Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Furnari (Movimento 5 Stelle Taranto) risponde

Gubitosa: “Candidatura di Marescotti non è in un partito”

Gubitosa: “Se quello che la preoccupa invece è un’associazionismo “sporcato” dai partiti… la nostra associazione è fermamente determinata a non avere nessun vincolo con i partiti”.
18 maggio 2012
Alessandro Furnari

Signor Gubitosa, le rispondo in merito alla sua lettera aperta di mercoledì 16 maggio.

Tengo subito a precisarle che non ho alcun dubbio sull’onestà e sull’integrità di Alessandro Marescotti, persona che stimo e rispetto (come anche Rosella Balestra).

Il concetto da me esposto non era rivolto alle persone che rappresentano associazioni e comitati, in qualità di presidenti, coordinatori o portavoce, ma all’inattendibilità delle realtà associazionistiche che si sono connotate partiticamente.

Persone e realtà associazionistiche sono due concetti distinti e separati.

Nell’intervista di cui lei parla, apparsa sul ‘TarantoOggi’ del 14 maggio scorso, ho affermato che “il ‘MoVimento 5 Stelle’ non fa alleanze con i partiti politici”.

Il ‘MoVimento 5 Stelle’ è il promotore di un cambio culturale nella politica italiana, grazie a proposte come: il rifiuto dei rimborsi elettorali, il concetto di politica come servizio civile (e non di “professione”), il tetto massimo di due mandati elettorali, i candidati rigorosamente incensurati e non iscritti ai partiti e la revisione periodica del mandato da parte degli elettori.

Nei partiti politici ci sono anche persone oneste, ma il problema è che i partiti politici hanno una struttura piramidale che impedisce alle persone oneste, che vi sono all’interno, di riuscire ad agire negli interessi dei cittadini. I partiti politici stanno morendo, rappresentano il passato, il MoVimento 5 Stelle è il cambiamento ed è il futuro.

In occasione di queste amministrative 2012, i candidati delle cinque liste che hanno appoggiato la candidatura a sindaco di Taranto di Angelo Bonelli si sono connotati partiticamente e non civicamente, come “erroneamente” da lei asserito.

Questa constatazione nasce dall’evidente fatto che Angelo Bonelli è l’attuale presidente nazionale della Federazione dei Verdi, un partito politico italiano, noto anche semplicemente come  “i Verdi”.

Per i cittadini che interagiranno in futuro con quelle associazioni che si sono connotate partiticamente, sarà naturale domandarsi se quelle realtà associazionistiche appoggeranno ancora in futuro gli esponenti di quel partito politico e se le loro azioni civiche porteranno ancora voti agli esponenti di quel gruppo politico. Molti cittadini, lontani dai partiti politici, si porranno queste domande. 

Resta il fatto che nessuno ha detto che un’associazione che si connoti partiticamente commetta un reato, è semplicemente una questione di scelte ed in alcuni casi, ma non in tutti…, anche di coerenza.

Cordiali saluti

Alessandro Furnari

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)