presidio

Settimo sciopero per il clima - Global Strike a Taranto

24 settembre 2021
ore 17:00
Corso Due Mari al Monumento ai Marinai, Taranto (TA)
Si invita la cittadinanza a portare manifesti e cartelloni sul tema dell'emergenza climatica, del diritto alla salute e al futuro. L'evento è organizzato nel rispetto della normativa covid19 e si invita i partecipanti a rispettare la distanza di sicurezza e ad usare le mascherine.


Quest’anno, in autunno, si terrà la Cop 26, la conferenza mondiale a cui ogni Stato dovrà portare i propri impegni per la riduzione delle emissioni e per la risoluzione della crisi climatica. È necessario che i paesi del mondo collaborino fra loro, portando i loro obiettivi più ambiziosi. Sarà un momento storico. Anzi, dovrà esserlo, lo dobbiamo rendere possibile attraverso il più grande strumento che tuttə noi abbiamo: l’attivismo.
Su di noi, giovani e adulti del 2021, pesa una responsabilità, ma anche una grande opportunità: cambiare la storia prima che essa cambi noi. Uniamo le energie e la passione in un unico grande momento coordinato in tutto il mondo, prima della Cop 26: venerdì 24 settembre 2021.
La crisi climatica non è una crisi isolata. Tensioni socio-economiche come il razzismo, il sessismo, l’abilismo, le disparità sociali ed economiche, sono tutti fenomeni che amplificano gli impatti della crisi climatica e che, viceversa, saranno amplificati da essa.
I MAPA (Most Affected People and Areas, le persone e le aree più colpite) stanno già vivendo le conseguenze peggiori della crisi climatica senza possibilità di adattamento. Questo a causa di élite privilegiate del Nord globale, che hanno distrutto le terre dei MAPA attraverso il colonialismo, l’imperialismo, le ingiustizie sistemiche e una voracità senza freno, vera causa del riscaldamento globale. Come per la pandemia da Covid-19 e in tutte le grandi crisi della storia, i paesi sovrasfruttati e le persone emarginate vengono sistematicamente abbandonate a loro stesse.
Anche a Taranto, tra le città più inquinate d’Italia, scenderemo in piazza organizzando un presidio il 24 Settembre 2021, alle ore 17.00 su Corso 2 Mari (Statua Marinai) per chiedere Giustizia Ambientale, Giustizia Sociale, stop all’utilizzo di fonti fossili da parte delle grandi industrie e chiusura di tutte le fonti inquinanti esistenti sul nostro territorio.
PERCHÉ SCIOPERARE?
Ci viene ripetuto che alla crisi climatica e ambientale ci pensano gli adulti, che noi dobbiamo pensare alla nostra istruzione, che non va tutto poi così male e che per queste cose possiamo aspettare. Oppure ci dicono che così non risolviamo nulla, ci dicono di andare a fare qualcosa di utile per l’ambiente al posto di passare pomeriggi nelle piazze a divertirci.
La risposta è semplice: scioperiamo perché non abbiamo scelta. Stiamo lottando per il nostro futuro e per il futuro dei nostri figli. Scioperiamo perché c’è ancora tempo per cambiare, ma il tempo è essenziale. Prima agiamo, migliore sarà il nostro futuro condiviso.
Scioperiamo perchè noi ragazzi e ragazze, lavoratori e lavoratrici, non siamo sedut* ai tavoli dove vengono prese le decisioni per il nostro futuro e per quello dei nostri figli. Scioperando possiamo far sentire la nostra voce, possiamo fare pressione affinchè gli scienziati che da anni ci mettono in guardia vengano ascoltati. Ognuno di noi può fare la sua parte, ogni voce è importante: scendi in piazza e fai sentire anche la tua, oppure entra in un gruppo e diventa parte del cambiamento.
MA PERCHÈ PROPRIO ORA?
Quando i giorni di scuola in presenza sono pochi, perchè perderne ancora?
La crisi climatica è già qui! Lo abbiamo visto quest’estate con gli incendi e le ondate di caldo, lo dicono gli scienziati da ormai 50 anni. Minore è l’aumento della temperature minori saranno le vittime di questa crisi. La Terra si sta già riscaldando. Nell’accordo di Parigi del 2015, i paesi si sono impegnati a perseguire sforzi ambiziosi per limitare l’aumento della temperatura globale ben al di sotto gli +1,5°C. Livelli più elevati di riscaldamento stanno causando ondate di calore peggiori, più siccità e inondazioni e un aumento del livello del mare, causando la distruzione della terra che abbiamo ereditato. Questi effetti avranno un impatto su tutti, ricchi e poveri, e saranno più devastanti per le persone più vulnerabili: i più poveri e i più giovani.
L’AZIONE COLLETTIVA È L’UNICA RISPOSTA A QUESTA CRISI, scendere in piazza, fare disobbedienza civile: tutto serve per creare un’opinione pubblica sul tema e obbligare chi ne ha potere a risolverla!
TI ASPETTIAMO IL 24 SETTEMBRE IN TUTTE LE PIAZZE DI ITALIA
Siamo l’unica generazione che può fermare questa crisi!

