dibattito

Pandemia e territorio: città, aree interne e questione meridionale

11 marzo 2021
ore 15:00 (Durata: 2 ore)

PANDEMIA E TERRITORIO 11 Marzo 2021, ore 15.00-17.30
Organizzato da CNR-ISSiRFA e Società Geografica Italiana

Dinamiche territoriali, crisi economica, divari e disuguaglianze, opportunità e politiche: cosa sta succedendo? Quanto di quello che osserviamo è temporaneo o permanente? Quali sono o potranno
essere gli effetti? Cosa può fare l’azione pubblica per progettare nuove geografie?

L’evoluzione della pandemia da Covid-19 e i suoi impatti interrogano fortemente, in Italia come in altri paesi, l’organizzazione del territorio e i suoi tradizionali squilibri tra centri urbani e periferie, il nord e il sud del paese, la ‘polpa’ delle aree più urbanizzate e l’‘osso’ delle aree interne e marginali.
La crisi si è manifestata in modo molto diverso nei territori, accelerando alcune dinamiche preesistenti e determinando, potenzialmente, ulteriori divari, così come inedite opportunità per
affrontare e invertire questi processi. Quanto di quello che osserviamo è temporaneo o permanente?
Cosa può fare l’azione pubblica per progettare nuove geografie, un nuovo rapporto tra società e territorio?

Parleremo di città (Filippo Celata, Società Geografica Italiana), aree interne (Sabrina Lucatelli, direttrice di Riabitare l'Italia) e Mezzogiorno (Luca Bianchi, direttore SVIMEZ). Coordina Raffaella Coletti (CNR) e conclude Francesca Governa (Politecnico di Torino).

Il workshop, organizzato in collaborazione con la Società Geografica Italiana, è parte del Ciclo di webinar ISSiRFA-CNR su Autonomie, territori e istituzioni di fronte alle sfide dell’emergenza sanitaria.

Segui la diretta sulla pagina Facebook della Società Geografica Italiana

O registrati al seguente link: https://register.gotowebinar.com/register/4087418396608654608

Per maggiori informazioni: evento su Facebook
Società Geografica Italiana
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1963: Papa Giovanni XXIIII proclama la Pacem in Terris, con una dura condanna alla guerra.

Dal sito

  • Taranto Sociale
    Lavoratore licenziato, per il ministero del Lavoro le informazioni non sono sufficienti

    "Abbiamo fornito spiegazioni"

    “ArcelorMittal conferma di aver fornito al ministro Orlando le spiegazioni richieste riguardo al licenziamento dell’operaio di Taranto”. Così ArcelorMittal in una nota. Il Consiglio comunale di Taranto ha approvato un ordine del giorno nel quale chiede la revoca del licenziamento.
    9 aprile 2021 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • Editoriale
    Il post era ritenuto "lesivo" dell'immagine aziendale

    Esprimiamo solidarietà al lavoratore licenziato da ArcelorMittal

    Aveva condiviso sui social network un post che invitava a vedere la fiction "Svegliati amore mio". Dispiacerebbe se in questa vicenda lo Stato rimanesse assente, mentre dichiara di essere presente al 50% nella compagine aziendale.
    9 aprile 2021 - Associazione PeaceLink
  • Pace
    Confine Iraq-Siria

    Riunite con i loro bambini “futuri terroristi”, le donne yazidi vengono ripudiate

    Gli anziani yazidi rinnegano i figli delle ex schiave dello Stato islamico, costringendole a scegliere tra i loro bambini e la loro comunità
    9 aprile 2021 - Martin Chulov e Nechirvan Mando ad Arbil
  • Processo Ilva
    La difesa ha rammentato che il gruppo Riva ha speso un miliardo di euro per investimenti ambientali

    Ilva: processo su disastro ambientale al rush finale

    La tesi forte dell’accusa è che Ilva solo sulla carta ha messo gli investimenti necessari a ridurre l’inquinamento dell’acciaieria, mentre nella realtà o non è stato fatto nulla oppure alcuni interventi sono stati dilazionati di molti anni nonostante vi fosse l’urgenza di intervenire.
    9 aprile 2021 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • Ecologia
    Parla Riccardo Cristello, lavoratore dello stabilimento siderurgico di Taranto

    ArcelorMittal: licenziato per post, “mi è caduto mondo addosso”

    “Sono rimasto sbigottito. Mai avrei immaginato una cosa del genere. Ho fatto solo un copia incolla e ho condiviso. Non è un mio pensiero ma l’azienda ritiene invece che quello che è stato postato sia oltraggioso e lesivo”. Il post invitava a vedere la fiction 'Svegliati amore mio'.
    9 aprile 2021 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)