia durante il corso di aggiornamento “Inquinamento ambientale e funzionalità respiratoria nei bambini di un’area urbana”, organizzato dalla Fimp (Federazione italiana medici pediatri).

Lo scopo della giornata è stato quello di gettare le basi per l’organizzazione della ricerca, con validità statistica e con solide basi scientifiche, su quanto le condizioni ambientali possano incidere negativamente sulla funzione respiratoria di bambini continuamente esposti all’inquinamento.

Il coordinamento della parte scientifica di tale lavoro è dell’Acp (Associazione culturale pediatri), la cui presidentessa regionale è la dott.ssa Annamaria Moschetti, pediatra di famiglia di Palagianello. Alla buona riuscita del progetto collaborano la dott.ssa Teresa Cazzato, responsabile regionale per l’aggiornamento della Fimp, ed un gruppo di pediatri di famiglia sempre della Fimp che svolgeranno la parte operativa del progetto. Tutti i pediatri indistintamente lavoreranno a titolo gratuito.

L'Asl di Taranto, con il pieno appoggio del direttore generale e del direttore sanitario, ha assicurato il suo pieno appoggio e collaborazione sia nella fase progettuale (realizzazione del corso di aggiornamento) sia nella fase attuativa mettendo a disposizione l’Ufficio Statistico della Asl; l’assessore alla Sanità pugliese, inoltre, ha assicurato il contributo economico regionale per l’acquisto delle attrezzature necessarie.

In pratica un gruppo di pediatri di famiglia eseguirà la spirometria a bambini di 11-13 anni residenti nelle aree cittadine a ridosso del polo industriale per confrontarne i valori con quelli di bambini in condizioni ambientali diverse in modo da valutare eventuali riduzioni della funzionalità respiratoria direttamente legate all’ambiente.

L’esame non è invasivo e consiste solo nel “soff iare” nello spirometro per cui i genitori possano stare tranquilli che ai loro figli non verrà arrecato nessun danno o fastidio. Rimarcando il valore scientifico dello studio, l’impor tanza dell’iniziativa per tutta la città di Taranto ed in particolare per i bambini a cui bisogna cercare di lasciare in eredità una città vivibile, il segretario provinciale della Fimp, dottor Mario Marranzini, insieme con la presidentessa regionale Acp, dottoressa Moschetti, lanciano un appello per la collaborazione attiva di tutti: bambini e genitori, scuola, Comune, Asl e mezzi di informazione per la buona riuscita del progetto.

Il corso svoltosi nei giorni scorsi, rientrante nel programma di aggiornamento aziendale che ogni anno l'Asl di Taranto organizza per i pediatri di famiglia, ha visto gli interventi di professionisti che si sono interessati attivamente del problema inquinamento e che hanno apportato il contributo della loro esperienza e delle loro conoscenze in proposito.

Tra questi il dott. Pino Merico, presidente dell’associazione “Bambini contro l’inquinamento”, il dott. Sebastiano Romeo, assessore all’Ambiente del Comune di Taranto, e la dott.ssa Lea Cifarelli, in rappresentanza del Comitato per Taranto. Il dott. Giovanni Pietroforte, pediatra ospedaliero dell’ospedale “Miulli” di Acquaviva delle Fonti, ha presentato tutte le preoccupanti e più recenti evidenze scientifiche sul rapporto fra inalazione di polveri sottili e danni polmonari con particolare riguardo all’età pediatrica e i dati storici dell’inquinamento dell’aria riferiti alla città di Taranto.

Di valore ed utilità dell'esame spirometrico nella valutazione del danno respiratorio, ha invece parlato il dott. Vincenzo Cofano, pneumologo ed allergologo dell'Asl di Taranto. Il dott. Maurizio Bonati, responsabile del Laboratorio materno- infantile dell’Istituto di ricerche farmacologiche “Mario Negri” di Milano, ha presentato le evidenze scientifiche riportate dalla letteratura internazionale sul rapporto tra inquinanti ambientali e salute infantile.

La prima bozza del protocollo di studio, concordato con l'istituto milanese che curerà l’elaborazione statistica, è stata presentata dalla dott.ssa Moschetti. Gli animatori del corso di formazione, con il compito di coordinare il lavoro dei pediatri presenti, sono stati la dott.ssa Teresa Cazzato ed il dott. Piero Minardi.

Inoltre la dott.ssa Grazia Benedetti ha ritirato il 1° premio per la foto “Matilde” vinto al concorso di fotografia su temi pediatrici che si è svolto a Messina a maggio 2008 nel corso del congresso dei pediatri dell’Italia meridionale dell’associazione culturale pediatri “gli Argonauti”, foto simbolo dell’inquinamento di Taranto e del diritto dei bambini a vivere bene e ad avere un futuro in questa città (la foto è pubblicata accanto).

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)