Per maggiori informazioni:
Friday for future Taranto e le associazioni tarantine
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

  • lug
    19
    ven
    veglia

    Veglia per Gaza

    via Trinchese 13 - Lecce (LE)
    Veglia per Gaza
    19 luglio 2024 invito alla veglia per Gaza Il coordinamento salentino di Donne per la Palestina promuove una VEGLIA PER GAZA a Lecce, il 19 luglio ...
  • lug
    20
    sab
    manifestazione

    Digiuno per la pace

    Foggia - San Severo - Torino Perugia
    Continua la staffetta dei digiunanti di Coordinamento Capitanata per la pace - Arca della pace di Foggia
  • lug
    21
    dom
    concerto

    MEI - Premio internazionale Amnesty International per migliore canzone sui diritti umani

    Faenza - FAENZA (RA)
    MEI - Premio internazionale Amnesty International per migliore canzone sui diritti umani.-.-.- MEI - Meeting degli Indipendenti. Patron: Giordano ...
  • lug
    22
    lun
    corso

    Lib Lab laboratorio teatrale gratuito aperto a tutti

    via Gaetano Tacconi 67 - Bologna (BO)
    Sblocca il tuo talento teatrale con il Lib Lab! Vuoi immergerti nel mondo del teatro in modo divertente e coinvolgente? Allora il Lib Lab è ...
  • lug
    25
    gio
    evento

    Per non dimenticare i Fratelli Cervi e "I partigiani della pace"

    Circolo Quarto Stato – Via Vittorio Veneto, 1 - Cardano Al Campo -VARESE - Cardano Al Campo (VA)
    Per non dimenticare i Fratelli Cervi e "I partigiani della pace".-.- 25 Luglio 2024 Circolo Quarto Stato - Via Vittorio Veneto, 1 - Cardano Al Campo ...
  • lug
    27
    sab
    esposizione

    Invisible Cities. Francesco Palvarini

    Viale Monza 55 - Milano (MI)
    La galleria Pisacane Arte presenta la mostra Invisible Cities, esposizione personale delle opere di Francesco Palvarini, con serata d'inaugurazione ...
  • lug
    31
    mer
    esposizione

    KYKLOS personale di Patrizia Trevisi

    Piazzale del Governatore snc - 58019 Monte Argentario (GR)
    COMUNICATO STAMPA Il Circolo Culturale Orbetellano Gastone Mariotti con il patrocinio del Comune di Monte Argentario - Assessorato alla Cultura e ...
  • ago
    3
    sab
    concerto

    MEI - FESTAMBIENTESUD. Festival di Legambiente per il Sud Italia

    MEI - FESTAMBIENTESUD. Festival di Legambiente per il Sud Italia.-.- FESTAMBIENTESUD: DAL 17 LUGLIO AL 3 AGOSTO TORNA IL FESTIVAL DI LEGAMBIENTE PER ...
  • ago
    4
    dom
    concerto

    L'infinito fra le mani - Viaggio sonoro e narrativo su Franco Battiato

    Largo Scalinata dei Mille - Milo (CT)
    L'infinito fra le mani - il primo evento della neonata Associazione "Le città di Battiato" - è uno spettacolo unico nel suo genere, ...
  • ago
    30
    ven
    esposizione

    Mapping Ego

    Via Raffaele Cadorna 28 - Roma (RM)
    Un viaggio nell'Identità Rossocinabro è lieta di presentare la mostra Mapping Ego, un'indagine coinvolgente del panorama artistico ...
  • ago
    31
    sab
    proiezione

    MEI - Premio Videoclip indipendente

    Casa della Musica, Faenza - FAENZA (RA)
    MEI - Premio Videoclip indipendente.-.- MEI - MEETING DELLE ETICHETTE INDIPENDENTI: SI APRONO UFFICIALMENTE LE ISCRIZIONI ALLA 18° EDIZIONE DEL ...
  • ott
    2
    mer
    evento

