Ecologia

RSS logo

Mailing-list Ecologia

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

Lista Ecologia

...

    Emergenza Rifiuti

    Sotto-area tematica dedicata al tema dei rifiuti
    75 Articoli - pagina 1 2 ... 5
    • Trasporti speciali di "big bag"

      Dove viene trasportata la diossina dell'ILVA?

      Parte da Taranto, passa da Massafra e va a Orbassano in provincia di Torino. Lo si è venuto a sapere dopo una richiesta di PeaceLink al Sindaco di Taranto che ha chiesto lumi all'ILVA
      12 luglio 2016 - Alessandro Marescotti
    • La Regione Puglia non rinnova il sito web per la gestione dei rifiuti: il sito va giù

      La Regione Puglia non rinnova il sito web per la gestione dei rifiuti: il sito va giù

      rifiutiebonifica.puglia.it: dati su gestione rifiuti, raccolta rifiuti e rifiuti solidi urbani.
      1 ottobre 2015 - Luciano Manna
    • Digestore anaerobico di Scampia: una indigestione di strumentali bugie
      Chi ha interessi per l’ennesimo impianto inquinante?

      Digestore anaerobico di Scampia: una indigestione di strumentali bugie

      Ci risiamo! La speculazione legata al recupero energetico da rifiuti si concretizza a Napoli nel nuovo digestore anaerobico voluto dall’amministrazione Comunale di Napoli. Così la Campania viene usata, ancora una volta, come terreno di sperimentazioni politiche a danno dei suoi abitanti.
      24 marzo 2015 - Coordinamento Regionale rifiuti Campania
    • Una bussola impazzita. Ritroviamo la rotta.

      Una bussola impazzita. Ritroviamo la rotta.

      Le manifestazioni di piazza, i convegni tecnico/scientifici, i tavoli istituzionali convocati nell’ultimo mese ci restituiscono un quadro molto compromesso del livello di informazione e consapevolezza dei movimenti campani che oggi si stanno occupando della “vicenda rifiuti”.
      29 novembre 2013 - Coordinamento Regionale rifiuti Campania
    • L'Inganno della Popolarità

      La posizione del CO.RE.ri sul testo di legge di iniziativa popolare (LIP-RZ) proposto da rete Rifiuti Zero Italia
      5 giugno 2013 - Coordnamento Regionale rifiuti Campania
    • L'Inganno della Popolarità

      L'Inganno della Popolarità

      La posizione del CO.RE.ri sul testo di legge di iniziativa popolare (LIP-RZ) proposto da rete Rifiuti Zero Italia
      5 giugno 2013 - Coordinamento Regionale rifiuti Campania
    • Contro le mistificazioni nascoste dietro la sigla "Rifiuti Zero"

      Combustione Zero e Riciclo Totale della Materia

      La posizione del CO.RE.ri. - Coordinamento Regionale rifiuti della Campania e di DirittiNaturaSalute – Coordinamento Civico Nazionale in merito al tema rifiuti, presentata all'assemblea nazionale sui rifiuti tenutasi il 16 Giugno a Roma
      18 giugno 2012 - PeaceLink Campania
    • Appello per un primo incontro nazionale contro discariche ed inceneritori

      L'indipendenza e l'autonomia dei comitati è condizione necessaria per dare forza alle nostre idee e ai nostri progetti e per recuperare capacità di confronto e di lotta
      26 maggio 2012 - Coordinamemto regionale rifiuti Campania
    • Rifiuti Zero o rifiuti strumentali ?

      Mentre Acerra brucia e vengono “reindirizzati” sull’inceneritore di Giugliano i contributi CIP6, grazie anche all’accordo di dicembre 2011 tra Ministero dell’Ambiente e Comune di Napoli, Provincia di Napoli e Regione Campania, a Napoli il Comune ha il coraggio di presentarsi all'Hotel Royal con un convegno che scippa senza pudore parole chiave del CO.RE.ri, - Coordinamento Regionale rifiuti della Campania, parlando di “rifiuti come risorsa”, ma promuovendo nei fatti il recupero energetico dalla materia dietro il paravento della sigla “Rifiuti Zero”.
      23 marzo 2012 - CO.RE.ri., DNS
    • Un salto all'indietro di 15 anni

      Un salto all'indietro di 15 anni

      Approvato il Piano Regionale Rifiuti della Campania. Il CO.RE.ri.: “Un piano “fuorilegge”, inadeguato a far fronte al transitorio e capace di condizionare negativamente la gestione dei rifiuti nei prossimi 20 anni. Un salto all'indietro di 15 anni che, puntando sull’incenerimento, viola palesemente la gerarchia europea. Mentre l’Europa va verso il recupero dei materiali. Se la Commissione Europea dovesse accettare questo piano vergognoso non ci resterà che chiedere l’apertura di un’altra procedura di infrazione.”
      16 gennaio 2012 - Coordinamento Regionale rifiuti Campania
    • De Magistris e Sodano sottoscrivono la condanna della Campania

      Ecco come tra proclami e propaganda la “nuova” amministrazione comunale di Napoli mostra il volto cinico ed opportunista della peggiore politica del compromesso.
      6 dicembre 2011 - Coordinamento Regionale rifiuti Campania
    • Clini l'Africano

      28 novembre 2011 - Gianni Barbacetto
    • Cassiopea: quando una sentenza fa più danni del reato che intende punire

      5 ottobre 2011 - CO.RE.ri.
    • Il CO.RE.ri incontra la Commissione UE

      Riciclo totale, partendo dalla realizzazione degli impianti di compostaggio e dal recupero degli impianti di selezione e ripristino di un quadro normativo regionale coerente con le leggi italiane e comunitarie sono l'unico modo per uscire dalla crisi.
      24 novembre 2010 - Peacelink Campania
    • ALLA REDAZIONE ANNO ZERO
c/a Michele Santoro

      ALLA REDAZIONE ANNO ZERO c/a Michele Santoro

      Abbiamo seguito con attenzione la trasmissione di ieri, 28 ottobre 2010.
      Purtroppo il messaggio è stato ancora una volta parziale, e di parte, ed ha perpetuato l'immagine ormai ammuffita del sud che si lamenta. Contestualmente si è affermata l'apologia incontrastata del ciclo integrato dei rifiuti.
      29 ottobre 2010 - CO.RE.ri - Coordinamento Regionale Rifiuti – Campania
    • Comunicato Stampa su Terzigno

      Comunicato Stampa su Terzigno

      L'emergenza di questi giorni potrebbe essere fronteggiata immediatamente senza l'apertura di nuove discariche: quella che pare una provocazione è in realtà il frutto di un ragionamento cha parte dalle cause dell'emergenza e termina con un nuovo piano dei rifiuti, incentrato sulla tutela della salute pubblica e della dignità dei cittadini.
      22 ottobre 2010 - Coordinamento Regionale Rifiuti della Campania
    pagina 1 di 5 | precedente - successiva
    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies