Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Il Fondo per l’Ambiente e la Promozione dello Sviluppo del Territorio

Risanare l'ambiente, ci penseranno le parrocchie?

53,6 milioni messi a disposizione, frazionati in 514 interventi, molti dei quali neanche sfiorano le problematiche ambientali. A Taranto finanziato il rifacimento del campo in erba sintetica della parrocchia Nostra Signora di Fatima di Talsano
24 agosto 2010
Gianluca Coviello
Fonte: Tarantoggi - 24 agosto 2010

Non meravigliatevi se proverete una forza irresistibile che vi costringerà a rileggere più volte questo articolo: le cose più assurde sono, inevitabilmente, quelle più difficili alle quali credere.

L’ultima ‘porcata’ che i parlamentari di questa legislatura hanno consegnato al Paese si chiama Fondo per l’Ambiente e la Promozione dello Sviluppo del Territorio. “Finalmente un po’ di soldi per affrontare i tanti problemi legati ad industrie inquinanti e discariche”, penseranno i più. Sant'Agostino

Purtroppo, però, questi ultimi resteranno delusi perché, i 53,6 milioni messi a disposizione, sono stati frazionati in 514 interventi, molti dei quali neanche sfiorano le problematiche ambientali. Si tratta di una riproposizione, sotto altro nome, della vecchia “legge mancia”, quella che permetteva ai parlamentari di proporre il finanziamento di progetti, provenienti dal proprio collegio elettorale, fino all’esaurimento delle somme messe a disposizione dal Ministero delle Finanze.

Poche illusioni, dunque, per chi sperava in interventi mirati a risolvere le tante criticità ambientali presenti su e giù per l’Italia.

Scopriamo, dunque, che Taranto non ha bisogno della bonifica radicale e completa delle aree verdi del quartiere Tamburi, tantomeno di una foresta urbana (così come era previsto dall’Atto d’Intesa ma non dalle scelte del Governo regionale), ma del rifacimento del campo in erbetta sintetica della parrocchia Nostra Signora di Fatima di Talsano per un costo totale di 100 mila euro. Tutti quei soldi per il solo campetto di erbetta sintetica? Assolutamente no: c’è anche il rifacimento degli spogliatoi.

Ebbene sì, mentre i bambini dei Tamburi giocano nelle poche aree verdi, tra le polveri di metalli pesanti registrate dalle analisi del Comune, è giusto pensare agli atleti. La povera chiesa tarantina, quella per intenderci che prese, attraverso le parole del Vescovo, le distanze dalla prima marcia degli ambientalisti, aveva pur bisogno di un sostegno economico. I progetti non c’entrano nulla con l’ambiente e la promozione del territorio? Un problema marginale. Come può, infatti, bastare l’ingente offerta versata da Riva per i lavori di rifacimento della facciata della chiesa dei Tamburi Gesù Divin Lavoratore? Pensate, gli ingrati cittadini del quartiere non hanno neanche detto grazie, così come auspicato con una nota alla comunità proprio dal Vescovo. Che brutte persone, hanno addirittura scritto sui muri vicino alla chiesa che “la coscienza non si compra”…

La vera colpa, però, non è tanto delle parrocchie, dei Comuni o delle Province che beneficeranno di questo denaro. Cosa fareste voi di fronte ad una proposta, di un parlamentare qualsiasi, di finanziamento del vostro progetto? I colpevoli sono i politici che dimostrano, per l’ennesima volta, la loro incapacità di programmare gli interventi davvero necessari per una comunità. Continuano a pensare al loro orticello dando adito a chi, a torto o ragione, grida allo scandalo, al clientelismo.

Quello che potrebbe essere un triste capitolo di un romanzo tragi-comico, però, è realtà ed è messa nero su bianco dal voto favorevole alla Camera prima della sola commissione bilancio, tesoro e programmazione (che si è espressa per progetti dal costo totale di 50,275 milioni di euro) e poi dalla commissione congiunta, bilancio- cultura (per i restanti 3,378 milioni). Erano tutti d’accordo nell’approvare questo provvedimento, esclusa l’Italia dei Valori che ha proposto di destinare quei soldi al fondo per l’ammortamento dei titoli di Stato. Evidentemente ognuno ha avuto la propria fetta di progetti per accontentare questa o quella parrocchia, questa o quella associazione, questo o quell’ente pubblico. A votare l’ok definitivo anche il parlamentare tarantino del Pdl Pietro Franzoso e l’ex presidente dell’Organo Straordinario di Liquidazione del Comune di Taranto Francesco Boccia (Pd), entrambi componenti della commissione bilancio della Camera.