    MEI - La musica educante

    Faenza - FAENZA (RA)
    MEI - La musica educante
    MEI - La musica educante.-.-.- MEI25: A FRIDA BOLLANI MAGONI LA TARGA MEI MIGLIOR ESORDIO DELL'ANNO. DOMENICA 2 OTTOBRE LORENZO BAGLIONI CONDUCE LA ...
  • ott
    4
    ven
    evento

    MEI - Imprenditorialità femminile in ambito musicale: dall’idea alla progettazione alla realizzazione

    Casa della Musica, Faenza - FAENZA (RA)
    MEI - Imprenditorialità femminile in ambito musicale: dall'idea alla progettazione alla realizzazione.-.- Venerdì 27 settembre e 4 ...
  • ott
    5
    sab
    evento

    MEI - Nuova Woodstock degli artisti emergenti

    Casa della Musica, Faenza - FAENZA (RA)
    MEI - Nuova Woodstock degli artisti emergenti.-.- VERSO LA FESTA DELLA MUSICA : FAENZA, FORLI, SAN PIERO IN BAGNO VERSO UNA GRANDE FESTA DELLA MUSICA ...
  • ott
    6
    dom
    evento

    Il MEI di Faenza con i giovani artisti

    Faenza - FAENZA (RA)
    Il MEI di Faenza con i giovani artisti
    Il MEI di Faenza con i giovani artisti.-.- Tutti i giovani artisti e band emergenti d'Italia vogliono suonare al MEI. ECCO LE DATE UFFICIALI: IL MEI ...
  • ott
    7
    lun
    evento

    MEI - Musica costruttiva nelle scuole superiori

    Faenza, Casa della Musica - FAENZA (RA)
    MEI - Musica costruttiva nelle scuole superiori.-.- TIMELESS SCHOOL CONTEST - MUSICA COSTRUTTIVA NELLE SCUOLE SUPERIORI. IL MEI È PARTNER.-.- ...
  • ott
    11
    ven
    corso

    MEI - Master in comunicazione musicale

    Università Sacro Cuore, Milano - Milano (MI)
    MEI - Master in comunicazione musicale.-.- SONO APERTE LE ISCRIZIONI PER LA XXIV EDIZIONE DEL MASTER IN COMUNICAZIONE MUSICALE PROMOSSO ...

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • Ecologia
    Comunicato stampa

    La valutazione di impatto sanitario sulle emissioni di CO2 dell'Ilva

    Sono di particolare importanza i dati di questo studio: “Il “mortality cost” delle emissioni di C02 di uno stabilimento siderurgico del Sud Italia: una valutazione degli impatti sanitari derivanti dal cambiamento climatico”
    18 luglio 2024 - Redazione PeaceLink
  • Pace
    Dalle strategie online alla vita reale che ti circonda

    Come rendere virale l'appello contro gli euromissili

    Un mini-manuale di azioni pratiche. Ogni piccola azione conta. Più persone conosceranno l'appello, maggiore sarà la pressione dell'opinione pubblica sui decisori politici. La parola d'ordine è #NoEuromissili
    18 luglio 2024 - Redazione PeaceLink
  • Latina
    Ancora non si placa la disputa sui fatti del 26 giugno scorso: colpo di stato o autogolpe?

    Bolivia: l'autodistruzione del Movimiento al Socialismo

    La guerra senza quartiere tra il blocco a sostegno di Morales e quello a favore di Arce ha finito per lacerare il partito, i sindacati e i movimenti sociali
    17 luglio 2024 - David Lifodi
  • Disarmo
    La scelta di ritornare a schierare euromissili da tempo banditi è di una gravità assoluta

    Appello ai pacifisti per una mobilitazione contro i nuovi euromissili

    Oggi in gioco c’è il rischio di una guerra nucleare sempre più vicina con la decisione della Nato di schierare nuovamente gli euromissili entro il 2026. Siamo all’inizio di un’escalation in quanto la Russia agirà di conseguenza. È responsabilità di ciascuno di noi prendere posizione.
    17 luglio 2024 - Domenico Gallo, Fiorella Mannoia, Alessandro Marescotti, mons. Giovanni Ricchiuti, Carlo Rovelli, Alex Zanotelli
  • Latina

    Argentina, uno scenario ad alto rischio

    Accelera lo smantellamento dei passi in avanti fatti in termini di memoria, verità e giustizia
    12 luglio 2024 - Giorgio Trucchi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.7.15 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)