Mentre chiedono al Paese sacrifici e tagliano sulla cultura, sulla ricerca e sugli enti locali (e quindi sulla sanità e sui servizi sociali), loro spendono per finanziare progetti, magari anche lodevoli, ma che nulla hanno a che vedere con l’ambiente e lo sviluppo del territorio. Il tutto senza la pubblicazione di bandi finalizzati a premiare l’idea più interessante o gli enti più efficienti. Ed è così anche per gran parte dei progetti approvati e che interessano altre città: dai 220 mila euro alla Croce Rossa Italiana ai 250 mila euro per interventi di “manutenzione straordinaria della viabilità urbana” al Comune di Agrigento, passando per i 10 mila euro all’associazione valsugana rugby o per i 370 mila euro per il restauro di alcuni locali della chiesa Purgatorio di Sciacca (AG).

E poi parrocchie, parrocchie ed ancora parrocchie. E Taranto muore schiacciata dall’inquinamento; e gli agricoltori ionici muoiono di fame perché i loro animali, risultati contaminati, sono stati abbattuti (ottenendo in cambio un risarcimento economico ridicolo). A Taranto, come in gran parte delle altre città, solo progetti privi di alcuna connessione con le problematiche ambientali o la crescita economica.

Eppure parliamo del Fondo per l’Ambiente e la Promozione dello Sviluppo del Territorio. 53,6 milioni di euro. Evidentemente, i nostri parlamentari, si preoccupano più dell’ambiente nell’aldilà che di quello nel quale vivono adesso. Peccato che il paradiso, per loro e per tutti, non si compra.

PROGETTI APPROVATI DEL TERRITORIO IONICO PER UN TOTALE DI CIRCA UN MILIONE DI EURO:

Parrocchia San Nicola – Lizzano Interventi di ristrutturazione dei locali parrocchiali e Chiesa del Rosario 80 mila euro.

Parrocchia Maria SS Immacolata – San Giorgio Jonico Lavori di restauro al prospetto su via XXIV maggio e lavori di ristrutturazione delle opere parrocchiali 100 mila euro.

Parrocchia di San Marco Evangelista-Torricella Manutenzione chiesa e ristrutturazione del Presbiterio della Chiesa della SS Trinità 150 mila euro.

Comune di Manduria – adeguamento norme igieniche e manutenzione area adibita a fiera e mercato settimanale 100 mila euro.

Comune di Palagianello – lavori di ripristino viabilità comunale extraurbana soggetta a vincolo paesaggistico e/o idrogeologico 100 mila euro.

Comune di Torricella – lavori di costruzione marciapiedi e completamento pista ciclabile lungo la strada Monacizzo-Torre Ovo 50 mila euro.

Comune di Torricella – completamento pista ciclabile e recupero area verde nel territorio comunale 80 mila euro.

Parrocchia nostra signora di Fatima Talsano – Lavori di ristrutturazione degli spogliatoi e rifacimento manto erba sintetica del campo sportivo.

Parrocchia Santa Maria in Campitelli Grottaglie – Ristrutturazioni architettoniche della Parrocchia 30 mila euro.

Pulsano - Parrocchia Santa Maria La Nova – Lavori di costruzione locali per centro giovanile dell’oratorio madonna di lourdes – 80 mila euro.

Taranto – Parrocchia Santa Rita – Costruzione nuove aule e rifacimento ambienti parrocchiali adibiti per didattica ed attività educativa – 150 mila euro.

Comune di Faggiano – Ristrutturazione scuola media – 50 mila euro

Torricella, Scuola paritaria parrocchiale San Marco Evangelista – Interventi di manutenzione straordinaria – 70 mila euro.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)